Scolmatori e versamenti di liquami in mare: i Consiglieri Calcina, Luciani, Frapiccini e Federici hanno incontrato il Prof. Cerrano, Rappresentante Scientifico del Sistema di Depurazione biologica MUDS. “Volevamo capire che cosa è il MUDS, assumere informazioni scientifiche ed avere dei primi elementi utili a valutare se potrebbe essere un utile sistema complementare adattabile alla situazione di Falconara. E’ un approfondimento diretto con chi ha brevettato e applicato il MUDS in Liguria che ritenevamo non più procrastinabile dopo che da due mesi la nostra richiesta è sistematicamente ignorata dall’Amministrazione Signorini e dai Presidenti delle Commissioni Grilli e Fiorentini”.

balneazione.JPG I Consiglieri comunali di Cittadini in Comune/FBC/SAF, Movimento5Stelle, Partito Democratico e Italia Viva - Calcina, Frapiccini, Luciani e Federici - hanno incontrato il Prof. Carlo Cerrano Docente di Zoologia presso l’Università Politecnica delle Marche nonchè Rappresentante Scientifico del sistema di depurazione marina MUDS (Marine Underwater Depuration System). Gli esponenti di opposizione hanno deciso di aggirare l’ostruzionismo dell’Amministrazione Signorini e dei Presidenti di Commissione Grilli e Fiorentini alla richiesta di indagine ed approfondimento delle ipotesi di soluzione o mitigazione del problema dei versamenti di liquami in mare.

Abbiamo voluto iniziare a capire le caratteristiche del sistema di depurazione biologica MUDS soprattutto in relazione alle caratteristiche del fondale di fronte a Falconara, alla  capacità di depurazione, a come e se potrebbe essere complementare al già esistente sistema di depurazione, a come e se potrebbe ovviare ai versamenti da parte degli scolmatori. L’8 Giugno scorso, con spirito di collaborazione finora ignorato, avevamo chiesto ai Presidenti di Commissione di convocare in audizione streaming i Tecnici del MUDS per formulare tutte queste domande insieme alla maggioranza, per una presa di conoscenza condivisa del sistema MUDS e delle applicazioni realizzate, per valutare eventuali altre possibilità di interventi efficaci su un problema la cui soluzione riguarda tutti i cittadini ed il futuro di Falconara. Nonostante tutto, noi di CiC, M5S, PD e IV ci siamo cominciati a fare un’idea. Chiederemo per l’ennesima volta all’Amministrazione Signorini un rapido confronto pubblico a 360 gradi sul progetto in essere e sulle possibili modifiche a tutela degli interessi della collettività“.

Loris Calcina - Cittadini in Comune/Falconara Bene Comune e SiAmo Falconara Continua a leggere…

Incidente mortale nel cantiere del bypass ferroviario. Le liste civiche CIC/FBC e SAF esprimono il loro cordoglio e vicinanza alla famiglia della vittima e solidarietà alle maestranze impegnate nel cantiere. Chiediamo rigorose verifiche non solo sulle responsabilità di questo incidente, ma anche sull’organizzazione del cantiere, sull’attuazione delle misure di sicurezza, sulla formazione del personale, sul rispetto dell’orario di lavoro e dei turni di riposo.

doppio-simbolo.JPG morti-lavoro.JPG Incidente mortale nel cantiere del bypass ferroviario. Le liste civiche CIC/FBC e SAF esprimono il loro cordoglio e vicinanza alla famiglia della vittima. CiC/FBC e SAF esprimono altresì solidarietà alle maestranze impegnate nel cantiere. Per l’ennesima tragedia constatiamo la - purtroppo - “normalità” delle morti sul lavoro. Per questo chiediamo rigorose verifiche non solo sulle responsabilità di questo incidente, ma anche sull’organizzazione del cantiere, sull’attuazione delle misure di sicurezza, sulla formazione del personale, sul rispetto dell’orario di lavoro e dei turni di riposo. Chiediamo che il Sindaco di Falconara in qualità di garante della salute e della sicurezza di tutti coloro che soggiornano e operano nel territorio comunale si faccia attore di queste richieste. Auspichiamo una presa di posizione e una attenta vigilanza da parte delle Organizzazioni sindacali di categoria.

Staff comunicazione Cittadini in Comune/Falconara Bene Comune e SiAmo Falconara Sinistra in Comune.

Esalazioni del 4 e 8 Luglio 2020: LETTERA APERTA del Consigliere comunale di CiC/FBC/SAF al Direttore Generale dell’ARPA Marche con 12 domande per chiarire quanto comunicato ai cittadini nei giorni scorsi.

LETTERA APERTA AL DIRETTORE GENERALE DELL’ARPA MARCHE

12 DOMANDE PER CHIARIRE QUANTO COMUNICATO AI CITTADINI DI FALCONARA MARITTIMA RIGUARDO ALLE ESALAZIONI DEL 4 e 8 LUGLIO

 Egr. Direttore Generale, Dott. GIANCARLO MARCHETTI, Continua a leggere…

Esalazioni solforose del 4 luglio 2020: il Consigliere Calcina pubblica la querela e spiega perché l’ha depositata!

doppio-simbolo.JPG querela-per-sito.jpgSe coloro che esercitano la funzione politica fossero capaci di risolvere le questioni all’interno della propria funzione, la magistratura non dovrebbe intervenire“! ha detto in un’intervista l’ex Pubblico Ministero Dott. Gherardo Colombo che il 19 dicembre 2007 ospitammo a Falconara Marittima noi dei Comitati. L’anno dopo, proprio dai comitati, nacque l’esperienza consiliare di Cittadini in Comune (oggi diventata anche Falconara Bene Comune e SiAmo Falconara Sinistra in Comune).

Purtroppo siamo stati sempre relegati all’opposizione delle Amministrazioni Brandoni (al 2008 al 2018) e della fotocopia Signorini.

Da questo osservatorio “privilegiato” (perché abbiamo potuto osservare da vicino) abbiamo visto come i problemi delle industrie insalubri, delle esalazioni nocive, delle malattie, del caos infrastrutturale che hanno strangolato la naturale vocazione balneare e turistica di Falconara siano stati sistematicamente nascosti sotto il tappeto e, dunque, come la funzione politico amministrativa sia stata incapace di risolvere le questioni all’interno della propria funzione. Continua a leggere…

Sabato 4 luglio le ESALAZIONI SOLFOROSE dalla raffineria che “se fosse progettata oggi, in base alle direttive dell’Unione Europea, non potrebbe essere localizzata dove si trova” hanno assediato Falconara Marittima. Le segnalazioni e le proteste dei cittadini esasperati e costretti a tenere chiuse le finestre delle proprie abitazioni trovano anche la conferma della centralina di rilevamento di Falconara Scuola che, rispetto alle concentrazioni consuete, ha registrato un raddoppio della media giornaliera della concentrazione sia di Idrogeno solforato (H2S) sia di Biossido di Zolfo (SO2) con punte orarie di concentrazione quadruplicata. A Falconara Alta punte orarie con concentrazione triplicata di SO2. FALLISCE alla prima prova concreta il Progetto di sistema di monitoraggio integrato di ARPAM e Comune di Falconara pagato anche dall’API: l’unico campionatore attivabile dei 6 installati e connessi con la APP, NON SI È ATTIVATO nonostante decine di segnalazioni APP e telefoniche. Inoltre tutti NON SONO DOTATI di analizzatori per H2S e SO2, quindi sarebbero stati comunque INUTILI. Ricordiamo che livelli di concentrazione di SO2 compresi tra 2 e 28 µg/mc hanno effetti sull’apparato respiratorio e possono causare danni e determinano un “aumento dei ricoveri per asma e malattie respiratorie in genere, peggiora il quadro clinico di chi è affetto da patologia respiratoria”!

doppio-simbolo.JPG Sabato 4 luglio molti falconaresi residenti in zona Centro, via Castellaraccia, via Puglie, via Buozzi, via Leopardi, via Milano a Falconara Alta, via Foscolo quartiere Stadio, Villanova, sono stati costretti a tenere chiuse le finestre delle proprie abitazioni per proteggersi dalle esalazioni solforose che hanno assediato Falconara Marittima. Con il sole di luglio che ha portato il termometro a 28 °C di temperatura i falconaresi sono stati privati del più elementare dei diritti. Le esalazioni solforose provenivano dalla raffineria API sospinte dal vento Maestrale. Nessun incidente e nessuna anomalia negli impianti petroliferi bensì normale ciclo di raffinazione che si svolge - INDECENTEMENTE - in una “raffineria in centro (21/7/2017 On. Alessandro Bratti - Presidente della Commissione Parlamentare di inchiesta sulle attività connesse al ciclo dei rifiuti), in un impianto che “se fosse progettato oggi, in base alle direttive dell’Unione Europea, non potrebbe essere localizzato dove si trova (26/8/1999 Corrado Clini - Direttore Generale del Ministero dell’Ambiente).

so2-villa-giorno.jpg I dati delle concentrazioni che pubblichiamo sono quelli rilevati dalla centralina Falconara Scuola (Villanova), una delle 3 centraline storiche della Rete Regionale della Qualità dell’Aria, posizionata sottovento alla raffineria quando c’è vento Maestrale, da Nord Ovest. Rispetto alle concentrazioni consuete, ha registrato un raddoppio della media giornaliera della concentrazione sia di Idrogeno solforato (H2S) sia di Biossido so2-villa-orario.jpgdi    Zolfo (SO2) con punte orarie di concentrazione quadruplicata. A Falconara Alta punte orarie con concentrazione triplicata di SO2.

Ricordiamo che livelli di concentrazione di SO2 compresi tra 2 e 28 µg/mc hanno effetti sull’apparato respiratorio e possono causare danni e determinano un “aumento dei ricoveri per asma e malattie respiratorie in genere, peggiora il quadro clinico di chi è affetto da patologia  so2-salute.jpgrespiratoria (Battistini A. Inquinamento extradomiciliar. In Ronchetti R. La flogosi polmonare cronica. Ed. MES 1999; 185-198). Continua a leggere…

VULNERABILITÀ SISMICA scuole Peter Pan e Leopardi di Falconara: il Consigliere comunale di CiC/FBC/SAF - Loris Calcina - ha chiesto in Commissione Urbanistica che a Settembre, per precauzione, anche quelle classi della materna e delle elementari siano spostate in una sede più sicura.

doppio-simbolo.JPG Il Consigliere Calcina: “Abbiamo letto le Relazioni sullo stato degli edifici e ci troviamo d’accordo con la necessità di demolire le G. Cesare e le Leopardi e sostituirle con un nuovo edificio. Concordiamo con il trasferimento precauzionale delle classi delle G. Cesare presso l’edificio dell’Istituto Serrani ma, in Commissione, abbiamo sottolineato con forza che l’urgenza dei lavori di consolidamento indicati dalle Relazioni Tecniche per Peter Pan e Leopardi devono essere correlati all’imprevedibilità sia degli eventi sismici sia della loro intensità piuttosto che al periodo teorico di 7 anni entro cui può essere eseguito il consolidamento. Non abbiamo certezza che nei prossimi 7 anni gli alunni frequenteranno le Peter Pan e le Leopardi senza che si verifichino eventi sismici. L’unica certezza è che, così come sono, gli edifici necessitano di urgenti interventi. E’ necessario il provvedimento precauzionale di spostamento delle classi in altra sede dal prossimo settembre“.

Scuola G. Cesare Relazione verifica vulnerabilità sismica

Scuola Leopardi Relazione verifica vulnerabilità sismica Continua a leggere…

Pagina Successiva >>