Bypass ferroviario Falconara M.: misterioso sopralluogo dei tecnici di ITALFERR SpA sul fosso Rigatta che sarà incrociato dai binari ferroviari. L’Amministrazione comunale ne sa qualcosa? Interrogazione di CiC/FBC. Se nel progetto definitivo RFI Spa assicurò il CIPE (Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica) che “le interferenze con la rete idrografica di superficie erano risolte senza alterare in alcun modo la situazione ante-operam”, quali problemi idraulici sono sorti?

2018-nuovo.jpgIl 7 marzo scorso personale tecnico di ITALFERR SpA ha effettuato un sopralluogo in prossimità del fosso Rigatta. Interpellati da un cittadino sulla natura del loro lavoro, gli stessi hanno dichiarato di “eseguire dei rilievi idraulici per conto di ITALFERR per il progetto di spostamento della ferrovia“.

Il fosso Rigatta (e il reticolo di fossi minori) sarà attraversato dai binari del bypass ferroviario che devierà la linea ferroviaria adriatica dalla costa verso l’interno a partire dalla ex Montedison e, dopo essersi collegata con un unico binario alla linea per Roma, devierà verso la stazione di Falconara.

alluvione-2011.JPGProprio la problematica dell’attraversamento di una vasta zona al MASSIMO RISCHIO IDROGEOLOGICO (classificazione R4 del Piano Assetto Idrogeologico) è stata una delle criticità più pericolose sempre evidenziata in tutte le sedi dai Comitati Fiumesino, Villanova e da Ondaverde Onlus che, con un loro documento, lo sottolinearono anche in sede di audizione presso la Commissione Trasporti della Camera dei Deputati il 27 gennaio 2015. Continua a leggere…

PALASPORT BADIALI: non c’è un problema di manutenzione del tetto, è LA NATURA CHE E’ TROPPO CRUDELE CON L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE!

2018-nuovo.jpgMentre la Consigliera comunale di CiC/FBC - Lara Polita - è ancora in attesa della convocazione della Commissione consiliare III^ presieduta da Luca Cappanera (Falconara in Movimento) Commissione RICHIESTA il 4 marzo scorso per effettuare un sopralluogo e constatare la situazione del Palasport Badiali, vale la pena evidenziare la grande abilità raggiunta nell‘arte del CAMUFFAMENTO della realtà dal Vicesindaco Stefania Signorini e dal Sindaco Goffredo Brandoni.
Riproduciamo, evidenziandoli, i due passi delle Ordinanze n°21 e n°22 rispettivamente firmate dal Vicesindaco e dal Sindaco in cui si dichiara che le infiltrazioni di acqua piovana nel tetto del Palasport Badiali NON SONO ATTRIBUITE AL PESSIMO STATO MANUTENTIVO DEL TETTO ma
alle abbondanti piogge e copiose nevicate” (Ordinanza Signorini del 3 marzo)!
Al discioglimento del manto nevoso” (Ordinanza Brandoni del 5 marzo)!

ordinanza-3-marzo.jpg Continua a leggere…

Ex Montedison/Consiglio comunale: la Consigliera CIC/FBC PROTESTA e abbandona l’aula al momento del voto per l’adozione della Variante al Piano Regolatore. “Con il centro commerciale che vogliono realizzare distruggeranno il commercio locale ed il centro storico di Falconara” ha detto Lara Polita che, con i documenti alla mano della Commissione Bicamerale sui Siti inquinati di Interesse Nazionale, ha dimostrato che il progetto di bonifica è difficoltoso e ancora in alto mare! Amministrazione Brandoni/Signorini/Astolfi negazionista di fronte alla Commissione: “… quel sito crea problemi di occupazione abusiva e non c’è un problema vero e proprio di natura ambientale”. Scandaloso il Partito Democratico che dichiarando: “Per ottenere la bonifica era indispensabile l’approvazione della Variante” ribadisce la logica premiale/risarcitoria dell’operazione immobiliare in TOTALE CONTRASTO con la legislazione italiana che obbliga i proprietari a bonificare senza alcun risarcimento ed in CONTRASTO con il principio UE “chi inquina, paga”!

2018-nuovo.jpg

INTERVENTO IN CONSIGLIO COMUNALE DI LARA POLITA 

4-cattura.jpgDalla delibera di questo consiglio comunale del 18 maggio 2016 - protocollo d’Intesa tra il Comune di Falconara e quello di Montemarciano - è soltanto cambiato che la società immobiliare del Poggio srl abbia recentemente rescisso il rapporto contrattuale con la società genera Consulting e, conseguentemente, ricoprirà il ruolo di promotore e sviluppatore dell’iniziativa immobiliare in progetto. Di questa rottura ho appreso ufficialmente da una nota della stessa società datata 4 luglio 2017; presumo che la giunta ne fosse a conoscenza prima e sarebbe stato molto istruttivo conoscere i motivi di questa rottura, dopo che per 5 anni la genera Consulting è stata l’animatrice del progetto. Continua a leggere…

DOG BEACH: LETTERA APERTA AI PROPRIETARI DEI CANI E AI FRUITORI DELLA SPIAGGIA DI FALCONARA M.

senza-ric-sindaco.jpgStimati proprietari di cani e stimati fruitori della spiaggia di Falconara M.,
finalmente la spiaggia di Falconara si doterà di un servizio di Dog Beach.

Il merito va attribuito alla buona idea dell’imprenditore di Base Mare al quale va ascritto un altro merito: la sua apprezzabile iniziativa fungerà da motore per cambiare il Piano di Utilizzazione del litorale sud che, per responsabilità dell’Amministrazione comunale, dal 2010 non ha mai dato la possibilità (e non l’avrebbe mai data!) di realizzare tale servizio.
Lo stesso Assessore ai Lavori Pubblici - Ing. Matteo Astolfi - ha confermato quanto sopra con la seguente dichiarazione del 9 febbraio scorso: “
Il progetto dovrà essere inserito nella variante al Piano spiaggia e potrà vedere la luce nell’estate 2019 (…)“.

Parole che attestano anche i tempi lunghi (un altro anno e mezzo) per la realizzazione della Dog Beach, lungaggini che sarebbero state evitate se nel Piano del 2010 fosse stato accolto un emendamento delle scriventi liste civiche Falconara Bene Comune/Cittadini in Comune.
Infatti, come potete vedere dai dettagli del Piano spiaggia che pubblichiamo, nel 2010 l’Amministrazione comunale Astolfi/Signorini/Brandoni, aveva individuato 2 aree con accesso per cani: in zona spiaggia libera di Palombina Vecchia (confine con Ancona) e tra Villanova e via Roma (1° cavalcavia).
Base Mare che propone il progetto odierno è in tutt’altra zona, destinata a club e associazioni e NON PREVISTA per realizzare la Dog Beach!
Continua a leggere…

APPARIZIONI ELETTORALI: dal 7 ottobre 2016 i residenti di Villanova hanno atteso invano la sistemazione del sottopasso per il mare che si allaga ad ogni pioggia. Il 29 gennaio 2018 FBC/CiC depositano l’interrogazione per sapere come mai non sia stato fatto alcun intervento risolutore. Ieri, 6 febbraio 2018, il primo sopralluogo dell’Amministrazione comunale per verificare il da farsi!

senza-ric-sindaco.jpgleggi QUI’ l’interrogazione di FBC/CiC

sottopasso-villa-ult.jpg Continua a leggere…

Rimuovere le barriere architettoniche dal parcheggio pubblico di fronte al centro commerciale Le Ville! E’ l’impegno chiesto da FBC/CiC al Sindaco di Falconara con una mozione corredata da immagini fotografiche eloquenti.

senza-ric-sindaco.jpgFBC/CiC hanno presentato una mozione affinchè il Consiglio comunale impegni il Sindaco di Falconara M. a disporre la rimozione delle barriere fisiche presenti nello scivolo del parcheggio pubblico di fronte al Centro commerciale LE VILLE.

La Consigliera comunale FBC/CiC, Lara Polita, ha motivato l’iniziativa consiliare sottolineando chela presenza di gradini per salire e scendere alle estremità dello scivolo ad uso di carrozzine e sedie a rotelle, crea una oggettiva difficoltà nello spostamento a chi necessita di tali mezzi e a chi ha necessità di utilizzare stampelle, bastoni o deambulatori per camminare. La nostra mozione ha lo scopo di far rimuovere quegli ostacoli attraverso la realizzazione di scivoli pienamente fruibili“.

Di seguito la documentazione fotografica inoltrata all’Amministrazione comunale. Continua a leggere…

<< Pagina PrecedentePagina Successiva >>