Falconara Bene Comune e Cittadini in Comune scrivono al Ministro dell’Interno, a Deputati e Senatori delle Commissioni e agli eletti nelle Marche: “in questo territorio si sono progettate opere i cui rischi tecnologici e ambientali sono sinergici, ma sono stati valutati solo separatamente! Ecco gli scenari incidentali temuti dai cittadini!

senza-ric-sindaco.jpgA Falconara Marittima, in un’area di circa 3 km², si sovrapporranno progetti i cui rischi tecnologici ed ambientali NON SONO MAI STATI VALUTATI NEL LORO POSSIBILE SINERGISMO!

il-rischio.jpg pai-e-bypass-falc-schematizzato.jpg  La Regione Marche e il Comune di Falconara Marittima non sembrano essersi mai poste il problema nonostante le sollecitazioni delle associazioni dei cittadini. Pertanto, le liste civiche FBC/CiC hanno deciso di scavalcare istituzionalmente Regione, Provincia e Comune  e con una lettera hanno chiesto di valutare la seguente situazione al Ministro degli Interni, alla Prefettura di Ancona, alle Commissioni Ambiente, Trasporti e LL.PP. di Camera e Senato, ai Deputati e Senatori eletti nelle Marche.

Il contesto territoriale: Falconara Marittima è una zona SISMICA delle Marche caratterizzata da sorgenti sismogenetiche con magnitudo massima stimata a 5.9 e con faglie attive inverse potenzialmente in grado di produrre effetti rilevanti di deformazione superficiale. L’area del territorio di Falconara Marittima in cui insisteranno le opere a cui ci riferiamo è di massimo rischio idrogeologico (R4) dove si sono verificate alluvioni nel 1997, 2006 e 2011. Continua a leggere…

FALCONARA BYPASS FERROVIARIO: l’Amministrazione comunale, dopo avere avvallato il progetto, rasenta l’ostruzionismo pur di ritardare prese di posizioni politiche e approfondimenti tecnici e procedurali che la Commissione Trasporti della Camera dei Deputati ha deciso di svolgere!

senza-ric-sindaco.jpgL’Amministrazione comunale di Falconara ha delle enormi difficoltà di ordine politico ad affrontare la questione del bypass ferroviario API, rasentando l’ostruzionismo! Il tutto condito con imbarazzanti e deleterie confusioni amministrative che, ci hanno assicurato, essere casuali!

Ecco i fatti:

1)      il 4 marzo scorso la Segreteria Generale del Comune ha recapitato a tutti i Consiglieri comunali la  proposta di mozione del Movimento 5 Stelle Falconara protocollata il 19 febbraio 2015 … Sarà un caso, ma fuori tempo per poter essere inserita nell’Ordine del giorno del Consiglio comunale del successivo 9 marzo! Continua a leggere…

Perchè il Sindaco e Assessore all’Urbanistica di Falconara M. da 11 mesi tiene nel cassetto la proposta di modifica del Piano Regolatore di API raffineria SpA? CiC/FBC la trovano e la pubblicano! Presentata una mozione.

Il 12 marzo 2014 API raffineria di Ancona SpA ha chiesto al Sindaco e alla Giunta di Falconara Marittima il parere 2015-01-13_2352471.jpgpreliminare sulla propria proposta di Variante al Piano Regolatore che riguarda lo sviluppo del sito industriale e la ex Caserma Saracini.

Siamo letteralmente incappati nella importante richiesta della raffineria API pubblicata nel Portale della Trasparenza del Comune di Falconara M. dato che, rispetto al resto dei documenti presenti, è stata classificata con un anonimo ed sfuggente APU 2 - SAT B2 Villanova -Fiumesino -Svincolo variante SS76

Innanzitutto tra le richieste di modifica di API raffineria ne spiccano due nella sezione DESCRITTIVA: Continua a leggere…

Ex Montedison Falconara: le Liste civiche CiC/FBC non ottengono da Sindaco e maggioranza alcuna risposta nè sulla qualità della bonifica nè sui rischi per il piccolo commercio del progetto di Genera Consulting! Per ora si astengono sul progetto!

senza-ric-sindaco.jpgPer il momento le Liste civiche Cittadini in Comune e Falconara Bene sulla-spiaggia.jpgComune si sono astenute sull’Atto di Indirizzo per il progetto di recupero della ex Montedison, portato tardivamente ed in fretta dalla Giunta in Consiglio comunale a Falconara Marittima. Due i motivi principali espressi nella dichiarazione di voto del Capogruppo consiliare Riccardo Borini:

i dubbi sulla qualità della bonifica dell’area e la protezione del mare e dell’arenile;

il dubbio che il progetto abbia ripercussioni negative sul piccolo e medio commercio. Continua a leggere…

Brevi (ma toste) dal Consiglio Comunale e dintorni di Falconara Marittima!

senza-ric-sindaco.jpgPUNTO 1: AREA LEADER CASTELFERRETTI E LA SOCIETA’ QUADRILATERO … CHE NON QUADRA!!!!

primo-consiglio-comunale-2013.jpgContestualmente alla discussione della MOZIONE proposta dal Presidente del Consiglio che ha proposto al Sindaco e alla Giunta di chiedere al Presidente Spacca di rinunciare in tutto o in parte ai 2,8 milioni di Euro prestati dalla Regione Marche nel 2007 affinchè il Comune di Falconara aderisse al progetto della Società Quadrilatero SpA, CiC/FBC hanno chiesto ed ottenuto la convocazione di una Commissione consiliare competente che - supportata da esperti nel settore delle Infrastrutture - valuti che cosa è opportuno e possibile fare per l’Amministrazione comunale di fronte al disastroso progetto della Quadrilatero SpA (Area vasta/Area leader di Castelferretti) con il quale:

la Regione Marche ha ingannato i falconaresi con la promessa dei padiglioni fieristici; Continua a leggere…

Bypass ferroviario di Falconara M.: come mai nè Sindaco, nè Deputati PD, nè Consiglieri regionali PD dicono che il progetto di RFI non è la soluzione migliore per evitare interferenze e limitazioni alla capacità di sviluppo dell’aeroporto delle Marche? L’opera doveva essere INTERRATA!

senza-ric-sindaco.jpgRegistriamo un gran lavorìo del Partito Democratico (Consiglieri della Regione Marche e Deputati marchigiani) per evidenziare a tutti i livelli (fino al Ministro delle Infrastrutture, On. Lupi) che il raddoppio della linea ferroviaria Orte - Falconara Marittima è ferma da anni in quanto non finanziata!

Bene, sottoscriviamo questo grido di dolore poiché riteniamo che la strozzatura del binario unico (65%) della linea ferroviaria per Orte pregiudica ogni altre pretesa trasportistica … Prima fra tutte quella di trasportare più velocemente passeggeri e merci tra la costa tirrenica e l’adriatica!

MA NON CAPIAMO come mai i Consiglieri regionali ed i Deputati marchigiani PD tacciono sul progetto del cosiddetto bypass ferroviario di Falconara (il collegamento ferroviario tra la Orte - Falconara e la Ancona - Bologna) che, invece, è finanziato con solo denaro pubblico (174Milioni/€). Continua a leggere…

<< Pagina PrecedentePagina Successiva >>