Sosteniamo il candidato a Sindaco Mastrovincenzo perchè una vittoria dell’attuale Sindaco significherebbe per la nostra città una maggiore cementificazione a Palombina Vecchia, Falconara Alta, Castelferretti e perfino di fronte alla spiaggia di Villanova, la realizzazione del maxi-parcheggio alla stazione ferroviaria, nonché una minore attenzione ai cittadini in difficoltà a causa della crisi economica e della disoccupazione. Noi vogliamo rilanciare l’edilizia che riqualifica, il piccolo commercio, incentivare il riuso delle aree dismesse da parte dell’imprenditoria, della microimprenditoria e dell’associazionismo locale, valorizzare l’agricoltura locale. Vogliamo valorizzare le Consulte, attuare percorsi partecipativi veri, politiche culturali di spessore, rilanciare le politiche giovanili, istituire il vigile di quartiere e l’operatore di strada. Vogliamo bloccare il bypass ferroviario!

Scritto il 3 Giugno 2013 
Pubblicato su Comunicati Lista Cittadini

FALCONARA BENE COMUNE E CITTADINI IN COMUNE 

COMUNICATO STAMPA – 03.06.2013

flag         flag1confstp 3.6.13              confstp1 3.6.13

Il movimento civico che ha candidato Riccardo Borini e che ha ottenuto il 10% al primo turno di queste elezioni comunali, avverte la responsabilità del consenso espressosi, che lo proietta come terza forza politica cittadina. Eppure questo non è sufficiente, da solo, a dare vita a quell’amministrazione nuova e alternativa per la quale in questi mesi ci siamo battuti e di cui pensiamo la nostra Città abbia estremo bisogno. Siamo coscienti delle differenze in campo tra l’attuale amministrazione del PDL Brandoni e Antonio Mastrovincenzo; siamo coscienti che la nostra neutralità favorirebbe una sicura vittoria dell’attuale Sindaco. Questo significherebbe per la nostra città una maggiore cementificazione a Palombina Vecchia, Falconara Alta, Castelferretti e perfino di fronte alla spiaggia di Villanova, la realizzazione del maxi-parcheggio alla stazione ferroviaria, nonché una minore attenzione ai cittadini in difficoltà a causa della crisi economica e della disoccupazione, insieme a molto altro ancora.

Dopo una serie di incontri e assemblee cittadine di valutazione dell’esito elettorale, abbiamo deciso all’unanimità di sostenere al ballottaggio il candidato Sindaco Antonio Mastrovincenzo e concordato con lo stesso un nostro coinvolgimento concreto nell’eventuale esecutivo, affinché la futura amministrazione sia di netta rottura e discontinuità, nei metodi e nei contenuti, con il passato più e meno recente delle precedenti amministrazioni.

Il nostro impegno si concentrerà sulle seguenti priorità concordate con Antonio Mastrovincenzo:

– metodo collegiale e trasparente di governo e di decisione politica;

– nomina di una Giunta caratterizzata da persone competenti, nuove e autonome da pressioni esterne ed extracomunali;

– superamento delle logiche della spartizione e delle divisioni in quote di potere e di rappresentanza, privilegiando le professionalità ad ogni livello dell’amministrazione.

Mercoledì 5 giugno alle ore 21,30 presso il centro Pergoli – Piazza Mazzini Falconara  convochiamo, insieme a Mastrovincenzo; un’assemblea pubblica per condividere con la cittadinanza questa scelta.

Cittadini in Comune e Falconara Bene Comune.

Falconara, 03 giugno 2013

Commenti

3 Commenti a “Sosteniamo il candidato a Sindaco Mastrovincenzo perchè una vittoria dell’attuale Sindaco significherebbe per la nostra città una maggiore cementificazione a Palombina Vecchia, Falconara Alta, Castelferretti e perfino di fronte alla spiaggia di Villanova, la realizzazione del maxi-parcheggio alla stazione ferroviaria, nonché una minore attenzione ai cittadini in difficoltà a causa della crisi economica e della disoccupazione. Noi vogliamo rilanciare l’edilizia che riqualifica, il piccolo commercio, incentivare il riuso delle aree dismesse da parte dell’imprenditoria, della microimprenditoria e dell’associazionismo locale, valorizzare l’agricoltura locale. Vogliamo valorizzare le Consulte, attuare percorsi partecipativi veri, politiche culturali di spessore, rilanciare le politiche giovanili, istituire il vigile di quartiere e l’operatore di strada. Vogliamo bloccare il bypass ferroviario!”

  1. daniele marchegiani il 4 Giugno 2013 09:04

    complimenti per la coerenza!!!!!!!!!

  2. daniele marchegiani il 4 Giugno 2013 09:06

    Il centro sinistra, ed in particolare il PD, è stato responsabile del disastro economico prodotto dalle giunte dal Sindaco Carletti. Il PD è stato ambiguo su molte questioni: dal rigassificatore, al bypass ferroviario (dove la contrarietà espressa dal partito a livello comunale è stata smentita dalle decisioni dalla Giunta regionale guidata da Spacca), al maxi-parcheggio della stazione, già ideato ai tempi della giunta Carletti e fino a pochi mesi fa riproposto a Villanova, in alternativa a quello della stazione fs.In casa PD le decisioni che contano vengono sempre prese da una ristretta nomenclatura, spesso in sedi sovracomunali. La storia del governo amico, della regione amica, non convince più. Inoltre il PD falconarese non è riuscito a dire una parola rispetto all’inciucio del PD nazionale che ha rimesso in gioco Berlusconi, senza dare alcuna spiegazione al suo elettorato. Ci sembra palese come si ripropongano formule già viste e già perdenti. Il ricordo della giunta Recanatini è ancora vivo nei falconaresi, come gli stessi ci sembrano essere i partiti e gli esponenti politici di oggi come allora. Falconara Marittima 24 maggio 2013. Cittadini in Comune.

  3. Loris il 4 Giugno 2013 09:58

    Gentile Daniele, quel giudizio che ci sottolinei non è cambiato! Il punto è che Brandoni sicuramente spianerà questa città! Potevamo rimanere alla finestra come 5 anni fa? I tre anni da Consigliere comunale durante l’Amministrazione PdLsmascherato mi hanno mostrato la loro avversione a qualsiasi informazione dei cittadini: l’accordo con l’API del 2008 per le centrali elettriche ce l’hanno parzialmente consegnato 18 ore prima del Consiglio comunale!Le varianti urbanistiche non sono state mai discusse con i residenti prima di impegnare i tecnici nella progettazione! La situazione sanitaria è stata letteralmente occultata e credo che sia conosciuta max dal 20% della popolazione!
    Per questo ed altro sono in corso 2 indagini della Corte dei Conti sollecitate con miei esposti, un ricorso al Consiglio di Stato e uno al TAR del Lazio, un esposto alla Procura della Repubblica. Come vedi non è bastato a bloccare la mala politica e, a quanto pare, il grosso lavoro svolto con un Consigliere non è stato adeguatamente riconosciuto! … E’ per questo che, come componente di CiC, ho pensato che dovevamo tentare di cambiare qualcosa anche con il 10%, batterci affinchè ogni progetto che riguarda il TERRITORIO BENE COMUNE sia reso conoscibile e oggetto di confronto cittadino prima che sia scritta una riga (1 riga!) di una bozza di delibera! Questa partecipazione dobbiamo continuarla a fare nelle piazze e con il Consigliere che avremo ma, soprattutto, deve diventare prassi amministrativa! Tentare di bloccare chi sta regalando Falconara al miglior offerente e tentare di mettere le mani per ricostruire Falconara non significa fare sconti. Significa capire se nelle nuove leve che hanno messo la propria faccia nelle liste del PD ci sia la volontà di cambiamento e la volontà di prendere e condividere lo spazio necessario per il cambiamento.
    Saluti e grazie per la Tua attenzione al lavoro di CiC!
    loris calcina

Rispondi

You must be logged in to post a comment.