La calunnia è un venticello…

Scritto il 18 Agosto 2008 
Pubblicato su Comunicati Lista Cittadini

“Ancora una volta assisto con sdegno ad un meschino tentativo di attacco personale nei miei confronti da parte di esponenti del gruppo consiliare del PdL falconarese. Attacchi che sono iniziati dopo le mie dimissioni da consigliere, come dire “dietro le spalle”, vigliaccamente.Attacchi che denotano tutta la debolezza e l’inconsistenza di un’amministrazione che tenta di celare la propria incapacità a governare dieitro la demonizzazione dell’avversario.

Evidentemente do fastidio. Evidentemente noi di Cittadini in comune diamo fastidio perchè conosciamo la verità e vogliamo che anche la “gente” la conosca.

L’affermazione del consigliere Luongo circa la “stranezza che vedeva un assessore all’urbanistica che contemporaneamente firmava dei progetti edilizi (Città Verde).” è imbecille prima ancora che falsa.

Sappia il presidente della seconda commissione che per questa affermazione potrei querelarlo, ma preferisco, se possibile, tentare di fargli capire la gravità della sua affermazione, tentare di educare là dove si manifesta una sua maleducazione.

Sappia il presidente della seconda commissione che non esiste legge, per ovvi motivi di rispetto degli impegni assunti, che impedisca ad un professionista di mantenere in essere i rapporti di lavoro iniziati prima dell’assunzione di un incarico politico-amministrativo.

Sappia il presidente della commissione che nonstante ciò – per amore di chiarezza – ho preferito rinunciare a presentare qualsiasi progetto a Falconara a partire dal giorno dell’accettazione dell’incarico assessorile, la qual cosa mi è costata e mi costerà, a conti fatti oltre 35.000 euro di entrate, più la perdita della direzione lavori e del controllo formale su un progetto, la qual cosa mi pesa ancora di più.

Faccio dell’onestà, sia intellettuale che materiale, il valore fondante della mia stessa esistenza. Non so che mestiere faccia il sig. Luongo, ma accetterò giudizi da Lui solo quando avrà dimostrato, come io ho dimostrato,  di essere disposto a pagare di persona per difendere quei principi che a parole intende richiamare.

Ciò che tuttavia mi preoccupa veramente non è l’arroganza di una persona che sparla senza cognizione di causa. Sono abituato ad avere a che fare quotidianamente con questo tipo di individui.

Ciò che mi preoccupa non saranno le vessazioni che dovrò subire, come professionista e come persona, da chi appare già dopo pochi mesi così appassionato al potere da assumere atteggiamenti sempre più autoritari e despotici.

Ciò che mi preoccupa è ascoltare altre affermazioni, come quella secondo la quale “la politica deve limitarsi a fare le regole e sono i privati che devono portare avanti lo sviluppo della città”.

Un’affermazione che non lascia dubbi su quale sia la visione dell’urbanistica che ha questa amministrazione e che peraltro è la stessa di quella delle amministrazioni che l’hanno preceduta e che hanno portato allo sfacelo la nostra città.

Un’affermazione che delega agli interessi privati una competenza ed una responsabilità, quella della programmazione del territorio, che la Costituzione italiana affida nelle mani della pubblica amministrazione a garanzia della qualità della vita dei cittadini !

Ma stia sereno il signor Luongo, e stia tranquilla l’amministrazione comunale perchè può essere certa che come ho combattuto con tutte le mie forze contro la mercificazione del territorio proposta dal PD così combatterò la loro.

Se per questo vorrete chiamarmi Nemico, ne sarò onorato.”

Carlo Brunelli

Commenti

2 Commenti a “La calunnia è un venticello…”

  1. Carlo Cardarelli il 26 Agosto 2008 10:14

    @@weblogACU MARCHE ed UNIONE INQUILINI
    Solidarizzano con Carlo Brunelli.
    un saluto da carlo cardarelli
    Sempre avanti nella lotta a chi ci avvelena,
    contro i parassiti dei partiti, contro l’Api ed i
    rigassificatori.

  2. Giorgio Bendelari il 27 Settembre 2008 20:37

    Non ti conosco ma da ciò che ho letto mi dai l’impressione di essere una persona onesta.
    Non demordere mai e lotta sempre in coerenza con la tua coscenza come in tante/i abbiamo fatto (io stò avvicinandomi ai 70, sono un “animo libero” e per questo mi sento a posto…dalla parte giusta;mi sento tranquillo,come sempre(sapessi quanto anche io ho pagato di persona|) perchè non sono e non dipendo da nessuno)…La libertà non è una merce in vendita!Salutoni

Rispondi

You must be logged in to post a comment.