SALVATI 13 PINI DALLE MOTOSEGHE DEL SINDACO SIGNORINI. A Settembre 2019 ne voleva abbattere 27 basandosi solo sulla valutazione visiva chiesta al Tecnico Agronomo incaricato. La fermezza dei falconaresi del Comitato Salviamo gli Alberi di Falconara e dei Consiglieri delle opposizioni ha costretto il Sindaco a far eseguire prove strumentali sui pini con il risultato che 13 sono in salute. Una lezione di metodo e competenza alla supponenza dei Consiglieri di maggioranza e della Giunta.

doppio-simbolo.JPG  alberi.jpg Grazie alla mobilitazione dei 700 cittadini falconaresi riuniti nel Comitato Salviamo gli Alberi di  Falconara Marittima e al lavoro dei Consiglieri comunali di opposizione, l’Amministrazione Signorini ha dovuto rivedere la scellerata scelta di settembre 2019. Il numero dei Pini da abbattere in via Gobetti sono stati praticamente dimezzati. Da 27, come sentenziò l’Amministrazione Comunale il 17/9/2019, a 14 come emerso dalla nuova relazione che l’Agronomo incaricato ha illustrato nella riunione odierna delle Commissioni consiliari congiunte II^ e IV^.

Dunque non era vero che tutti i 27 Pini in via Gobetti creavano pericolo per la pubblica incolumità degli utenti della strada, nonché difficoltà di accesso con i mezzi alle proprietà private“.

Secondo l’Amministrazione Signorini dovevano essere abbattuti 13 Pini sani semplicemente perché la bussola dell’orientamento dell’AC era solo il danneggiamento della sede stradale e il ripristino funzionale della sede stradale. Continua a leggere…

DOG BEACH: 10 ANNI DI RITARDO SOLO PER LA FAZIOSITÀ DI NON AVERE ACCETTATO UN EMENDAMENTO PROPOSITIVO DI CITTADINI IN COMUNE NEL 2010! Stessi Assessori, stessi Consiglieri di maggioranza! E l’Assessore Rossi si vanta pure! Ma c’è anche il GROSSO DUBBIO che quanto prevede il Regolamento non conti nulla se il Consiglio Comunale non modifica il Piano del Litorale SUD. Infatti, attualmente, IL PIANO NON PREVEDE AREE PER GLI ANIMALI IN NESSUNA DELLE AREE CONCESSIONATE!

doppio-simbolo.JPG DOG BEACH: 10 ANNI DI RITARDO SOLO PER LA FAZIOSITÀ DI NON AVERE ACCETTATO UN EMENDAMENTO PROPOSITIVO DI CITTADINI IN COMUNE NEL 2010!

Stessi Assessori, stessi Consiglieri di maggioranza!

E l’Assessore Rossi si vanta pure! Continua a leggere…

Scolmatori e versamenti di liquami in mare: i Consiglieri Calcina, Luciani, Frapiccini e Federici hanno incontrato il Prof. Cerrano, Rappresentante Scientifico del Sistema di Depurazione biologica MUDS. “Volevamo capire che cosa è il MUDS, assumere informazioni scientifiche ed avere dei primi elementi utili a valutare se potrebbe essere un utile sistema complementare adattabile alla situazione di Falconara. E’ un approfondimento diretto con chi ha brevettato e applicato il MUDS in Liguria che ritenevamo non più procrastinabile dopo che da due mesi la nostra richiesta è sistematicamente ignorata dall’Amministrazione Signorini e dai Presidenti delle Commissioni Grilli e Fiorentini”.

balneazione.JPG I Consiglieri comunali di Cittadini in Comune/FBC/SAF, Movimento5Stelle, Partito Democratico e Italia Viva - Calcina, Frapiccini, Luciani e Federici - hanno incontrato il Prof. Carlo Cerrano Docente di Zoologia presso l’Università Politecnica delle Marche nonchè Rappresentante Scientifico del sistema di depurazione marina MUDS (Marine Underwater Depuration System). Gli esponenti di opposizione hanno deciso di aggirare l’ostruzionismo dell’Amministrazione Signorini e dei Presidenti di Commissione Grilli e Fiorentini alla richiesta di indagine ed approfondimento delle ipotesi di soluzione o mitigazione del problema dei versamenti di liquami in mare.

Abbiamo voluto iniziare a capire le caratteristiche del sistema di depurazione biologica MUDS soprattutto in relazione alle caratteristiche del fondale di fronte a Falconara, alla  capacità di depurazione, a come e se potrebbe essere complementare al già esistente sistema di depurazione, a come e se potrebbe ovviare ai versamenti da parte degli scolmatori. L’8 Giugno scorso, con spirito di collaborazione finora ignorato, avevamo chiesto ai Presidenti di Commissione di convocare in audizione streaming i Tecnici del MUDS per formulare tutte queste domande insieme alla maggioranza, per una presa di conoscenza condivisa del sistema MUDS e delle applicazioni realizzate, per valutare eventuali altre possibilità di interventi efficaci su un problema la cui soluzione riguarda tutti i cittadini ed il futuro di Falconara. Nonostante tutto, noi di CiC, M5S, PD e IV ci siamo cominciati a fare un’idea. Chiederemo per l’ennesima volta all’Amministrazione Signorini un rapido confronto pubblico a 360 gradi sul progetto in essere e sulle possibili modifiche a tutela degli interessi della collettività“.

Loris Calcina - Cittadini in Comune/Falconara Bene Comune e SiAmo Falconara Continua a leggere…

Incidente mortale nel cantiere del bypass ferroviario. Le liste civiche CIC/FBC e SAF esprimono il loro cordoglio e vicinanza alla famiglia della vittima e solidarietà alle maestranze impegnate nel cantiere. Chiediamo rigorose verifiche non solo sulle responsabilità di questo incidente, ma anche sull’organizzazione del cantiere, sull’attuazione delle misure di sicurezza, sulla formazione del personale, sul rispetto dell’orario di lavoro e dei turni di riposo.

doppio-simbolo.JPG morti-lavoro.JPG Incidente mortale nel cantiere del bypass ferroviario. Le liste civiche CIC/FBC e SAF esprimono il loro cordoglio e vicinanza alla famiglia della vittima. CiC/FBC e SAF esprimono altresì solidarietà alle maestranze impegnate nel cantiere. Per l’ennesima tragedia constatiamo la - purtroppo - “normalità” delle morti sul lavoro. Per questo chiediamo rigorose verifiche non solo sulle responsabilità di questo incidente, ma anche sull’organizzazione del cantiere, sull’attuazione delle misure di sicurezza, sulla formazione del personale, sul rispetto dell’orario di lavoro e dei turni di riposo. Chiediamo che il Sindaco di Falconara in qualità di garante della salute e della sicurezza di tutti coloro che soggiornano e operano nel territorio comunale si faccia attore di queste richieste. Auspichiamo una presa di posizione e una attenta vigilanza da parte delle Organizzazioni sindacali di categoria.

Staff comunicazione Cittadini in Comune/Falconara Bene Comune e SiAmo Falconara Sinistra in Comune.

DOPO 23 ANNI CI SAREBBERO I SOLDI PER REALIZZARE IL COLLEGAMENTO DI VIA DEL CONSORZIO CON LA SS. 16 AL FINE DI ALLEGGERIRE IL TRAFFICO IN VIA MARCONI E SERVIRE ANCHE L’AEROPORTO! L’abbiamo proposto nella Commissione consiliare I^ del Comune di Falconara Marittima, ma gli Assessori e il Presidente di Commissione hanno ignorato il nostro appello a non perdere un’occasione irripetibile! Le risorse per l’opera vanno reperite nei 2.843.380 Euro di anticipo (2006 - Valorizzazione aree progetto Quadrilatero) di cui la Regione Marche non chiede la restituzione a patto che il Comune stesso (che nel frattempo li ha accantonati) li utilizzi per “investimenti infrastrutturali a supporto dello sviluppo dell’aeroporto”. Abbiamo spiegato che il collegamento di via del Consorzio con la SS. 16 è un’opera utile alla viabilità aeroportuale e a Falconara stessa ma, domani 6 agosto, l’Amministrazione Signorini proporrà al Consiglio Comunale un progetto di fattibilità tecnica ed economica che NON PREVEDE QUEL COLLEGAMENTO, mentre prevede un INUTILE nuovo parcheggio tra via del Consorzio e la linea ferroviaria romana dal costo di 830.000 Euro! Pubblichiamo il miope progetto del Comune che ABBIAMO DOVUTO LETTERALMENTE SCOVARE dato che, come sempre, ci è stato tenuto nascosto dal Sindaco Signorini, dall’Assessore Barchiesi, dal Presidente del Consiglio comunale Brandoni e dal Presidente della Commissione Cappanera.

doppio-simbolo.JPG consorzio.jpg Se la Giunta Signorini non ascolterà il consiglio di CiC/FBC/SAF formulato per il bene della città Falconara perderà un’occasione clamorosa per realizzare in tempi rapidi il collegamento di via del Consorzio con la SS16, quel collegamento che attende da 23 anni e che doveva fare l’API in forza alla Convenzione stipulata con il Comune (Sindaco Carletti) nel 1997 quale opera di compensazione per i “disagi” della centrale termoelettrica IGCC e che il Sindaco Brandoni abbonò ai Brachetti Peretti con la sciagurata Convenzione 2008 per la realizzazione di altre 2 centrali termoelettriche (fortunatamente naufragate). Quel collegamento che dovrebbe fare RFI con le opere di compensazione per “i disagi” determinati dalla realizzazione del bypass ferroviario. Ieri, in Commissione consiliare I^, abbiamo detto che sulle opere di compensazione che dovrebbe realizzare RFI dobbiamo essere franchi e realistici: se RFI le farà dovremo aspettare almeno 6 anni ma siccome RFI, il 12 dicembre 2015 con la nota prot. nr. 48244, ha già scritto che la priorità del finanziamento CIPE sono i binari e, se avanzeranno i soldi, si faranno le opere di compensazione noi crediamo che quell’opera non la vedremo mai realizzata neanche da RFI.

Questo presagio è tanto più vicino alla realtà se si considerano gli ulteriori sviluppi dell’opera del bypass ferroviario che, nel febbraio scorso, ha costretto RFI a compartecipare con 640.000 Euro non preventivati alla risoluzione dell’interferenza di due piloni del viadotto Esino con la nuova configurazione del canale della Liscia in capo al Consorzio di Bonifica.

SONO ULTERIORI 640.000 EURO TOLTI ALLE OPERE DI COMPENSAZIONE! Continua a leggere…

VULNERABILITÀ SISMICA scuole Peter Pan e Leopardi di Falconara: il Consigliere comunale di CiC/FBC/SAF - Loris Calcina - ha chiesto in Commissione Urbanistica che a Settembre, per precauzione, anche quelle classi della materna e delle elementari siano spostate in una sede più sicura.

doppio-simbolo.JPG Il Consigliere Calcina: “Abbiamo letto le Relazioni sullo stato degli edifici e ci troviamo d’accordo con la necessità di demolire le G. Cesare e le Leopardi e sostituirle con un nuovo edificio. Concordiamo con il trasferimento precauzionale delle classi delle G. Cesare presso l’edificio dell’Istituto Serrani ma, in Commissione, abbiamo sottolineato con forza che l’urgenza dei lavori di consolidamento indicati dalle Relazioni Tecniche per Peter Pan e Leopardi devono essere correlati all’imprevedibilità sia degli eventi sismici sia della loro intensità piuttosto che al periodo teorico di 7 anni entro cui può essere eseguito il consolidamento. Non abbiamo certezza che nei prossimi 7 anni gli alunni frequenteranno le Peter Pan e le Leopardi senza che si verifichino eventi sismici. L’unica certezza è che, così come sono, gli edifici necessitano di urgenti interventi. E’ necessario il provvedimento precauzionale di spostamento delle classi in altra sede dal prossimo settembre“.

Scuola G. Cesare Relazione verifica vulnerabilità sismica

Scuola Leopardi Relazione verifica vulnerabilità sismica Continua a leggere…

Pagina Successiva >>