Incompatibilità dirigenziale del Comandante della Polizia Municipale di Falconara: ora c’è una relazione fantasma secretata dalla Giunta Signorini! E’ la relazione inviata dall’ex Segretario Generale – Dott.ssa Bartolini – ad agosto 2018 all’ANAC. L’Assessore Giacanella prima la pubblica su facebook poi, dopo 30 minuti, qualcuno della Giunta lo consiglia di eliminarlo dicendo che non è divulgabile! Che cosa c’è di SEGRETO tanto da tenerne all’oscuro i Consiglieri comunali? C’è anche una risposta dell’ANAC che viene tenuta secretata? “Peccato che non siamo stati tempestivi a scaricare il documento in quei 30 minuti in cui è stato pubblicato. Lo avremmo sterilizzato dei dati sensibili e divulgato a Stampa e cittadini” hanno dichiarato i Consiglieri comunali Calcina, Caricchio e Frapiccini. Sarà chiesta la convocazione della Commissione ed è stato chiesto di acquisire il documento.

Comunicato Stampa congiunto CiC/FBC/SAF - M5S - LEGA

Ciò che l’Assessore Marco Giacanella ha postato sulla pagina facebook de “La sai l’ultima a Falconara M.” la mattina del 7 maggio, è a dir poco inquietante.

L’Assessore della Giunta Signorini - Marco Giacanella - in risposta all’attacco delle opposizioni (CiC/FBC/SAF - M5S - LEGA - PD) riguardo agli incompatibili incarichi dirigenziali del Comandante della Polizia Municipale, alle ore 10 pubblica una inedita lettera del 28 agosto 2018 con la quale l’ex Segretario Generale del Comune - Dott.ssa Bartolini - scrisse personalmente (su carta intestata dell’Amministrazione comunale!) all’Autorità Nazionale Anticorruzione per chiedere un parere sulla situazione che era stata ricostruzione-2.JPGevidenziata da giugno 2018 dal Segretario UGL regionale delle Marche.

Poi, alle 10,40 circa, l’Assessore elimina la lettera dalle sue risposte. Continua a leggere…

INCOMPATIBILITA’ dirigenziale del Comandante della Polizia Municipale di Falconara M.: CiC/FBC/SAF – M5S – Lega e PD hanno chiesto che l’Amministrazione comunale formuli all’Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC) un quesito chiaro e condiviso tra maggioranza e opposizione. “Fino ad oggi l’Amministrazione comunale non ha mai chiesto alcun parere all’ANAC! L’ex Segretario Generale Rossella Bartolini è stata improvvisamente e sorprendentemente sostituita dal Sindaco Signorini dopo che RICONOBBE LA NECESSITÀ DI APPROFONDIMENTI GIURIDICI DELLA QUESTIONE a seguito delle note del Sindacato UGL” hanno dichiarato Calcina, Frapiccini, Federici e Caricchio! I dubbi dei Consiglieri di opposizione sono alimentati dall’isolamento dell’attuale Segretario Generale Francesco Nocelli la cui apertura alla proposta della minoranza per un diretto coinvolgimento dell’ANAC si è scontrata con la stridente e perentoria affermazione del Sindaco Signorini secondo la quale “non c’è alcuna incompatibilità con il ruolo di dirigente dei servizi sociali”! Pubblichiamo in esclusiva la nota dell’ex Segretario Generale del Comune, Dott.ssa Rossella Bartolini.

CONFERENZA STAMPA CONGIUNTA CiC/FBC/SAF - M5S - PD - LEGA del 6 maggio 2019

Situazione dirigenziale del Comandante della Polizia Municipale di Falconara M.: le opposizioni hanno chiesto che l’Amministrazione comunale formuli all’Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC) un quesito chiaro e condiviso tra maggioranza e opposizione. Le parole di apertura alla proposta del Segretario Generale nonché Responsabile della Prevenzione e Corruzione del Comune, cozzano con le perentorie dichiarazioni del Sindaco Signorini e l’ostruzionismo del Presidente della Commissione consiliare. Consegniamo agli Organi di Informazione 3 documenti inediti. Nota dell’ex Segretario Generale del Comune

NOTA DEL VICE PREFETTO DI ANCONA ISPETTORE DELLA FUNZIONE PUBBLICA

Nota Ispettore Funzione Pubblica della Presidenza del Consiglio dei Ministri Continua a leggere…

Bilancio del Comune di Falconara M.: la Tassa sui Rifiuti aumenterà da un minimo di 10,71 € ad un massimo di 23,49 €! I Falconaresi continuano a pagare i costi del fallimentare sistema di raccolta dei rifiuti che dal 2011 non riesce a raggiungere l’obiettivo di legge del 65% di differenziata. Per questo, tra addizionali da pagare per la maggiore quantità di rifiuti portati in discarica e risparmi mancati, dal 2011 sono stati pagati dai falconarsi circa 750.000 € in più! Aumenta anche il costo dello spazzamento e lavaggio strade, ma il servizio peggiora nelle zone cittadine meno urbanizzate! Insomma, Falconaresi figli e altri figliastri!

doppio-simbolo.JPG  Ricordate 4 anni fa (22/1/2015) quando l’ex Assessore all’Ambiente Matteo Astolfi proclamò che la raccolta differenziata era z-balle.JPGad un passo dal raggiungere l’obiettivo di legge del 65%? BALLE!

Ricordate appena un anno fa (8/3/2018) quando sempre lo stesso Assessore affermò che sarebbe cambiata la raccolta dei rifiuti e le tariffe sarebbero rimaste invariate? BALLE!

Oggi, non c’è più l’Ing. Astolfi, ci sono il Sindaco Signorini e gli Assessori Rossi e Mondaini (che erano in Giunta con l’ex Assessore), ma la musica non cambia: a Falconara il fallimentare sistema di raccolta dei rifiuti non riesce a raggiungere l’obiettivo di legge del 65% di differenziata. Così, tra addizionali da pagare per la maggiore quantità di rifiuti portati in discarica e risparmi mancati, i Falconaresi pagheranno bollette che vedranno aumenti da un minimo z-balle-2.JPGdi 10,71 €/anno ad un massimo di 23,49 €/anno. Continua a leggere…

BYPASS FERROVIARIO: pubblichiamo l’intervento di accusa del Consigliere comunale Loris Calcina in Consiglio Comunale del 20 marzo 2019 che, documenti alla mano, ha inchiodato Sindaco, Assessore Rossi, Brandoni, Giunta e maggioranza alle proprie RESPONSABILITA’ NELL’AVER SOSTENUTO L’OPERA SIN DAL 2008. “Tutti possono rimettere in discussione il progetto” disse in Consiglio comunale l’Ing. Luciano Frittelli di RFI (25/7/2008)! Per tutta risposta, il 25 marzo 2009 l’allora Sindaco Brandoni e l’intera Giunta (Signorini compresa) consegnarono al Ministero delle Infrastrutture il parere favorevole al progetto definitivo del bypass. Solo questa è la verità, scritta nei documenti! Il resto sono BUGIE!

doppio-simbolo.JPG  Quando parliamo di arretramento della line ferroviaria parliamo di tutto il territorio, di un altro futuro, di benessere collettivo e interesse pubblico. Quando parliamo del bypass ferroviario parliamo di soffocamento del futuro, di interesse privato su territorio pubblico.

Quello che fin dal Consiglio Comunale del 25 luglio 2008 il Viceministro Sen. Mario Baldassarri, l’Amministratore Delegato Mauro Moretti e Voi tutti - compreso l’attuale Assessore Rossi - avete sostenuto è stata la politica dei due tempi: prima il bypass (o bypassino come lo chiamava il Viceministro) poi l’arretramento!

E siccome non siete degli sprovveduti, pertanto siete in malafede quando l’avete sostenuta e quando, ancora oggi, continuate a sostenerla. Continua a leggere…

Sgangherato tentativo della Presidente di Commissione Giorgia Fiorentini di difendere il NON OPERATO di Brandoni! La protesta dei Consiglieri di minoranza nei confronti del Presidente del Consiglio Comunale non ha nulla a che vedere con il PEE API a cui abbiamo concretamente collaborato con 4 pagine di suggerimenti nella Commissione del 29 ottobre 2018. Siamo amareggiati dalla scorrettezza della Presidente Fiorentini alla quale nessuno dei componenti della Commissione aveva contestato nulla quando ci informò che sarebbe stata assente dal 3 al 10 marzo per la settimana bianca quando TUTTI SAPEVANO CHE IL PEE ERA GIÀ ARRIVATO IN COMUNE DALLA PREFETTURA IL 27 FEBBRAIO. “L’abbronzatura con cui ci ha accolto nella Commissione del 12 marzo ci aveva fatto sperare in una valutazione più distesa e obiettiva dello scandaloso operato di Brandoni!” ha dichiarato il Consigliere Calcina. Pubblichiamo il documento che attesta che il PEE API è arrivato in Comune il 27 febbraio.

doppio-simbolo.JPG  Sgangherato tentativo della Presidente di Commissione Giorgia Fiorentini di difendere il NON OPERATO del Presidente Brandoni!

La protesta dei Consiglieri di minoranza nei confronti del Presidente del Consiglio Comunale non ha nulla a che vedere con il PEE API a cui abbiamo concretamente collaborato con 4 pagine di suggerimenti nella Commissione del 29 ottobre 2018, di cui ancora non è stato pubblicato il verbale! ( leggi quì le proposte di modifica del PEE di CiC/FBC/SAF )

Siamo amareggiati dalla scorrettezza della Presidente Fiorentini alla quale nessuno dei componenti della Commissione aveva contestato nulla quando ci informò che sarebbe stata assente dal 3 al 10 marzo per la settimana bianca quando TUTTI (Sindaco, Assessori e Dirigenti) SAPEVANO CHE IL PEE ERA GIÀ ARRIVATO IN COMUNE DALLA PREFETTURA IL 27 FEBBRAIO. Continua a leggere…

I Consiglieri comunali di minoranza di Falconara M. (CiC/FBC/SAF – PD – LEGA – M5S) hanno formalmente contestato al Presidente del Consiglio Goffredo Brandoni la violazione di Regolamento, dello Statuto comunale e del Testo Unico degli Enti Locali. La nota inviata anche al Prefetto, prefigura la mozione di revoca prevista dall’art. 35 comma 6 della Statuto comunale. Calcina: “Brandoni ha sistematicamente disertato tutte le Commissioni consiliari nonostante il Regolamento preveda la sua partecipazione. In questo modo NON HA RISPETTATO E NON HA FATTO RISPETTARE anzitutto le norme per il funzionamento degli organismi del Consiglio e, così facendo, non ha garantito che la componente di maggioranza non prevaricasse quella di minoranza! Brandoni non ha svolto il suo compito con NEUTRALITA’ che è la garanzia del corretto funzionamento del Consiglio nel suo insieme, senza distinzione tra maggioranza e opposizione”

doppio-simbolo.JPG  I Consiglieri comunali della minoranza (CiC/FBC/SAF - PD - LEGA e M5S) hanno formalmente contestato al Presidente del Consiglio comunale di Falconara Marittima - Sig. Goffredo Brandoni - la violazione dei compiti indicati dalla normativa e delle regole comportamentali connaturate alla carica di garante della corretta dinamica politico-amministrativa dell’Ente. ( leggi quì documento con i fatti contestati )

ult.JPGLa contestazione formale è avvenuta nel corso della Conferenza dei Capigruppo consiliari del 13 marzo con un documento scritto che è stato inviato anche al Prefetto di Ancona.

La contestazione del Presidente Brandoni si basa su fatti documentati che concretamente fanno riferimento a violazioni del Regolamento del Consiglio comunale, dello Statuto Comunale e del Testo Unico degli Enti Locali (D.Lgs. 267/2000). Continua a leggere…

<< Pagina PrecedentePagina Successiva >>