Miglioramento dello stato dell’acqua nel braccio di mare antistante Falconara Marittima: le civiche FBC/CiC presentano la MOZIONE che tutti i Capigruppo di maggioranza e opposizione hanno rifiutato di discutere nel Consiglio comunale “aperto” del 31 agosto!

Scritto il 12 Settembre 2015 
Pubblicato su Comunicati Lista Cittadini, Consigli Comunali, Salute e sicurezza

senza-ric-sindaco.jpgLa MOZIONE per il miglioramento dello stato dell’acqua nel braccio di mare antistante Falconara Marittima che il Consigliere Riccardo Borini ha depositato nei giorni scorsi, è la stessa che nel corso del cosiddetto Consiglio comunale aperto del 31 agosto 2015 i capigruppo di maggioranza (Baia Raimondo di Uniti per Falconara – Cipolletti Romolo di Falconara in Movimento – Donati Piero di Ridisegnare Falconara – Al Diry Yasmin di Insieme Civico per Falconara) e di minoranza (Franco Federici del Partito Democratico –  Carmelino Proto di Insieme per Mastrovincenzo) hanno concordemente rifiutato di discutere e votare.

La MOZIONE impegna il Sindaco e la Giunta Comunale

1)  a  chiedere,  in  base  all’art.  9  e  all’art.  11  della  Statuto  dell’Autorità  d’Ambito,  la
convocazione  dell’Assemblea  dell’Autorità  d’Ambito  Territoriale  Ottimale  2  al  fine
proporre l’aggiornamento del programma di interventi e del relativo piano finanziario;

2)  a  chiedere  l’intervento  della  Presidenza  della  Regione  Marche  e  dell’Assessorato
all’Ambiente  nella  stessa  assise  dell’Assemblea  al  fine  di  aprire  il  confronto  anche  sul
reperimento delle risorse finanziare per affrontare la problematica con interventi a breve
termine e a medio termine.

3)  Ad  elaborare  in  forma  partecipata  –  con  le  associazioni  degli  operatori  balneari  e  le
associazioni  di  cittadini  all’interno  della  Commissione  consiliare  preposta  –  le  proposte
che  il  rappresentante  del  Comune  di  Falconara  Marittima  dovrà  sottoporre  alle
valutazioni dell’Assemblea dell’AATO.

4)  A curare la puntuale informazione,  all’interno della Commissione consiliare preposta  e in
Consiglio Comunale, attraverso le relazioni  del  rappresentante del Comune di Falconara Marittima in seno
all’Assemblea  dell’AATO  riguardanti  proposte,  progetti,  STRATEGIE  DI  INTERVENTO  e
CRONOPROGRAMMA DEGLI INTERVENTI dell’Autorità. 

Liste civiche Falconara Bene Comune e Cittadini in Comune – Falconara Marittima

Commenti

2 Commenti a “Miglioramento dello stato dell’acqua nel braccio di mare antistante Falconara Marittima: le civiche FBC/CiC presentano la MOZIONE che tutti i Capigruppo di maggioranza e opposizione hanno rifiutato di discutere nel Consiglio comunale “aperto” del 31 agosto!”

  1. marco il 12 Settembre 2015 18:27

    Buonasera,

    una precisazione. Nessun atto puù essere messo in votazione se non è messo a conoscenza dei Consiglieri Comunali almeno 24 ore prima della seduta Consiliare. Questo per consentire a chi vota di essere informato e di ragionare quello che vota. La mozione è stata presentata la sera stessa senza un minimo di preavviso. Ciò può essere superato solo con il voto unanime dei Capigruppo.
    LA mozione poteva essere comunque discussa ma, ovviamente non votata. Il Capogruppo Borini ha compreso male (o io non sono stato abbastanza chiaro nell’illustrarlo) e l’ha portata via dal tavolo della Presidenza facendo ritenere che non avesse interessa a discuterla senza poterla votare.
    ùcordiali saluti

  2. Loris il 13 Settembre 2015 09:37

    Gent. Marco, eravamo coscienti (scrivo al plurale perché quanto scrivo era stato deciso collettivamente da FBC/CiC) che in base a quanto stabilito dall’art. 13 del Regolamento “Nessuna proposta può essere sottoposta a deliberazione se non viene messa a disposizione dei Consiglieri almeno 24 ore prima della seduta, corredata di tutti
    i documenti occorrenti per essere esaminata”; MA ANCHE che in base all’art. 18 comma 1, “nel corso della seduta è possibile presentare un Ordine del Giorno sull’argomento in discussione prima che questa sia chiusa”. Scegliemmo di INFORMARE IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DELLA NOSTRA PROPOSTA INVECE DI PRESENTARE A SORPRESA L’OdG come da art. 18, per diversi motivi: 1)rispetto nei confronti del Consiglio e dei cittadini i quali non avrebbero dovuto avere la sensazione che nei Consigli Comunali si “tendono le imboscate”, ma si discute per ricercare le migliori soluzioni per la città! 2) Certezza che le proposte della mozione o OdG potessero essere condivisibili ed emendabili e, comunque, potessero approdare ad una DOVEROSA decisione comune del Consiglio di fronte a cittadini che erano stati invitati ad esprimere i propri piunti di vista attraverso le associazioni/comitati. Beh, ci siamo clamorosamente sbagliati sul senso della democrazia e del ruolo che gli attuali Consiglieri attribuiscono al Consiglio Comunale e alla dialettica con i cittadini! Nei Consiglieri di maggioranza del Sindaco e di minoranza PD dovrebbe essere scattata la paura partitica (nel senso “di parte”, di fazione)di fare la figura di quelli che NON AVEVANO PREVISTO UN DEGNO finale del Consiglio “aperto” … Cioè con una DECISIONE! Probabilmente è la loro considerazione di quel Consiglio “aperto” SOLTANTO COME UNA PASSERELLA che li ha convinti a respingere la presentazione e discussione della nostra mozione. Non so cosa ne pensi Riccardo ma, per parte mia, quei Consiglieri hanno dato una ulteriore dimostrazione della loro qualità.
    Cordialmente
    Loris Calcina

Rispondi

You must be logged in to post a comment.