ENJOY FALCONARA, nota dell’Arch. Carlo Brunelli sull’urbanistica in cambio di denaro…

Scritto il 23 Febbraio 2012 
Pubblicato su Comunicati Lista Cittadini, Infrastrutture e Territorio

Pubblichiamo e condividiamo l’analisi-commento che l’Arch. Carlo Brunelli ha pubblicato sul suo blog riguardante le prospettive urbanistiche illustrate dal Sindaco e Assessore all’Urbanistica di Falconara nella riunione di ieri 22 febbraio 2012.

Staff CiC

Enjoy Falconara!

la ruota Brandoni

Circa duecento lettere sono state inviate nei giorni scorsi ad altrettanti cittadini falconaresi, invitati a partecipare ad un incontro avente per tema l’urbanistica della città ed in particolare il progetto dell’amministrazione per una variante relativa alla collina di Falconara Alta.
L’invito faceva seguito al bando del 2010 ed ai numerosi incontri preliminari che avevano creato una grande aspettativa sul disegno urbano che sarebbe stato elaborato dopo l’intervento di esperti, le verifiche degli uffici, le riflessioni della giunta…
Anch’io sono salito al Castello, nella sala del Leone piena di gente, pensando che finalmente a Falconara si sarebbe tornati a parlare di pianificazione….E invece si trattava di una Lotteria!
Si avete capito bene, una lotteria, di quelle basate tutte sulla fortuna e che ad ogni passaggio eliminano un pò di concorrenti e chi arriva alla fine si porta a casa il bottino.
Di tutti i discorsi, pur farraginosi, fatti nei mesi precedenti non è rimasta traccia. E’ avvenuto che, a sorpresa, è uscito il jolly della nuova legge urbanistica che blocca per due anni le varianti sulle aree agricole. Cosi chi sta nella zona agricola ha perso e chi sta nel verde ha vinto e ha passato il turno, proprio come in una roulette quando esce il rosso o il nero.
Avrei voluto dire qualcosa. Avrei voluto obiettare che lo spirito della legge mira a impedire nuove occupazioni di suolo e che, da questo punto di vista, chi ha redatto il PRG nel collocare una vasta area a destinazione verde sotto via 8 marzo o sotto il bosco di Villa Terni aveva voluto preservare quelle aree proprio da processi di edificazione. Avrei voluto dire che quasi tutte le aree individuate, oltre ad essere destinate a verde, sono in frana (si veda il catalogo delle frane dell’ISPRA). Avrei voluto dire che sviluppare una città su un versante senza prevedere un riassetto viario è una follia e che follia è pensare a nuove lottizzazioni oggi, quando interventi già avviati sono fermi per mancanza di domanda…
Avrei voluto dire qualcosa da architetto, ma dalla bocca mi è uscita solo una domanda rivolta a me stesso con un filo di voce: “che cosa ci faccio io qui?”.
La ruota della fortuna non ha bisogno di architetti, o di urbanisti o di esperti nel disegno delle città. Ha bisogno solo di concorrenti mossi dal desiderio di “fare il colpo”, di diventare milionari per grazia ricevuta, e per i quali tutto il resto non conta. Forse necessita qualche esperto in beni immobiliari, qualche sensale, ma non altro. E’ un pò la stessa situazione che si è creata nella finanza. Gente che gioca, che scommette, che si sfrega le mani quando il vicino perde, quando la Grecia va in default, ebbri di competitività e di gioco come in una infinita Las Vegas.
“Che ci faccio io qui?” continuavo a chiedermi spaesato, e guardavo il Sindaco Brandoni, splendido, perfettamente a suo agio nelle vesti del croupier: “rien va plus! fate il vostro gioco! la posta in gioco è sempre più alta! i migliori terreni di Falconara e tante belle villettine! Giocate signori! Giocate la fortuna!
Arch. Carlo Brunelli

Commenti

5 Commenti a “ENJOY FALCONARA, nota dell’Arch. Carlo Brunelli sull’urbanistica in cambio di denaro…”

  1. le colporteur il 23 Febbraio 2012 19:09

    Complimenti per l’articolo.
    E’ abberrante edificare ancora una Città che sarà oggetto di ulteriori rischi per il rigassificatore che si vuole fare nonostante la volontà popolare.
    Sono residente a Falconara Marittima ma domiciliata in Ancona ho partecipato a tutte le varie manifestazioni e nessuno, fra gli amministratori pubblici, ancora a compreso che non si può “rubare suolo” anche e soprattutto quanto un’area vastissima sarà inospitale e rischiosa per l’uomo.

  2. Massimo DE PAOLIS il 24 Febbraio 2012 12:51

    Complimenti per l’articolo.
    ….commenti !!!! ?????? e che commenti si possono fare quando un’amministrazione, pur cambiando dirigenti,guida,non cambia direzione, indirizzo, “rotta” aggiunge errori ad errori, con il grave rischio di accumulòare danni su danni !!
    Ma, per esempio, i danni causati dalle avverse condizioni e alluvioni straripamenti di fiumi e torrenti verificatisi in tutta Italia ed anche qui nelle Marche e QUI A FALCONARA !!!! MA NON INSEGNANO PROPRIO NULLA “!!!!!!!!!!!!!!!!

  3. Roberto il 26 Febbraio 2012 19:25

    Giorni fa nella cassetta delle lettere ho ricevuto una busta indirizzatami dal Comune di Falconara con timbro del 15.02.2012. Si trattava di una busta non sigillata e in aggiunta priva di contenuto. Sul momento ho pensato si potesse trattare di una comunicazione generica e rivolta a tutti comunque il fatto che fosse aperta mi aveva un po’ sorpreso, che fosse priva di contenuto invece ho provato a giustificarlo…cose che capitano mi sono detto. Il fatto mi aveva comunque incuriosito, così ho provato a chiedere alle altre famiglie del condominio se avessero ricevuto anch’essi qualcosa ma…niente, loro no. Sarà un caso o forse ero uno dei 200 invitati? Chi può dirlo? Comunque, a chi legge, se avete ancora la busta chiedo per curiosità di sapere che data riportava il timbro dell’invito da voi ricevuto. Grazie.

  4. piero il 9 Novembre 2012 15:19

    Ipocrita.

  5. Carlo il 20 Novembre 2012 09:25

    x piero: a chi o a che cosa è riferito il termine “ipocrita”? Spiegati meglio.

Rispondi

You must be logged in to post a comment.