Su salute e sicurezza dei cittadini, lo “smemorato” Sindaco di Falconara M. e il suo Assessore all’Ambiente sono IRRESPONSABILI! La Consigliera comunale Lara Polita scavalca le loro incompetenze e invia direttamente al Ministero della Salute la NOTA di EPIDEMIOLOGIA DESCRITTIVA sui ricoveri ospedalieri che riguardano anche i falconaresi!

senza-ric-sindaco.jpgLa Consigliera comunale delle liste civiche FBC e CiC - Lara Polita - ha inviato al Ministero della Salute e al Ministero dell’Ambiente la NOTA di EPIDEMIOLOGIA DESCRITTIVA realizzata da ARPA Marche e ARS Marche nel 2011 in cui sono descritti gli eccessi dei ricoveri ospedalieri che riguardano la popolazione di Falconara M. nel periodo 2004 - 2009.

La Consigliera ha deciso per questa insolita comunicazione diretta con i Ministeri poiché ha ritenuto allarmante che la nota del Ministero della Salute del 14 giugno 2016 - pur dettagliata per la mole di documentazione valutata - non abbia citato la situazione dell’eccesso dei ricoveri ospedalieri per leucemie, tumori maligni della pleura, tumori maligni della trachea, bronchi e polmoni, linfomi non Hodgkin. Mancanza che Lara Polita non ha ritenuto imputabile al Ministero bensì a chi doveva trasmettergli il documento: Regione Marche, ARPA Marche, ARS Marche e Comune di Falconara Marittima.

Lara Polita ha dichiarato: Continua a leggere…

Dal 20 giugno scorso, il Sindaco e la Giunta comunale di Falconara M.ma tenevano chiuso nei propri cassetti un importante documento del Ministero della Salute che riguarda i falconaresi. Scrive il Ministero: “Non abbiamo rassicuranti informazioni circa l’impatto delle emissioni nell’area riferibili agli impianti di raffineria e di produzione energetica e all’effettivo livello di esposizione cui sono soggette sia le maestranze degli impianti sia la popolazione residente e dei rischi sanitari a essa associabile”. La Consigliera comunale di FBC/CiC, Lara Polita, ne è venuta a conoscenza e oggi lo rendiamo pubblico integralmente.

senza-ric-sindaco.jpgPubblichiamo integralmente un importante documento del Ministero della Salute ( clicca quì ) che la Consigliera comunale delle liste civiche Falconara Bene Comune e Cittadini in Comune - LARA POLITA - si è fatta consegnare dall’Amministrazione comunale di Falconara Marittima, la quale lo teneva nei propri cassetti dal 20 giugno 2016 evitando di divulgarlo ai Consiglieri e alla cittadinanza!

Per la prima volta dopo 60 anni dall’inizio della raffinazione del petrolio a Falconara Marittima e dopo quasi 20 anni di battaglie e denunce dei comitati dei cittadini falconaresi e delle liste civiche CiC e FBC, il Ministero della Salute ha scritto che non possiede informazioni rassicuranti sui rischi sanitari che hanno corso e stanno correndo sia la popolazione di Falconara sia i lavoratori dell’API impattati dalla raffinazione del petrolio e dalla centrale elettrica (ferma dal 2013). La valutazione è arrivata dopo aver messo in fila le indagini epidemiologiche scientificamente inoppugnabili, dopo aver verificato che ancora mancano indagini e strumenti sanitari, dopo aver verificato il funzionamento a singhiozzo delle centraline di rilevamento della qualità dell’aria e dopo aver tenuto conto delle segnalazioni di incidenti ed esalazioni.

Però, ciò che salta agli occhi del documento del Ministero della Salute, è la mancanza della Nota di Epidemiologia Descrittiva sullo stato di salute della popolazione residente a Falconara M. (ARPA Marche - giugno 2011) in cui vengono riportati i dati sui ricoveri registrati anche per le patologie più critiche che riguardano i falconaresi. Perché non ci sono né quello del 2011 né l’aggiornamento promesso dalle Commissioni Sanità e Ambiente della Regione Marche? Continua a leggere…

Falconara Marittima: sul fronte della sicurezza otto anni e mezzo di completo fallimento dell’Amministrazione Brandoni!

senza-ric-sindaco.jpgOtto anni e mezzo di completo fallimento sul fronte della sicurezza!

Da quando a marzo il Sindaco Brandoni ha preso con sé la delega alla sicurezza, nulla è cambiato a Falconara. Stiamo ancora aspettando che venga convocata la Commissione consiliare per illustrare i report di criminalità degli ultimi tre anni, da noi chiesto ad inizio 2016.

Le dichiarazioni del Sindaco in occasione della nomina del Comandante della Polizia Municipale sono quantomeno fuorvianti: Continua a leggere…

Esalazioni di idrocarburi del 28 agosto a Falconara M.: FBC/CiC pubblicano le Relazioni della Capitaneria di Porto e di API Raffineria! Con una MOZIONE, la Consigliera Lara Polita sollecita ed indica al Consiglio comunale ed al Sindaco di chiedere una serie di documenti e informazioni al Servizio ASL competente in materia di tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori, alla Capitaneria di Porto, all’ARPA Marche Servizio Impiantistica e alla stessa API raffineria. Lara Polita: “Dalle due Relazioni si deducono i numerosi accertamenti da fare e da sollecitare. Quanto accaduto necessita di un forte impegno di TRASPARENZA e la ferma VOLONTA’ DI CONOSCERE LE VERE CAUSE DELLE ESALAZIONI”!

simboliLe liste civiche Falconara Bene Comune e Cittadini in Comune ritengono che i motivi che hanno causato le esalazioni di idrocarburi diffusesi a Falconara Marittima domenica 28 agosto u.s. devono essere ricercati con la massima petroliera-ft-quinto.JPGTRASPARENZA ed il Consiglio comunale ed il Sindaco devono mostrare la volontà di CONOSCERE le cause di ciò che è accaduto.

Per questo la Consigliera comunale di FBC/CiC - Lara Polita - ha presentato una mozione affinché il Consiglio comunale di Falconara Marittima impegni il Sindaco a chiedere alcune dettagliate informazioni che scaturiscono dalla lettura di due documenti che, per TRASPARENZA, pubblichiamo:

la RELAZIONE DELLA CAPITANERIA DI PORTO e la RELAZIONE di API RAFFINERIA REPARTO LOGISTICA . Continua a leggere…

A FALCONARA M. SERVE UN PIANO DI EMERGENZA CITTADINO IN CASO DI INCIDENTE ALLE AZIENDE CASALI SRL, BUFARINI SRL E SEA SRL! La Consigliera comunale di FBC/CiC – Lara Polita – ha depositato un Ordine del Giorno affinché il Sindaco chieda al Prefetto di Ancona ed alla Protezione Civile delle Marche di avviare un tavolo di confronto finalizzato a redigere un Piano di Emergenza per l’intera città.

simboliA Falconara Marittima soltanto i quartieri Fiumesino, Villanova e Rocca Priora sono interessati da un Piano di Emergenza Esterno (PEE) e soltanto relativamente agli scenari di incidente rilevante connessi all’attività della raffineria API.

Se si incendiasse un serbatoio di petrolio grezzo, la distanza di ricaduta al suolo dei fumi della combustione è stata stabilita a 1.860 metri dal punto dell’incendio (zona di attenzione).

Il dato storico dell’ultimo decennio ci indica ben altro: Continua a leggere…

Incendio ditta Casali srl del 17/7/2015: la Consigliera comunale di FBC/CiC – Lara Polita – ha chiesto ed ha ricevuto dai Vigili del Fuoco di Ancona la loro RELAZIONE DI INTERVENTO. Lara Polita aveva ripetutamente, ma invano, invitato il Sindaco Brandoni ed il Presidente del Consiglio Comunale a richiederla. FBC/CiC la pubblicano integralmente e la inviano a mezzo p.e.c. al Sindaco e alla Giunta di Falconara M.

senza-ric-sindaco.jpgDopo oltre 13 mesi dall’incendio presso la ditta Casali srl del 17 luglio 2015, è possibile conoscere la RELAZIONE DI INTERVENTO del Comando Provinciale di Ancona dei Vigili del Fuoco.

Questo ritardo non va certo ascritto al Comando dei VVF che ringraziamo pubblicamente per la professionalità e l’attenzione che dimostrano in ogni evento che li coinvolge e nei riguardi dei rischi industriali che circondano i cittadini falconaresi.

Il ritardo di informazione e conoscenza è responsabilità del Sindaco Brandoni e dell’Assessore Astolfi che dopo aver chiesto ai VVF di Ancona e Regionale Marche - Prot. n. 30639/2015 del 20 luglio 2015 - “di conoscere se la ditta ha rispettato le norme di prevenzione incendi“, si sono disinteressati completamente di sapere ciò che devono sapere su un incidente occorso in una azienda che opera sul territorio che amministrano! Continua a leggere…

<< Pagina PrecedentePagina Successiva >>