Gli abeti natalizi che l’Amministrazione comunale aveva posizionato per abbellire il centro di Falconara M. si sono seccati dopo 6 mesi! “Sono stati messi dentro recipienti di plastica. Per essersi seccati presumiamo che non siano mai stati neanche annaffiati!” ha detto il Consigliere Calcina al termine del sopralluogo nell’area dove sono stati messi a dimora gli abeti. Presentata un’interrogazione della civiche CiC/FBC/SAF per avere una risposta dall’Assessore all’Ambiente/LL.PP. Valentina Barchiesi. Pubblicato il filmato del sopralluogo.

Pubblicato il 17 Giugno 2019 
Articolo su Comunicati Lista Cittadini, Consigli Comunali, Energia e Ambiente, Quartieri | Lascia un commento

doppio-simbolo.JPG

abeti-4.JPG

L’Amministrazione Signorini da una parte - con ADOTTA UN’AIUOLA - offre ai cittadini di mantenere, conservare e migliorare volontariamente aree pubbliche già sistemate a verde dal Comune; dall’altra, per propria incuria, ha lasciato seccare irrimediabilmente gli abeti di natale che lo scorso dicembre 2018 abbiamo visto sistemati e addobbati in alcune zone della città. Continua a leggere…

LE 3 BUGIE DEL SINDACO STEFANIA SIGNORINI!

Pubblicato il 14 Giugno 2019 
Articolo su Comunicati Lista Cittadini, Consigli Comunali, Salute e sicurezza | 1 Commento

doppio-simbolo.JPG Ringraziamo la giornalista online Laura Rotoloni (VivereAncona) e il giornalista Giacomo Giampieri de Il Resto del Carlino per aver dato spazio alla notizia sulla bocciatura della Mozione di CiC/FBC/SAF da parte del Sindaco Signorini e dei suoi Consiglieri di maggioranza, mozione che chiedeva testualmente:

IL CONSIGLIO COMUNALE DI FALCONARA M. IMPEGNA IL SIG. SINDACO 

A CHIEDERE AL SIGNOR MINISTRO DEL MATTM, GENERALE SERGIO COSTA, Continua a leggere…

Il Sindaco Signorini SI È RIFIUTATA di inviare al Ministro dell’Ambiente la richiesta di disporre provvedimenti risolutivi per l’inadeguata conduzione e gestione delle attività di autorizzazione e di controllo sulla Raffineria API di Falconara M. da parte dell’ISPRA e del Dirigente Antonio Ziantoni. Il Dirigente ministeriale (ottobre 2018) aveva negato un’ISPEZIONE STRAORDINARIA in raffineria API chiesta dallo stesso Sindaco e dalla Regione Marche per le continue esalazioni idrocarburiche che da mesi aggredivano i falconaresi. “Il Sindaco Signorini ha rivelato IL SUO VERO VOLTO POLITICO DOPPIOGIOCHISTA SULLA EMERGENZA SANITARIA E AMBIENTALE di Falconara” ha dichiarato il Consigliere Loris Calcina di CiC/FBC/SAF, estensore della proposta di intervento, il quale ha spiegato: “Il RIFIUTO del Sindaco è tanto più grave dopo che 1 febbraio 2019 il Ministero della Salute Le ha scritto dicendo che la visita ispettiva straordinaria sarebbe stata importante perché le esalazioni prodotte e causate dai malfunzionamenti e dalla scarsa manutenzione possono incidere negativamente sulla salute delle persone e perché i fenomeni odorigeni sono indicativi di emissioni fuggitive di idrogeno solforato o di composti organici volatili come idrocarburi policiclici aromatici o benzene, sostanze queste tossiche e cancerogene”. Pubblichiamo la mozione di CiC/FBC/SAF e la nota del Ministero della Salute inviata al Sindaco Signorini.

Pubblicato il 12 Giugno 2019 
Articolo su Comunicati Lista Cittadini, Consigli Comunali, Energia e Ambiente, Salute e sicurezza | Lascia un commento

doppio-simbolo.JPG  def-stef.JPG Il 3 giugno scorso, in Consiglio comunale si è discussa la MOZIONE presentata da CiC/FBC/SAF affinché il Consiglio impegnasse il Sindaco Signorini ad inviare la richiesta di disporre provvedimenti risolutivi per l’inadeguata conduzione e gestione delle attività di autorizzazione e di controllo sulla Raffineria API di Falconara M. da parte dell’ISPRA e del Dirigente Antonio Ziantoni. Il Dirigente ministeriale (ottobre 2018) aveva negato un’ISPEZIONE STRAORDINARIA in raffineria API chiesta dallo stesso Sindaco e dalla Regione Marche per le continue esalazioni idrocarburiche che da mesi aggredivano i falconaresi.

L‘impegno rifiutato in Consiglio comunale dal Sindaco riguardava anche il Ministro della Salute - Dott.ssa Giulia Grillo - affinché disponesse con il suo collega Costa una stretta collaborazione degli Uffici preposti dei loro Ministeri in modo che le rispettive competenze, sinergicamente, orientassero - CAUTELATIVAMENTE e PREVENTIVAMENTE AD OGNI PROVVEDIMENTO - le scelte da adottare nei confronti delle industrie insalubri e a rischio di incidente rilevante, a tutela dei cittadini e dei lavoratori.

Ci hanno costretto alla mozione dopo che abbiamo cozzato contro 4 mesi di muro del silenzio eretto dai Consiglieri della maggioranza e dal Sindaco di fronte alla nostra proposta di elaborare in Commissione un testo condiviso“, ha dichiarato il Consigliere Loris Calcina. Continua a leggere…

Caffè Letterario: il gestore privato incassa ma non versa alcun canone di locazione (neanche per le utenze) per l’immobile comunale in cui svolge la sua attività commerciale. Inoltre percepisce dal Comune la cifra di € 3.660 a titolo di “contributo di gestione”. Segnalazione alla Procura della Corte dei Conti da parte dei Consiglieri Calcina, Luchetti, Caricchio e Frapiccini!

Pubblicato il 10 Giugno 2019 
Articolo su Comunicati Lista Cittadini, Economia e Bilancio | Lascia un commento

COMUNICATO STAMPA CONGIUNTO

CiC/FBC/SAF - PD - M5Stelle - LEGA

Nei giorni scorsi i Gruppi consiliari delle forze politiche di opposizione nel Comune di Falconara (Lega, PD, M5S e FBC/CIC/SAF) hanno presentato alla Procura presso la Corte dei Conti delle Marche una segnalazione riguardante la gestione del cosiddetto “Caffé Letterario”.definitivo.JPGNell’esposto si ripercorre la storia “tormentata” e dispendiosa che si è sviluppata fin dal 2017 e che, d’altra parte, è ben richiamata nelle premesse della Determinazione Dirigenziale n. 202 del 28/02/2019, con la quale il Dirigente della U.O.C.  Attività e servizi scolastici, giovanili, turistici e culturali del Comune di Falconara Marittima ha assegnato “provvisoriamente” e senza il preventivo espletamento di alcun tipo di procedura ad evidenza pubblica alla cooperativa “OPERA” la concessione per la gestione del Caffé Letterario presso il Centro Culturale “Pergoli”, immobile di proprietà comunale.

In quella Determina si dispone, fra l’altro, che “i proventi e tutti gli incassi derivanti dalla gestione del Caffé Letterario spettino al concessionario“, il quale, pertanto, si trova ad esercitare una vera e propria attività commerciale in un locale di proprietà della Pubblica Amministrazione.

Nella segnalazione alla Corte dei Conti, Lega, PD, M5S e FBC/CIC/SAF sottolineano che il Comune, al fine di adeguare i suddetti locali alle esigenze di un bar, ha effettuato, mediante l’utilizzo di risorse proprie, le necessarie opere murarie ed impiantistiche. Continua a leggere…

Con il raddoppio della SS Adriatica, Falconara Marittima, per l’ennesima volta, rischia di subire soltanto l’impatto di una infrastruttura senza trarne benefici. Il progetto dell’ANAS è l’ultima occasione per Falconara di vedere realizzato anche uno svincolo che dreni il traffico da via Flaminia e Palombina Vecchia. Le opposizioni (CiC/FBC/SAF – PD – M5S e Lega) chiedono che il Consiglio comunale deliberi parere favorevole alla variazione urbanistica solo se l’ANAS progetterà contestualmente anche un nuovo svincolo di collegamento con la SS16 che dreni il traffico da Falconara. Il Sindaco Signorini, l’Assessore Rossi e la maggioranza, non vogliono condizionare il parere favorevole al raddoppio della SS16 e, di fatto, affossano ogni speranza per un nuovo svincolo.

Pubblicato il 31 Maggio 2019 
Articolo su Comunicati Lista Cittadini, Infrastrutture e Territorio | Lascia un commento

doppio-simbolo.JPG  Con il raddoppio della Statale Adriatica, Falconara Marittima, per l’ennesima volta, rischia di subire soltanto l’impatto di una infrastruttura senza trarne benefici. Non stiamo dicendo che il raddoppio non si deve fare, stiamo dicendo che il progetto del raddoppio è l’ultima occasione per Falconara di vedere realizzato uno svincolo che dreni il traffico da via Flaminia e Palombina Vecchia.

traffico.jpgMa qualcuno deve far capire, CON FORZA, all’ANAS e al Ministero delle Infrastrutture che è necessario e vitale per la città inserire anche un progetto per quello svincolo. Fino alla riunione della Commissione consiliare II^ del 28 maggio scorso la necessità dello svincolo non era passata per l’anticamera del cervello dell’Amministrazione Signorini e dell’Assessore all’Urbanistica Rossi. C’è voluta la determinazione delle opposizioni (CiC/FBC/SAF - PD - M5S e Lega) per portare all’ordine del giorno l’esigenza.

La proposta, formalizzata con una nota dal Consigliere Calcina è stata chiara: all’interno della Delibera che il Consiglio comunale è chiamato a votare lunedì 3 giugno, il parere favorevole sul progetto ANAS in variante al PRG deve essere condizionato all’accoglimento da parte dell’ANAS stessa della progettazione di una nuova bretella di collegamento o uno svincolo di accesso da Falconara alla SS16 raddoppiata. Un nuovo svincolo rappresenta infrastruttura essenziale al miglioramento della viabilità veicolare, della situazione ambientale e della sicurezza delle zone Falconara Centro, Falconara Sud. Continua a leggere…

Colonna di denso fumo dalla torcia della raffineria API. “Disservizio elettrico”, dice l’azienda. “Bisogna vederci chiaro sulla questione della sicurezza elettrica della raffineria. Ho chiesto di prendere visione del Rapporto di Sicurezza proprio sull’argomento”, ha dichiarato il Consigliere Calcina che ha anche presentato una interrogazione al Sindaco.

Pubblicato il 22 Maggio 2019 
Articolo su Comunicati Lista Cittadini, Energia e Ambiente, Salute e sicurezza | Lascia un commento

doppio-simbolo.JPG  In merito al ripetuto “sfiaccolamento” e alle copiose emissioni di nero fumo dalla torcia della raffineria API il 21 maggio scorso (dalle 11,40 alle 12,05 circa e dalle ore 12,55 alle ore 13,20 circa) il Capogruppo consiliare delle civiche CiC/FBC/SAF - Loris Calcina - ha inoltrato una interrogazione urgente al Sindaco di Falconara Marittima affinchè si informi e informi il ore-1311.JPGConsiglio e la cittadinanza:

sul motivo e tipologia del disservizio elettrico;

su quali impianti sono andati in blocco di processo; Continua a leggere…


<< Pagina PrecedentePagina Successiva >>