Distrutti 350mq di verde pubblico per 15 posti auto necessari 2 mesi all’anno! La Giunta Brandoni flagella Falconara e la consegna agli interessi privati con il megalomane parcheggio della stazione fs!

Scritto il 9 Agosto 2012 
Pubblicato su Comunicati Lista Cittadini, Infrastrutture e Territorio

Prima … 1 giardinetto via Flaminiagiardinetto frontale

e dopo … distruzione 2distruzione 1….la mano degli Unni Brandoni, Astolfi e Rossi

Valgono di più 350 mq ombreggiati da alberi e arbusti oppure 350 mq di asfalto bollente per far parcheggiare 15 automobili per solo 2 mesi estivi?

Opinioni, dirà qualcuno, eppure quando la scelta non riguarda un privato cittadino ma l’Amministrazione Comunale essa ha il valore di scelta politica ed economica pubblica, che riguarda tutti i cittadini.

Intanto, dalle cifre comunicate dal Vicesindaco Rossi, (tolti i 2 necessari alle ambulanze) ognuno di quei 15 stalli costerà oltre 1000 € l’uno e per recuperare la spesa dovranno trascorrere almeno 4 estati. Non è poco!

Ma quei 15 posti ricavati in maniera apparentemente improvvisata vanno inquadrati nel piano del Sindaco Brandoni e dell’Assessore Astolfi di concedere per 25 anni la gestione di tutti i parcheggi a pagamento di Falconara alla Società che costruirà il multipiano alla stazione ferroviaria, anch’esso di proporzioni megalomani!

Dimensioni tanto esagerate che  per rientrare dall’investimento alla Società proponente dovrà essere garantito l’incasso 25ennale di tutti i parcheggi di Falconara aspetto che avrà una pesante ricaduta sull’interesse pubblico: la viabilità di Falconara si ritroverà ingessata ed inamovibile per 25 anni proprio per garantire un profitto privato!

Ecco che allora per il trio Brandoni/Astolfi/Rossi sradicare quei 350 mq di vegetazione ha un valore puramente economico che cancella il valore d’uso finora svolto per i cittadini lì residenti: trattenimento di una parte delle polveri metalliche della ferrovia e di una parte di quelle prodotte dal traffico automobilistico, parziale schermo – esteticamente gradevole –  tra le abitazioni di via Flaminia e la ferrovia!

Il Vicesindaco Rossi, per giustificare l’attitudine da Unno, si è affrettato a farci sapere che in quello spazio sono state trovate delle siringhe, argomentazione che lo indurrebbe a radere al suolo metà delle aree verdi!

In realtà, lo ribadiamo, il sacrificio di quella storica macchia di alberi e arbusti è la conseguenza di una politica della viabilità e dei parcheggi disastrosa che invece di riprendere in mano l’intera faccenda e programmarla negli anni, la affida agli appetiti imprenditoriali che, in questo caso, nulla hanno a che fare con l’interesse pubblico.

E quando Cittadini in Comune parla di riprendere in mano la questione parcheggi, intende far rientrare nella cassa comunale anche quegli oltre 100.000 € all’anno attualmente lasciati alla Società di gestione dei parcheggi a pagamento, superare le rigidità dell’affidamento in gestione e poter modulare il costo orario, poter programmare quanti stalli servono senza costruire inutili cubi di cemento armato!

Staff della Lista Civile Cittadini in Comune

Commenti

4 Commenti a “Distrutti 350mq di verde pubblico per 15 posti auto necessari 2 mesi all’anno! La Giunta Brandoni flagella Falconara e la consegna agli interessi privati con il megalomane parcheggio della stazione fs!”

  1. Carlo Brunelli il 9 Agosto 2012 18:08

    A Falconara si può a ragione parlare di una “questione urbanistica” che meriterebbe di essere affrontata in una assemblea pubblica. Dopo la variante di Montedomini, la cancellazione dell’area verde di via Friuli per spazio a nuove palazzine, la previsione di nuove lottizzazioni a Falconara alta nelle aree destinate a parco dal PRG, la demolizione ingiustificata delle case operaie della ex Montedison, ora è la volta dei pochi spazi verdi della parte più densa della città… e già si pensa al maxiparcheggio della stazione e all’arrivo del by-pass. Dobbiamo fermare questo massacro!

  2. Massimo DE PAOLIS il 10 Agosto 2012 10:28

    E questo provvedimento, purtroppo, non è davvero sporadico e occasionale !!
    A parte le opere ricordate dall’architetto Brunelli, cosa dire sulla decisione di realizzare un By-Pass ferroviario (comunemente chiamato By-Pass API) che “STUPRA” [LETTERALMENTE STUPRA] una delle aree più amene di questa città, una delle aree più verdi di Falconara Marittima!
    Quest’opera oltre a realizzare un’altra barriera sul fiume Esino, a distruggere due avviate Aziende, fonti anche di lavoro, e pregiudicare la tranquillità in un’area, con fossi, a rischio di esondazione, (dove è stato proibito perfino di realizzare un impianto di fotovoltaico), COSTITUISCE UN IMPORTANTE POLMONE PER FALCONARA contro l’inquinamento atmosferico, (le cui VARIE fonti tutti conosciamo), costituito da un parco (quello del cormorano) per il quale sono stati spesi “tanti soldini” e meta di molti cittadini, da una vasta e curata area verde denominata “Arboreto Didattico”, da un’area fluviale, da vasta vegetazione e numerose piantumazione ricche.
    ATTESO TUTTO QUANTO SOPRA, alla luce di questi provvedimenti adottati e/o avallati dalla Amministrazione Comunale, io mi domando se gli Amministratori che ci governano e gli organi di controllo su di esse prendano nella dovuta considerazione tutti i risvolti gravemente negativi che scaturiscono da tali lavori, interventi e operazioni intraprese

  3. Staff il 12 Agosto 2012 09:24

    Pubblichiamo quanto ricevuto da una cittadina falconarese. Staff CiC

    Gentili CiC,
    al Pergoli l’estate scorsa si fece una riunione per sentire i cittadini sul fare o meno un parcheggio al parco Kennedy.
    Il comitato che si costituì per quell’occazione si prese l’impegno di tenere pulito il parco e protestò a gran forza la realizzazione del parcheggio nello stesso sito.
    In quella sede venne fuori la proposta di fare il parcheggio proprio nella zona Disco perchè tanto quell’area era inutilizzata, sporca, piena di bivacchi e di tossicodipendenti. Insomma un’area inutilizzata, meta di proprietari di cani che facevano fare i bisogni alle proprie bestiole lasciando i ricordini sul selciato e rendendolo , di fatto, impraticabile.
    In quella riunione tutti erano abbastanza d’accordo nella realizzazione del parcheggio nel sito che riguarda l’articolo. Furono proprio i cittadini a proporlo al Sindaco, in grande maggioranza. Io ero presente alla riunione.
    Ora il Sindaco non mi sta simpatico, ultimamente lancia idee idiote (inceneritore e forno crematorio) oltre che fasciste, ma questa è stata un’idea di molti cittadini che volevano salvo il Parco Kennedy e un parcheggio più centrale, utile anche nei giorni di mercato.
    Dunque, a onor del vero, questa volta non mi sembra tutta colpa del sindaco.

  4. Staff il 13 Agosto 2012 08:49

    Non credo che ci debba essere per forza contrapposizione nella ricerca di soluzioni.
    Piuttosto sottolineerei che c’è chi usa la furbizia piuttosto che l’acume per piegare alle proprie finalità idee che legittimamente i cittadini esprimono.
    Mi riferisco alla furbata dell’Amministrazione comunale che ha annesso l’idea espressa dai difensori del parco Kennedy all’interno del suo obiettivo di devolvere tutto il sistema dei parcheggi in mano ad un privato per 25 anni!
    Cioè, più parcheggi a pagamento ci sono per chi gestirà il sistema nei prossimi 25 anni e più alta è la probabilità di portare in porto il maxiparcheggio della stazione e ciò che verrà!
    Magari il trio Bandoni/Astolfi/Rossi venderanno l’asfaltatura del giardinetto in questione come conseguenza dell’ascolto dei cittadini!
    Un pessimo esempio di democrazia e partecipazione!
    Sarebbe stata un’altra musica se, ad esempio, l’idea del comitato Kennedy fosse stata posta come una tra altre proposte che doveva essere discusse … C’è stato un processo di valutazione civica di altre soluzioni, con i pro e i contro? Non mi sembra.
    Ma sto sul concreto e lancio subito una semplice idea nata dall’osservazione, osservazione che dovrebbe essere la minima base di partenza di un’Amministrazione comunale e di un dibattito partecipato per trovare soluzioni.
    Sabato 11 Agosto, nel bel mezzo delle ferie, dalle 14,30 circa in poi ho osservato che in 3 diverse fasce orarie del pomeriggio ci sono stati 16 stalli inoccupati – lato ferrovia – nel tratto della Flaminia che va da via Caprera al sottovia di via Italia. Altri sparsi – sempre lato ferrovia – ce n’erano in zona ex Caravella!
    Dobbiamo decidere: o si asseconda l’abitudine devastante dell’automobilista di voler parcheggiare a non più di 10 metri dalla propria meta, oppure si fa in modo che quegli oltre 16 stalli vuoti siano occupati. Una Amministrazione avveduta capirebbe che per far occupare anche quegli stalli dovrebbe magari differenziare il prezzo (dimezzandolo o riducendolo ad 1/3 del costo intero, o addirittura azzerandolo!). Scommettiamo che riempiamo anche quegli stalli e che non ci sarebbe necessità di abbattere e spianare per comodi parcheggi a 10 metri dalla spiaggia?
    Ma finchè si continuerà a dare in appalto i parcheggi (e far guadagnare altri!) qualsiasi Amministrazione comunale non sarà libera di gestire come vuole – e al meglio per tutti – i parcheggi … Come sai, chi gestisce i parcheggi deve incassare e, dunque, è sordo a qualsiasi riduzione o agevolazione a favore dell’automobilista e/o del commerciante, bagnino, dell’interesse pubblico, ecc.
    Vedi che la questione è più complessa e bisogna diffidare di una Amministrazione chiusa al confronto ma che furbescamente realizza la prima idea – quella sì disinteressata e frutto di sincera voglia di risolvere! – lanciata da un gruppo di cittadini!
    Comunque, riguardo al giardinetto di via Flaminia, non sono d’accordo nel punire tutti gli altri cittadini perché ci sono maleducati possessori di cani che li fanno cacare ovunque. … Si sanzionino i maleducati evitando di accollare a tutta la comunità il costo della loro impunità: 15 posti auto a oltre 1000 € l’uno – deserti per 10 mesi e occupati tutto luglio e fino al 20 di agosto – mi sembra scorretto! I cani continueranno a cacare felici e contenti dove capita ed i proprietari maleducati continueranno ad essere impuniti!
    Loris

Rispondi

You must be logged in to post a comment.