Comune di Falconara Marittima: la “TASSA DI DAMOCLE” dei rifiuti scarsamente differenziati continuerà ad abbattersi sulle tasche dei cittadini! L’Assessore Astolfi annuncia attivazioni del porta a porta con il contagocce per non ammettere il fallimento della prossimità che inchioda il Comune a solo il 55% di raccolta differenziata!

Pubblicato il 12 Luglio 2017 
Articolo su Comunicati Lista Cittadini, Economia e Bilancio, Energia e Ambiente, Quartieri | Lascia un commento

senza-ric-sindaco.jpg Il 16 giugno scorso è uscito un comunicato dell’Assessore all’Ambiente del Comune di Falconara M. nel quale si annuncia una “mini rivoluzione nella raccolta dei rifiuti a Villanova” dove si introdurrà il metodo porta a porta (pap) in sostituzione del metodo di prossimità.

mappa-pap-definitiva.JPG Quando il comunicato recita che “la differenziata di prossimità ha consentito all’amministrazione di incrementare gradualmente il quantitativo di raccolta fino a raggiungere il 55 percento in tutta la città“, di fatto la realtà viene mistificata poiché i cittadini falconaresi stanno pagando dal 2010 salate sanzioni a causa del solo 55% di differenziazione dei rifiuti dovuto proprio al metodo della prossimità voluto e adottato dall’Amministrazione comunale in accordo con Marche Multiservizi/HERA.

Così oggi l’Assessore Astolfi e i suoi sodali - Sindaco Brandoni e Assessori Signorini, Rossi, Fiorentini, Mondaini e Marche Multiservizi - pur di non ammettere il fallimento della prossimità introducono con il contagocce il sistema di raccolta pap nel tentativo di raggiungere quel 65% di differenziazione dei rifiuti che metterebbe fine al fendente annuale della “TASSA DI DAMOCLE” sulle tasche dei falconaresi. Continua a leggere…

Ex hotel Internazionale: la perquisizione della Guardia di Finanza dimostra quanto l’Amministrazione Brandoni abbia trascurato il problema. Il 29 maggio scorso il Sindaco, la Giunta e i suoi Consiglieri comunali respinsero la richiesta di FBC/CiC di fare l’Ordinanza per costringere la proprietà a chiudere gli ingressi dell’ex hotel! Sindaco, Giunta e Consiglieri dichiararono che avrebbero continuato “a monitorare la situazione”!

Pubblicato il 30 Giugno 2017 
Articolo su Comunicati Lista Cittadini, Quartieri, Salute e sicurezza | Lascia un commento

simboli

i-guardoni.JPG

Il 31 maggio 2017, all’indomani del Consiglio comunale in cui i Consiglieri di maggioranza respinsero la richiesta di Ordinanza sindacale di FBC/CiC, il Sindaco Brandoni dichiarò alla stampa: Continua a leggere…

Cooperativa Agorà Marche: solo a maggio sono stati pagati gli stipendi di gennaio 2017 degli Operatori del Centro Sì e del Coser di Falconara Marittima. Il 5 giugno i Sindacati hanno chiesto l’intervento del Sindaco Brandoni e dell’Assessore Fiorentini che, però, si tengono la richiesta nel cassetto e non fanno sapere nulla ai Consiglieri comunali a cui la nota sindacale era stata inviata per conoscenza! Lara Polita, informata della nota dai Sindacati, chiede l’urgente convocazione della Commissione consiliare e la presenza dei Sindacati!

Pubblicato il 22 Giugno 2017 
Articolo su Comunicati Lista Cittadini | Lascia un commento

senza-ric-sindaco.jpgPurtroppo è ormai cosa nota che la Cooperativa Agorà Marche paga gli stipendi alle socie lavoratrici in servizio presso i due Centri di Falconara M. con notevole ritardo rispetto al CCNL e ciò nonostante la cooperativa stessa abbia sottoscritto accordi di rientro presso la Prefettura di Ancona in sede di raffreddamento dei conflitti e nonostante le continue pressioni da parte delle OO. SS.. Ma arrivare a pagare gli stipendi di gennaio 2017 il 12 maggio 2017 è veramente troppo, fuori da ogni possibile tolleranza!! Gli Operatori/ le operatrici che operano presso le strutture del Centro Sì e del Coser ogni giorno, responsabilmente lavorano per rendere un buon servizio agli utenti ed alle loro famiglie ed è quindi un loro sacrosanto diritto ricevere la giusta retribuzione per il lavoro che svolgono“.

centro-si.JPGQuesto è uno stralcio della nota con la quale - il 5 giugno scorso - i Sindacati CGIL-CISL-UIL hanno chiesto al Sindaco, all’Assessore e ai Dirigenti ai Servizi Sociali un intervento significativo che consenta di risolvere una volta per tutte il problema restituendo la giusta dignità al lavoro“.

La nota è stata inviata per conoscenza anche a tutti i Consiglieri comunali, ma non è mai stata consegnata loro dall’Amministrazione comunale. Continua a leggere…

SOLUZIONI AL PROBLEMA DEGLI SCOLMATORI: FBC/CiC soddisfatte che la loro proposta del luglio 2016 per RIDURRE GLI INTERVENTI INVASIVI SULLA SPIAGGIA abbia convinto anche il Sindaco. Rimaniamo basiti sul fatto che “finora l’ipotesi non è mai stata approfondita“! ADESSO BASTA CON LE CHIACCHIERE E SI CERCHINO I FINANZIAMENTI, ANCHE NELL’UNIONE EUROPEA!

Pubblicato il 15 Giugno 2017 
Articolo su Comunicati Lista Cittadini, Infrastrutture e Territorio, Salute e sicurezza | Lascia un commento

simboliDallo studio prodotto dall’Università Politecnica e dalle dichiarazioni rilasciate dal Sindaco di Falconara in occasione dell’iniziativa organizzata dalla CNA, prendiamo favorevolmente atto dell’obiettivo di limitare al minimo gli interventi impiantistici in spiaggia, privilegiando la raccolta delle acque a monte. Il 25 luglio 2016, con un proprio Ordine del Giorno, FBC/CiC avevano auspicato soluzioni che  contemperassero efficacia e basso impatto ambientale e avevano chiesto di approfondire la fattibilità di vasche di contenimento a mezza costa che consentirebbero di ridurre ildimensionamento di quelle da realizzarsi sulla spiaggia a vantaggio di un più contenuto impatto“! La richiesta della Consigliera di FBC/CiC - Lara Polita - fu inserita e approvata nella successiva Deliberazione del Consiglio comunale di Falconara del 15 settembre 2016.

Oggi, attenendoci alle notizie di stampa che riferiscono le dichiarazioni del Sindaco ma, allo stesso tempo, sottolineano che “finora l’ipotesi non è mai stata approfondita“, chiediamo il perché si è perso tempo e si sta perdendo tempo!

E’ ora di smetterla con le chiacchiere!  E’ ora di stringere sui tempi! Continua a leggere…

FBC e CIC condannano le meschine ed offensive parole dell’Assessore del Comune di Falconara M., Giorgia Fiorentini, contro i richiedenti asilo e le donne falconaresi!

Pubblicato il 1 Giugno 2017 
Articolo su Comunicati Lista Cittadini, Consigli Comunali | 1 Commento

simboliLa Consigliera comunale Lara Polita, a nome e per conto delle liste civiche FBC/CiC, ha dichiarato:

Ci dissociamo e condanniamo con forza la strumentalizzazione gratuita e meschina che ha trovato la più bassa espressione nell’intervento dell’Assessore ai Servizi Sociali del Comune di Falconara Marittima, Giorgia Fiorentini, in merito all’ipotesi di un centro di permanenza per il rimpatrio: Ho problematiche con i richiedenti asilo, i quali magari mettono incinte signore della zona, poi io mi ritrovo ad avere i minori a carico, questa è la problematica sottesa che poi si crea.
Parole offensive contro le donne che alimentano una macchina del fango volta a deviare l’attenzione dall’oggetto della mozione e che vogliono gettare benzina sul fuoco alla ricerca di un consenso di bassa lega.
A fare da contorno il silenzio dell’Assessore alle Pari opportunità, Stefania Signorini e della maggioranza del Sindaco Brandoni!

Staff comunicazione liste civiche Falconara Bene Comune e Cittadini in Comune

Centro di permanenza per il rimpatrio: i Consiglieri che sostengono l’Amministrazione comunale di Falconara fanno finta di non sapere che il Centro NON SARA’ destinato all’accoglienza, ma a persone destinate al rimpatrio! Solo con la disinformazione possono indurre e alimentare paura nei cittadini!

Pubblicato il 30 Maggio 2017 
Articolo su Comunicati Lista Cittadini, Consigli Comunali, Quartieri | Lascia un commento

simboliDopo la bocciatura in Consiglio comunale della proposta di FBC/CiC di rinviare la mozione sul Centro di permanenza per il rimpatrio, la Consigliera Lara Polita ha dichiarato:

La mozione approvata ieri, già nelle premesse dimostra solo un atteggiamento prevenuto, perché nulla sappiamo dei numeri che eventualmente dovremmo gestire. Anche gli interventi dei Consiglieri di maggioranza - certamente condivisibili nella parte in cui si dice di salvare vite umane in mare - sono poi assolutamente fuori tema quando si addentrano nell’accoglienza poiché, se avessero letto il decreto Minniti ma soprattutto se lo avessero compreso, saprebbero che di accoglienza non c’è nulla poiché queste persone sono destinate al rimpatrio. C’è un punto in particolare a dir poco vergognoso citato nella mozione: la paura di una “globalizzazione massificante finalizzata al superamento dell’identità nazionale attraverso lo strumento dell’immigrazione di massa…, un delirio degno delle peggiori destre estremiste e xenofobe!

Continuo a ribadire che la mia richiesta di congelare la mozione era finalizzata semplicemente a fare chiarezza con rappresentanti di Regione e Prefettura. Reputiamo inoltre che come persone che si occupano di politica, quei Consiglieri e quegli Amministratori non siano in grado o non vogliano capire le origini profonde di fenomeni migratori così estesi e quindi incapaci a gestirli. Continua a leggere…


<< Pagina PrecedentePagina Successiva >>