QUEL PONTE SUL MARE…

Scritto il 17 Dicembre 2008 
Pubblicato su Comunicati Lista Cittadini

per servirla siòreL’ultimo Consiglio Comunale è stato interrotto per dare modo all’Arch. De Romanis di presentare il  progetto di un ponte per collegare Ancona con…. Zara, partendo alla ex-Montedison di Falconara. Un progetto, a detta dell’autore, che proietterebbe Falconara in una prospettiva di nuova “centralità”, di sviluppo e di ricchezza.

Non entro, per educazione, nel merito del progetto. Dico sole che mi ha fatto venire in mente quella scena di un film di Woody Allen nella quale, alla domanda: “Quanti rapporti sessuali ha avuto?” lui risponde “Nesssuno, ma ho fatto tantissimo allenamento…”.

Una grandiosa esercitazione autoreferenziale, come fosse una tesi di ingegneria che mostra cosa sarebbe possibile fare oggi, in teoria, grazie alla tecnica.
Spesso però l’eccessivo innamoramento per la potenza della tecnica porta a ritenere che una cosa vada fatta in quanto possibile, a prescindere dalla sua opportunità. Un pensiero drogato che ha già portato all’olocausto, agli eccidi in Cambogia, alla bomba su Hiroshima, ai cambiamenti climatici.

Ma il problema, dicevo, non è tanto nell’auto-erotismo progettuale dell’Arch. De Romanis.
Il problema, veramente drammatico, è l’accreditamento che quella esercitazione ha avuto come “proposta di valore strategico”.

E’ evidente che l’Arch. De Romanis ha degli sponsors importanti perchè nessun studente universitario riuscirebbe a farsi pubblicare una tesi con tanto di plauso dichiarato di rettori universitari, presidenti di ordini professionali, politici di alto rango e rappresentanti di associazioni economiche. Probabilmente questi sponsors hanno qualcosa a che fare con la proprietà della ex Montedison e con i consorzi bianco-rossi degli allevatori emiliano-romagnoli.

Per via della potenza degli sponsors, un progetto che qualsiasi persona di buon senso definirebbe una “boiata pazzesca” sul piano della concretezza e strategicità, viene valutato con estremo interesse da un’intera classe dirigente regionale.
Spaventa doversi accorgere da chi siamo governati: personaggi senza dignità, disposti a dire e fare di tutto pur di leccare la mano del padrone, pur di assecondarne le voglie.

Sinceramente pensavo che almeno il sindaco Brandoni fosse un po’ diverso da questi.   Pur avendo idee politiche molto diverse dalle sue, gli ho sempre riconosciuto una sua coerenza ed una certa disponibilità a valutare le questioni sul piano della concretezza.
Invece mi accorgo con disappunto, che è come gli altri e in mezzo agli altri: scrupoloso obbediente agli ordini di partito, nel lottizzare gli enti, nell’avere un particolare riguardo per gli amici. Servitore del partito o di qualsivoglia circolo di potere, vista la trasversalità politica che si riscontra in certe “genuflessioni di massa”.

Ma il Consiglio comunale è un’istituzione seria, e il difficile momento di Falconara impone ancor più rigore etico prima ancora che politico. Utilizzare la sala consiliare, sospendere un Consiglio e far perdere tempo ai consiglieri per una “marchetta” dovuta a qualche ignorante e squallido potentato non è affatto serio, nè eticamnete sostenibile.

Un Sindaco deve servire il popolo e non altri, come in questi oscuri giorni ricorda lo stesso presidente Napolitano. Altrimenti può essere definito in tanti altri modi: piazzista, portaborse, commesso… ma non Sindaco.

Carlo Brunelli

Commenti

4 Commenti a “QUEL PONTE SUL MARE…”

  1. matteo il 18 Dicembre 2008 11:25

    Ebbi già la “fortuna” di conoscere questo progetto, a dir poco delirante, quando ero uno studente di ingegneria ad Ancona, poi venuto a conoscenza della presentazione in Consiglio Comunale rimasi alquanto interdetto e contrariato. In questo momento, più che in passato, occorrono idee e progetti realizzabili e cantierabili in breve tempo, opere di partenariato pubblico privato che possano essere finanziariamente sostenibili, opere che vadano a vantaggio della collettività e dell’ambiente.
    L’Italia non è stata ancora capace di fare un ponte di qualche chilometro tra la Sicilia ed il continente, ma si parla di ponte Ancona-Zara. C’è qualcosa che non va…..
    Saluti
    Mat

  2. Sauro il 21 Dicembre 2008 11:26

    Vi invito soltanto a leggere questa pagina del sito http://www.anconanostra.com; risale al 2004, ma questa “cosa” gira da un pezzo.
    Bellissimo il richiamo a Woody Allen

  3. Sauro il 21 Dicembre 2008 11:26
  4. safe generic Priligy in Portsmouthpharmacy Priligy mastercard fedex in Staithes il 31 Marzo 2015 03:18

    [url=http://gettruepriligynow.com/]online purchase Priligy online overnight delivery cod Grand Prairie[/url] cheap Priligy ofloxacin in internet fast delivery at Bolventor

Rispondi

You must be logged in to post a comment.