L’Assessore Astolfi non dice che il Servizio di Sorveglianza Sanitaria sulla popolazione voluto da lui e dalla sua Giunta per tutti i Comuni dell’Area ad Alto Rischio di Crisi Ambientale è distorto, farraginoso e burocratizzato! Bastava tararlo solo su Falconara Marittima come proposto dai cittadini e da FBC/CiC e chiedere l’aggiornamento della Nota Epidemiologica che riguarda i falconaresi! I cittadini, da soli, hanno ottenuto quell’importante aggiornamento a maggio 2017! FBC/CiC rinfrescano la memoria dell’Assessore sulle sue inerzie amministrative che riguardano la salute dei falconaresi!

senza-ric-sindaco.jpgL’Assessore all’Ambiente Astolfi ora si lamenta dell’inerzia della Regione Marche ad attivare il cosiddetto “ufficio di astolfi.jpganonimizzazione“.

Dato che l’Assessore ha la memoria corta, elenchiamo che cosa hanno fatto (e non hanno fatto) lui e la sua Giunta comunale in 10 anni di amministrazione:- nel 2010 la Giunta di cui era Assessore all’Ambiente HA RITARDATO per almeno 8 mesi la consegna delle “informazioni residenziali” utili per la conclusione della terza fase dell’Indagine Epidemiologica volta a stabilire la significatività statistica dell’aumento delle leucemie nella popolazione in funzione della distanza residenziale dalla raffineria API, un atto doveroso ed indifferibile che riguardava la salute dei cittadini falconaresi! (vedi http://www.cittadiniincomune.net/2011/03/30/indagine-epidemiologica-sulle-leucemie-il-sindaco-di-falconara-ritarda-un-atto-di-rilevante-importanza/)

- dal 2011 (conclusione dell’Indagine Epidemiologica sui cittadini falconaresi) non ha mai organizzato - come la Regione - un evento pubblico con gli Epidemiologi dell’Istituto Nazionale Tumori di Milano e dell’ARPAM affinché illustrassero i risultati dell’Indagine. Di fatto, ha negato l’autorevolezza dell’Indagine! Continua a leggere…

Il PD sulla coop AGORA’: ma che ce frega della Commissione consiliare! Ci pensa il pensionato Marco Luchetti! E ne esce aria fritta!

senza-ric-sindaco.jpgE’ risaputo che ognuno si vota al Santo che ritiene più vicino a se.

Nella situazione lavorativa oltremisura critica in cui si trovano gli operatori falconaresi della coop. AGORA’, capiamo ogni LORO tentativo: sono in ballo gli stipendi arretrati, il reddito futuro e la dignità professionale (senza voler contare la valenza sociale del articolo-carlino.jpglavoro svolto!).

Quello che ci preme evidenziare da ciò che abbiamo appreso dalla stampa (RdC dell’11 gennaio) è il comportamento del “santo” che in questo caso ha il nome di Marco Luchetti, attualmente pensionato d’oro dopo essere stato al vertice della CISL e per decenni Consigliere e Assessore in Regione Marche. Continua a leggere…

Incendio Casali 2015: LA CONSIGLIERA LARA POLITA (CIVICHE FBC/CIC) HA CHIESTO AL PREFETTO DI INTERVENIRE! Dopo oltre 2 anni non sono ancora note le cause dell’incendio e l’Amministrazione comunale di Falconara non ha mai incontrato l’Azienda, né i VV.F. né il Prefetto per conoscerne le cause e che cosa ha fatto la Casali per evitare il ripetersi dell’evento. L’annuncio dell’Assessore Rossi il 18 luglio 2015 fu solo un bluff per rabbonire i falconaresi, fumo negli occhi!

simboliSono trascorsi 2 anni e 4 mesi dall’incendio sviluppatosi all’azienda Casali il 17 luglio 2015 e risulta ⓪ [ZERO] l’attenzione che l’Amministrazione comunale ha dedicato a quel grave incidente che ha ammorbato di esalazioni l’intera città di Falconara Marittima.

casali-rossi-def.jpgL’ultima conferma è arrivata dall’Assessore Clemente Rossi che, rispondendo all’interrogazione della Consigliera di FBC/CiC Lara Polita, ha confermato che la Giunta Brandoni NON HA MAI CHIESTO UN INCONTRO agli amministratori e ai tecnici dell’azienda Casali per chiedere conto di quanto accaduto! Sulle cause e il ripristino delle migliori condizioni di sicurezza non ha mai promosso un tavolo di verifica con la Prefettura di Ancona e il Comando dei VV.F. Dunque, il “faccia a faccia con l’azienda” annunciato dallo stesso Assessore Rossi il giorno dopo dell’incendio (18 luglio 2015) NON E’ STATO MAI RICHIESTO. Nel rispondere alla Consigliera di FBC/CiC, Lara Polita, l’Assessore ha addirittura tentato di giustificare l’inerzia dell’Amministrazione comunale con il grande impegno profuso - proprio nel 2015 - nell’elaborazione della Micro Zonazione Sismica di 1° livello! L’Assessore Rossi vuole far credere che il Sindaco non trovò un momento per inviare una richiesta di incontro al Prefetto, al Comandante dei VV.F. e ai vertici della ditta Casali?

Per FBC/CiC è intollerabile il comportamento da incoscienti e servile dell’Amministrazione Brandoni nei confronti della Casali Srl e, per questo, la Consigliera Lara Polita ha inviato una nota al Prefetto di Ancona con la quale ha chiesto di intervenire per dirimere la situazione di grave incertezza soprattutto sulle cause dell’incendio, sulle misure di sicurezza per prevenirne il ripetersi e sul rispetto delle stesse da parte dell’azienda coinvolta. Continua a leggere…

I Consiglieri comunali che sostengono la Giunta comunale hanno deciso di NON IMPEGNARLA a disporre la rimozione dei gradini che ostacolano chi è costretto ad usare carrozzine e carrozzelle nel parcheggio del centro commerciale Le Ville. La Consigliera di FBC/CiC, Lara Polita, amareggiata nel vedere respinta la proposta a tutela dei diritti e della dignità delle persone!

senza-ric-sindaco.jpgAncora una volta, se mai ce ne fosse stato bisogno, i Consiglieri comunali del Sindaco Brandoni si sono distinti per un ostruzionismo ottuso e a prescindere, degno di navigati e tristi politicanti.
barriera-2-e-3.JPGNel caso specifico, hanno bocciato la mozione della consigliera di FBC/CiC Lara Polita, presentata il 7 ottobre scorso, per la rimozione delle barriere architettoniche nelle aree parcheggio di proprietà comunale di fronte al centro commerciale Le Ville.
Hanno motivato il loro voto contrario sostenendo che la mozione di FBC/CiC mancava di un riferimento alla sostenibilità dei costi per la realizzazione di 3 piccoli scivoli al posto di 3 gradini, quando ci si potrebbe avvalere delle maestranze comunali, a costo zero per l’Amministrazione.

Niente di più pretestuoso da parte dei Consiglieri comunali di maggioranza che fino a pochi giorni fa non sapevano neanche se l’area in questione fosse o meno di proprietà comunale!

Staff comunicazione liste civiche Falconara Bene Comune e Cittadini in Comune Continua a leggere…

Rimuovere le barriere architettoniche dal parcheggio pubblico di fronte al centro commerciale Le Ville! E’ l’impegno chiesto da FBC/CiC al Sindaco di Falconara con una mozione corredata da immagini fotografiche eloquenti.

senza-ric-sindaco.jpgFBC/CiC hanno presentato una mozione affinchè il Consiglio comunale impegni il Sindaco di Falconara M. a disporre la rimozione delle barriere fisiche presenti nello scivolo del parcheggio pubblico di fronte al Centro commerciale LE VILLE.

La Consigliera comunale FBC/CiC, Lara Polita, ha motivato l’iniziativa consiliare sottolineando chela presenza di gradini per salire e scendere alle estremità dello scivolo ad uso di carrozzine e sedie a rotelle, crea una oggettiva difficoltà nello spostamento a chi necessita di tali mezzi e a chi ha necessità di utilizzare stampelle, bastoni o deambulatori per camminare. La nostra mozione ha lo scopo di far rimuovere quegli ostacoli attraverso la realizzazione di scivoli pienamente fruibili“.

Di seguito la documentazione fotografica inoltrata all’Amministrazione comunale. Continua a leggere…

Rubata la centralina per le emergenze ambientali collocata all’ex hotel Internazionale che la Giunta comunale e i suoi Consiglieri non hanno voluto sbarrare a maggio 2017, quando respinsero la mozione di Lara Polita! Oggi si scopre che se a maggio 2017 il Sindaco avesse emesso l’Ordinanza chiesta da FBC/CiC la proprietà avrebbe dovuto e potuto utilizzare i 23000 Euro impiegati dal 2 ottobre, a danno ormai avvenuto! Il Sindaco rammaricato perché la centralina verrà rivenduta dai ladri a soli 100 Euro!

senza-ric-sindaco.jpgSe nessuno mette in fila gli avvenimenti, nessuno riuscirà mai a soppesare la qualità di questo Sindaco e degli hotel-int-sindaco.jpgAssessori che lo circondano. Ci proviamo.

1) il 29 maggio scorso tutti i Consiglieri comunali del Sindaco respinsero una mozione di Cittadini in Comune che lo impegnava ad emanare un’Ordinanza che “imponesse alla proprietà dell’ex Hotel Internazionale di ripulire dall’immondizia e dagli escrementi tutti i locali dell’edificio ed impedire efficacemente ogni possibile accesso all’edificio almeno fino al primo piano“. Il motivo del rifiuto: Se facessimo un’ordinanza e la curatela non ottemperasse sarebbe il Comune a dover anticipare le spese“.

http://www.cittadiniincomune.net/2017/06/30/ex-hotel-internazionale-la-perquisizione-della-guardia-di-finanza-dimostra-quanto-l%e2%80%99amministrazione-brandoni-abbia-trascurato-il-problema-il-29-maggio-scorso-il-sindaco-la-giunta-e-i-suoi-c/ Continua a leggere…

<< Pagina PrecedentePagina Successiva >>