OIL: IL FILM CHE CI RIGUARDA DA VICINO E CHE I PETROLIERI VORREBBERO SEQUESTRARE! Falconara M.ma 5 Maggio, primo spett.H17:30 secondo spett.H21:15

Scritto il 3 Maggio 2010 
Pubblicato su Comunicati Lista Cittadini

La Lista Civile Cittadini in Comune e l’Associazione Comitato Villanova  

INVITANO

alla proiezione del film di Massimiliano Mazzotta

“OIL”

CENTRO CULTURALE P. PERGOLI – Piazza MAZZINI, Falconara M.
MERCOLEDI’ 5 MAGGIO, due proiezioni h. 17,30 e h. 21,15

Saranno presenti il Regista ed il dott. Annibale Biggeri

Il consigliere comunale della Lista Civile : Loris Calcina
Il Presidente dell’Associazione Comitato Villanova: Alfredo Campanelli

 

OIL: una storia che noi falconaresi abbiamo vissuto e continuiamo a vivere ogni giorno!

oilOIL è un film documentario sulla ‘Saras’ di Sarroch (CA), di proprietà della famiglia Moratti, e delle altre industrie che le sono nate attorno in un tessuto in precedenza agro-pastorale. La nuova raffineria, come la nuova frontiera del progresso e della modernità, doveva far uscire la Sardegna dall’arretratezza nella quale si trovava. Le interviste agli operai e ai dirigenti aziendali, ai Moratti e agli abitanti di Sarroch dicono cose diverse. C’è una realtà di degrado ambientale, di malattia e di morte che viene a galla dai racconti degli operai e di chi vive e lavora in quelle zone e dai dati scientifici dei ricercatori dell’Università di Firenze guidati dal Prof. Biggeri. Contestualmente scorrono le immagini dei Moratti che, nell’anniversario di fondazione della Saras, snocciolano i dati del loro successo, pare refrattari alle conseguenze di questo successo.

L’effetto è molto forte, la distanza tra questi due mondi sembra incolmabile.

Il corollario, come detto, è una realtà dove nessuno muore più di vecchiaia.

Il compito del film è quello di stimolare la discussione, non dare giudizi.

Un montaggio molto efficace mantiene l’attenzione vivissima ed è impossibile non restare colpiti da quanto si vede e si sente

OIL ha ricevuto moltissime “attenzioni” da parte della SARAS la quale ha esercitato pressioni per impedirne la proiezione, ha scatenato i propri legali che hanno chiesto al tribunale di Cagliari di inibire “l’ulteriore proiezione, comunicazione e diffusione del documentario.

Staff Lista CiC

Commenti

Rispondi

You must be logged in to post a comment.