ASSESSORE ASTOLFI, SE NE VADA.

Scritto il 22 Dicembre 2008 
Pubblicato su Comunicati Lista Cittadini

L’Assergente CLICCA QUI per leggere le dichiarazioni dell’Assergente (Resto del Carlino, 21 Dicembre 2008)

ASSOCIAZIONI CHE NON HANNO RAGIONE DI ESISTERE

firmato: Matteo Astolfi,
Assergente al Patrimonio del Comune di Falconara Marittima!

Siamo al delirio di onnipotenza, allo straparlare da “bullo” di un ragazzotto gonfio di testosterone, oppure siamo di fronte ad un Amministratore che tenta di abusare del proprio potere? L’inaudita affermazione dell’Assergente al Patrimonio, il nazionalalleatodelpopolodellelibertà Matteo Astolfi, secondo il quale ci sono “associazioni che non hanno ragione di esistere“, si apre a due possibilità:

Matteo Astolfi dovrebbe impacchettare le sue cose e lasciare l’incarico da Amministratore!

Il Sindaco Brandoni dovrebbe invitarlo a lasciare l’incarico, per la credibilità dell’Amministrazione che guida, dato che ora, con quella intervista, gli altri componenti della Giunta sono a conoscenza del pregiudizio del loro collega Matteo Astolfi!

Infatti la gravità dell’affermazione dell’amministratore di Alleanza Nazionale/PdL è moltiplicata dal fatto di non conoscere – perché non ancora presentata – tutta la documentazione che ogni associazione di volontariato sarà tenuta ad inviare all’Amministrazione nei prossimi mesi (bilancio e relazione sulle attività svolte e sui progetti futuri).

Per questo le uniche basi su cui si può fondare l’affermazione dell’Assergente Matteo Astolfi sono o un’antipatia personale o un pregiudizio culturale verso quelle che ritiene a prioriassociazioni che non hanno ragione di esistere“!

La domanda conseguente è inevitabile:
Quelle “associazioni che non hanno ragione di esistere” come saranno giudicate da una Commissione dove sarà presente Matteo Astolfi quando, fiduciose nell’imparzialità degli Amministratori, presenteranno i loro magri bilanci e i loro progetti (realizzati e futuri)?
Anche perché tutta la questione che riguarda le associazioni di volontariato è in mano dell’Assergente al Patrimonio piuttosto che dell’Assessore alla Cultura, Stefania Signorini, che tace sull’argomento…Come fosse un argomento di contabilità piuttosto che di PATRIMONIO CULTURALE, ARTISTICO E SOCIALE DI FALCONARA!

Loris Calcina

Gli articoli capestro del Regolamento:
articoli capestro 7 8 9 del Regolamento
articoli capestro 9 10 11 del Regolamento
articoli capestro … 11 del Regolamento

Commenti

4 Commenti a “ASSESSORE ASTOLFI, SE NE VADA.”

  1. roberto il 24 Dicembre 2008 01:36

    Cons. Calcina, lei non è presidente del “comitato quartiere villanova”?il suddetto comitato non è in possesso di alcuni locali della ex scuola lorenzini e dell’ex tiro a volo?con quale titolo utilizzate questi locali a spese dei contribuenti?quali sono le attività svolte dal vostro comitato?qual’è il valore aggiunto che porta la sua associazione alla collettività?esistono più di 50 associazioni nella nostra città e con quale titolo la vostra ha più diritto di un altra magari che fa assistenza sociale e che non ha mai avuto nemmeno un buco da parte del comune?….riflettete concittadini, riflettete……

  2. Loris il 24 Dicembre 2008 10:01

    Gent. Roberto, non voglio eseere polemico poichè, al contrario, è importante che si capiscano come stanno le cose! Attualmente sono solo associato del Comitato Villanova, il Presidente è il Sig. Campanelli Alfredo dal Luglio scorso. In pratica per il periodo in cui ricoprirò l’incarico di Consigliere non ricoprirò quello di Presidente dell’Associazione. Per quanto riguarda le attività sociali e rivolte alla città il Comitato, per esempio, anche questa estate e con Amministrazione di altro colore rispetto al passato, HA ORGANIZZATO GRATUITAMENTE E CON IL SOLO PATROCINIO NOMINALE DELL’AMMINISTRAZIONE SERATE DI MUSICA E TEATRO PRESSO IL GIARDINO DELLE EX LORENZINI (le serate erano inserite nel programma estivo del Comune). L’Associazione ha sempre pagato quello che le è stato chiesto (quota stabilita dalla Jessie Owens per il locale all’ex tiro a volo e TARSU per le ex Lorenzini) ed ha usufruito di locali assegnati dietro richiesta scritta. Però preciso che la mia opposizione di Consigliere al Regolamento RIGUARDA SOLO L’AFFITTO! Noi CONCORDIAMO NEL FAR PAGARE UTENZE E ASSICURAZIONE! Non è poco, mi creda… Abbiamo quantificato che queste due voci incideranno intorno agli 800 – 1000 €/anno, e qualsiasi associazione di volontariato farà già fatica a disporre di queste cifre dato che quasi altrettanto dovrà reperire per le attività da svolgere (solo le 7 serate organizzate questa estate dal Comitato Villanova sono costate tra SIAE, pedana spettacoli, pubblicità, ospitalità musici e tetranti 600 €). Tenga inoltre presente che il Regolamento che ho osteggiato e continuerò ad osteggiare E’ NATO CON IL CENTRO SINISTRA DI RECANATINI, E NOI (allora come Comitato)LO ABBIAMO ATTACCATO DURAMENTE! Perchè crede che è nata una Lista Civile che si è astenuta e non ha votato Lodolini al ballottaggio? Anche per questo, oltre che per altre puzzonate nate lì (come la Variante di Castelferretti o la Quadrilatero oppure il bypass API). Ma quello che mi preme spiegare è che se una Amministrazione (di sinistra o destra) destina, con Atto formale, una struttura a POLO CULTURALE non può chiedere L’AFFITTO poichè lo scopo riconociuto con quella destinazione a Polo Culturale è pubblico, sociale, rivolto alla intera comunità. Infatti alle Lorenzini c’è l’UNITRE, 4 Ass. di Teatro, due classi di lingua italiana per immigrati ed il comitato Villanova… Tutti hanno fatto e stanno facendo qualcosa per la città GRATUITAMENTE… come questa estate! Ecco, avrei preferito che piuttosto che obbligare l’AFFITTO si OBBLIGASSERO le ATTIVITA’ PER LA CITTA’ ora svolte spontaneamente!
    Come Lista Civile, nell’ultimo Consiglio, avevamo aderito alla mediazione di Clemente Rossi e dello stesso Sindaco Brandoni… c’era margine per mettersi d’accordo! Purtroppo è andata come Lei stesso sa!
    Buone Feste!
    Loris Calcina

  3. franco il 2 Gennaio 2009 21:02

    peccato che per la vostra “coerenza” probabilmente avremo altre centrali a Falconara

    Perchè crede che è nata una Lista Civile che si è astenuta e non ha votato Lodolini al ballottaggio?

  4. Roberto il 5 Gennaio 2009 12:45

    Altre due centrali Franco non le avremo, perchè i cittadini di Falconara su questo tema non si meritano nessuna divisione e sono stanchi del fatto che si continui a guardare indietro. Ora occorre dialogo e confronto per risolvere i problemi (vedi risultati dello studio EPIDEMIOLOGICO). Pertanto oltre a dire che le scorse elezioni sono andate come sono andate per una serie di motivazioni e che occorrerebbe una presa di coscienza dei perchè e troppo comodo è stato scaricare la colpa su questo o quelli, non intendo aggiungere altro. C’è così tanto da fare per Falconara. Occorre creare le condizioni per un dialogo serio propositivo e allargato che guardi al futuro e che non sia prevaricato dagli interessi dei singoli gruppi di appartenenza. Per il centrosinistra (nelle sue varie componenti) il tunnel sarà ben più lungo di quanto alcuni superficialmente pensano se non si sarà realmente disposti a condividere un percorso. E’ FINITO il tempo del: “io penso, decido e faccio poi voglio vedere come si giustificheranno se non mi vengono dietro” è proprio a Falconara che serve un’altra impostazione per ripartire, non solo al centrosinistra. Anche noi come cittadini è ora di finirla con queste VECCHIE logiche. Se veramente teniamo alla nostra città e al nostro territorio sforziamoci di capirlo e saremo già un pezzo avanti. Buon 2009 e buona ricostruzione a tutti.

Rispondi

You must be logged in to post a comment.