ARRETRAMENTO FERROVIA ADRIATICA: BENE I Presidenti CASAGRANDE E RICCI! ORA BLOCCHIAMO IL BYPASS FERROVIARIO API E DIROTTIAMO I 260 Milioni di euro SUL PROGETTO DELLE PROVINCE.

Scritto il 28 Maggio 2010 
Pubblicato su Comunicati Lista Cittadini, Infrastrutture e Territorio

Treno  metropolitana  metro leggera o tranvia veloce

La Lista Civile Cittadini in Comune concorda senza riserve con la scelta strategica di puntare all’arretramento della ferrovia adriatica indicato dai Presidenti delle Province di Ancona e di Pesaro/Urbino.

Cittadini in Comune ritiene che in questa prospettiva, ora, la partita più urgente da chiudere è bloccare il pessimo – trasportisticamente e territorialmente – progetto di spostamento di RFI/Regione Marche/Comune di Falconara M.ma: il cosiddetto bypass ferroviario API!

Ora è necessario che due Province come Ancona e Pesaro/Urbino agiscano politicamente affinché il denaro previsto per il cosiddetto bypass ferroviario API – 260 Milioni di Euro – sia destinato come prima porzione dell’investimento necessario per l’arretramento della ferrovia adriatica secondo il modello già elaborato nel 2004 dall’Ing. Giuseppe Marconi per conto della Provincia di Ancona.

Ma, ci permettiamo di suggerire ai Presidenti Casagrande e Ricci, ora le Amministrazioni che guidano devono fare anche lo sforzo di comunicazione tra i cittadini e le categorie economiche delle città rivierasche per far capire e coinvolgere la popolazione in quella che deve essere una svolta epocale nel sistema infrastrutturale e nell’economia della Regione Marche.

Fino ad oggi lo hanno fatto soltanto i Comitati e le Associazioni di cittadini: ora tocca anche a Loro!

Loris Calcina (capogruppo consiliare Lista Civile CITTADINI in COMUNE – Falconara M.ma)

Commenti

Rispondi

You must be logged in to post a comment.