Cittadini in Comune si astiene nell’approvazione del Regolamento per il Servizio di Assistenza Domiciliare poichè il Comune introduce elementi che prefigurano tagli al Servizio in corso d’opera.

Scritto il 29 Dicembre 2010 
Pubblicato su Comunicati Lista Cittadini, Consigli Comunali, Salute e sicurezza

Nel Consiglio Comunale del 28/12/2010 la Lista Civile Cittadini in Comune si è astenuta nella votazione sull’adozione del Regolamento per il Servizio di Assistenza Domiciliare (SAD).

Non potevamo opporci all’adozione del Regolamento per rispetto dei cittadini utenti che necessitano del Servizio e lo attendono.

Opposizione che sarebbe stata più che legittima nei riguardi di una Amministrazione Comunale maldestra ed incauta il cui obbiettivo sembra più quello di tenere i cittadini utenti alla larga dal SAD piuttosto che favorirne l’accesso.

In fondo la Regione Marche, meritoriamente, ha tamponato tutti gli odiosi tagli del Governo Berlusconi nei confronti dei servizi sociali ed il Comune di Falconara non avrà alcun decremento di trasferimenti economici da parte della Regione Marche per servizi come il SAD!

Pertanto spicca l’arroganza con cui l’Amministrazione Brandoni ha introdotto norme che preludono a possibili tagli nell’erogazione del SAD.

Tutto, ovviamente, viene ipocritamente giocato sul sottile significato delle parole, e questa sorta di “gioco da vocabolario” (Scarabeo? Paroliere?) alla Lista CiC risulta particolarmente detestabile perché poi il tutto andrà a coinvolgere persone con problemi di vita quotidiana.

Il punto riguarda l’art. 8 del Regolamento SAD laddove, nella formulazione originaria era scritto:

Il SAD può essere ridotto o ampliato, nel numero delle ore e delle prestazioni erogate, sulla base della verifica dell’assistente sociale in relazione alle necessità dell’utente ed alle risorse disponibili in bilancio“.

CiC, in Commissione Consiliare VI del 27/12, aveva contestato la pericolosità della riduzione del SAD in corso d’opera per motivi di bilancio senza che la riduzione fosse compensata da altri servizi alla persona (per esempio se si tolgono 2 ore di SAD esse dovrebbero essere compensate con 2 ore di Assistenza Domiciliare Integrata).

La contestazione di CiC aveva portato la Commissione VI alla concorde modifica della formulazione nel modo seguente: Il SAD “può essere ridotto solo qualora si attivino servizi professionali compensativi“!

verbale Commissione Consiliare VI pag 1       verbale Commissione Consiliare VI pag 2

L’arroganza dell’Amministrazione Brandoni e della sua maggioranza del PdL ha irriso l’accordo raggiunto in Commissione Consiliare ed ha stravolto il tutto nel modo seguente:

Il SAD può essere modificato sulla base della verifica dell’assistente sociale in relazione alle necessità dell’utente ed alle risorse disponibili in bilancio e migliorato nel numero delle ore e delle prestazioni erogate in concomitanza con l’avvio di altri servizi specialistici.

E’ evidente che la nuova formulazione fa rientrare dalla finestra ciò che era stato fatto uscire dalla porta! Infatti:

Sono sottigliezze lessicali che peseranno sulla vita reale di persone non certo fortunate!

Loris Calcina (capogruppo consiliare Lista Civile Cittadini in Comune – Falconara M.ma)

bozza Regolamento SAD pre Commissione Consiliare

il Regolamento SAD portato in Consiglio Comunale da Amministrazione e PdL

Commenti

Un Commento a “Cittadini in Comune si astiene nell’approvazione del Regolamento per il Servizio di Assistenza Domiciliare poichè il Comune introduce elementi che prefigurano tagli al Servizio in corso d’opera.”

  1. claudio paolinelli il 30 Dicembre 2010 12:52

    Approfitto degli auguri di buon anno per ringraziare gli amici della Lista Cittadini in Comune per l’enorme lavoro svolto in consiglio comunale in questi anni, comprendendone lo sforzo e l’impegno quotidiano.
    Auguri di serenità.
    claudio paolinelli

Rispondi

You must be logged in to post a comment.