Falconara M.: Riccardo Borini - Vicepresidente della Commissione consiliare Ambiente - ha deciso di non partecipare alla Commissione di oggi 5.08.2014 convocata presso la ditta Eredi Raimondo Bufarini Srl: “Non ci sono le condizioni minime per poter svolgere correttamente le funzioni di Consigliere comunale”. Le motivazioni

senza-ric-sindaco.jpgIl Consigliere delle Liste civiche FBC e CIC Riccardo Borini motiva il rifiuto a partecipare alla seduta del 5.08.2014 della Commissione consiliare IV^ (Ambiente) presso la ditta Eredi Raimondo Bufarini Srl.

condizioni_minime-please.jpgIeri sera (4.08.2014) il Vicepresidente della Commissione consiliare IV^ Riccardo Borini (liste Civiche FBC e CIC) ha scritto una lettera alla Presidente della Commissione - Yasmine Al Diry - per spiegare le motivazioni del rifiuto a partecipare alla seduta del 5.08.2014 della Commissione IV^ indetta  nei locali della Ditta Eredi Raimondo Bufarini Srl.

Le motivazioni erano già state anticipate da Borini nella consulta dei Capigruppo consiliari nel pomeriggio di venerdì scorso 1 agosto. Continua a leggere…

I Dirigenti dell’Assessorato all’Ambiente di Falconara M. alla Giunta comunale: o si massimizza la raccolta differenziata dei rifiuti oppure aumenteranno le spese per i cittadini! Il fallimento delle scelte di Brandoni e Astolfi nella gestione dei rifiuti è ufficiale! CiC/FBC: non si perda altro tempo e denaro e si passi subito alla raccolta porta a porta!

senza-ric-sindaco.jpg   download-1.jpg Con la Relazione del 28 gennaio scorso (Prot. n. 3423)  inviata al Sindaco di Falconara Marittima e agli Assessori all’Ambiente e al Bilancio, il Dirigente ed il Titolare dell’Unità Organizzativa dell’Assessorato all’Ambiente del Comune hanno evidenziato la necessità di “minimizzare il quantitativo di rifiuto indifferenziato da smaltire presso la discarica e di massimizzare la raccolta differenziata” al fine di limitare gli incrementi delle spese … inevitabilmente  a carico dei cittadini falconaresi!  

Infatti, dalla stessa Relazione si evince che la scarsa differenziazione dei rifiuti (49% invece del 65% di Legge) giocherà un altro brutto scherzo ai cittadini falconaresi: oltre all’attuale pagamento dell’intero tributo di 20€ + 4€ di addizionale per ogni tonnellata di rifiuto portato in discarica, si dovrà aggiungere l’aumento della tariffa per ogni tonnellata di rifiuti conferiti nella discarica di Maiolati e l’ulteriore indennizzo di 1€/t che - per i falconaresi - sarà più pesante poiché la politica dei rifiuti adottata dall’Amministrazione comunale differenzia poco e, dunque, le tonnellate di rifiuti portati in discarica sono considerevoli!

La cifra ammonterà a circa 16€ in più per ogni tonnellata di rifiuti portati in discarica che - per Falconara che ha fallito l’obiettivo di legge del 65% - porterà la spesa complessiva da 108 € a 124,72 € per ogni tonnellata! Continua a leggere…

I contenuti e le proposte avanzate dalle Liste civiche CiC/FBC nelle Commissioni Consiliari Congiunte IV^ (Ambiente) e VI^ (Sanità) del 17 gennaio 2014

senza-ric-sindaco.jpg Nelle Commissioni consiliari congiunte Ambiente e Sanità del 17 gennaio 2014 aventi all’OdG “Aggiornamento e proposta sullo studio epidemiologico nazionale dei territori e degli insediamenti esposti a rischio da inquinamento” il Consigliere delle Liste civiche CiC e FBC - Riccardo Borini - ha presentato e chiesto di mettere a verbale tutti i riferimenti delle Indagini autorevoli e ufficiali che si riferiscono a Falconara realizzate da Ministero Salute, Istituto Superiore di Sanità, Istituto Nazionale Tumori di Milano e ARPA Marche.

I componenti delle Commissioni appartenenti agli altri Gruppi consiliari hanno accolto positivamente il documento di FBC e CIC e hanno deciso di esprimere il proprio assenso o presentare eventuali emendamenti alla prossima convocazione delle Commissioni. Continua a leggere…

Falconara M.: tassa sui rifiuti alle stelle anche per il mancato raggiungimento dell’obbiettivo del 65% di raccolta differenziata!

senza-ric-sindaco.jpgL’Assessore Matteo Astolfi pochi giorni fa ha annunciato - di fatto - il ritardo di altri due anni nel raggiungimento dell’obiettivo del 65% di raccolta differenziata soldi nella mondezzadei rifiuti nel nostro Comune.

Vogliamo ricordare alla Giunta e portare all’attenzione dei lettori che il proposito dell’Assessore non rappresenta una lieta “novella” ma la confessione del fallimento della politica dei rifiuti dell’Amministrazione comunale di Falconara, perché la legge stabiliva di dover raggiungere quella percentuale già alla data del 31/12/2012, pena aggravi economici per l’Ente comunale.

Oltreché molto distanti dall’obiettivo in termini di percentuale, siamo quindi in ritardo già di oltre un anno sugli obiettivi di Legge. Continua a leggere…

Il bene acqua deve essere gestito da una Ente pubblico e non da una Società per Azioni come Multiservizi SpA la quale sta pretendendo di far dipendere la bontà della gestione dell’acqua dall’esito dell’operazione di mercato che riguarda Prometeo ed il gas metano!

senza-ric-sindaco.jpgIn relazione alla disinformazione diffusa dall’Amministrazione comunale di acqua-bene-comune_full.jpgFalconara M.  a proposito dell’ Atto di Indirizzo per la riorganizzazione delle attivita’ energetiche della Societa’ Multiservizi S.P.A votato in Consiglio il 23 dicembre 2013, ci corre l’obbligo di puntualizzare quanto segue:

le Liste civiche CiC/FBC non si sono astenute in sede di votazione, ma hanno espresso voto contrario! Da sole!

I motivi del voto contrario nell’intervento del Consigliere Riccardo Borini il 23 dicembre Continua a leggere…

Caos rifiuti: il TAR Marche ha invalidato la Convenzione di adesione dei Comuni all’Assemblea Territoriale d’Ambito (ATA). L’11 dicembre scorso il Comune di Falconara ha preteso lo stesso che il Consiglio comunale approvasse una Delibera dell’ATA! Il Consigliere Borini ha accusato il Sindaco di oscurare ogni informazione e ritenendo illegittima la Delibera si è rifiutato di votare ed ha abbandonato l’aula al momento del voto!

rifiuti zeroIl Consigliere di CiC/FBC, Riccardo Borini, ha abbandonato la seduta del Consiglio comunale di Falconara M. dell’11 dicembre scorso rifiutandosi di esprimere il suo voto sulla delibera dell’Assemblea Territoriale d’Ambito (ATA) - riguardante l’aggiornamento delle quote di partecipazione e finanziamento comunale dell’ATA - ritenendola illegittima.

Borini ha motivato la sua valutazione alla luce della sentenza n. 848 del 21.11.2013 con la quale il Tribunale Amministrativo Regionale delle Marche ha accolto il ricorso presentato dal Comune di Fermo per l’annullamento delle Delibere di Giunta Regionale n. 801 e n.888 del 2012, Delibere con cui fu approvato lo schema di CONVENZIONE per la regolamentazione dell’adesione dei Comuni all’ATA.

CONVENZIONE stigmatizzata dalla Sentenza del TAR poichè i Consigli comunali sono stati emarginati dalle decisioni riguardanti l’organizzazione e la gestione dei servizi di raccolta, l’avvio e lo smaltimento e recupero dei rifiuti urbani, riservando loro solo il ruolo dai semplici ratificatori. Continua a leggere…

<< Pagina PrecedentePagina Successiva >>