“EQUIPE MEDICA DI EMERGENZA: UN PUNTO PRIORITARIO DEL MIO PROGRAMMA DI GOVERNO PER AFFRONTARE I RISCHI SANITARI DELLE CITTA’ IN CASO DI INCIDENTI/ESALAZIONI”! Dichiarazione di Loris Calcina

2018-nuovo.jpgsiamo-falconara.jpg A fronte di situazioni rischiose per la salute dei cittadini, che sempre più frequentemente si cattura.JPGverificano nel nostro territorio a causa della presenza di industri insalubri, la popolazione ha necessità di essere assistita da un punto di vista sanitario.

Quindi, una delle mie PROPOSTE PRIORITARIE di governo, è quella di stipulare una convenzione con l’ASUR affinché, in presenza di eventi come quelli appena trascorsi, la CITTADINANZA possa contare, per tutta la durata dell’emergenza, sull’assistenza di una EQUIPE MEDICA DI EMERGENZA (es: pneumologo, otorino, cardiologo) e sull’operatività straordinaria della sala prelievi sanguigni e delle urine, presso la struttura falconarese dell’ASUR di via Rosselli.

A questa struttura i cittadini potranno rivolgersi GRATUITAMENTE per i controlli d’emergenza non acuti, in caso di malesseri dovuti alla situazione d’emergenza ambientale. Continua a leggere…

La Giunta Brandoni e i Consiglieri di Uniti per Falconara/Insieme Civico/Ridisegnare Falconara/Falconara in Movimento hanno preparato il primo regalo che la Prof. Signorini farà ad API raffineria qualora diventasse Sindaco di Falconara: permettere interventi edilizi interni all’area di raffineria per costruire altri impianti a tutt’oggi ignoti. Una cambiale in bianco dato che, almeno a parole, la Giunta dice di essere all’oscuro del Piano Industriale Strategico di API! Calcina: “se i falconaresi ci faranno amministrare la città, cancelleremo immediatamente quell’atto di mero indirizzo”!

2018-nuovo.jpgLa contro mozione presentata e votata dalla maggioranza consiliare del Sindaco Brandoni ha avuto l’obiettivo di contrastare il netto NO di quella di FBC/CiC a qualsiasi escamotage di modificazione del PRG chiesto da API raffineria.

Tutta la corposa premessa della mozione di Uniti per Falconara/Insieme Civico/Ridisegnare Falconara/Falconara in Movimento fatta di considerazioni, valutazioni e intendimenti, ha avuto il solo scopo di giustificare l’apertura di una porta alla richiesta di API raffineria, nella fattispecie l’atto di mero indirizzo che la Giunta viene impegnata ad adottare!

Lì sta il nocciolo della questione e siccome è necessario conoscere bene quell’atto a cui si riferiscono i Consiglieri sostenitori della Giunta Brandoni, lo pubblichiamo quì  per quella trasparenza e chiarezza che l’Amministrazione uscente si è guardata bene da esercitare in 4 anni dall’inizio di questa storia, cioè dal 13 marzo 2014 quando ricevette la richiesta di API raffineria. Continua a leggere…

API raffineria tiene nascosto al Comune e ai cittadini il suo Piano Industriale Strategico ma chiede una modifica al Piano Regolatore il cui obiettivo è palese: spostare gli uffici attualmente di fronte a Fiumesino o nella ex caserma Saracini o nella propria area a confine con Villanova. Liberata l’area di fronte a Fiumesino, lì le destinazioni d’uso del PRG prevedono anche serbatoi di stoccaggio! E’ questa una parte del Piano Industriale strategico di API raffineria? Ma c’è un intoppo legislativo che API vorrebbe aggirare con l’aiuto dell’Amministrazione Brandoni! Lunedì 23 aprile, in Consiglio comunale ore 18, sarà discussa la mozione di FBC/CiC che si oppone a questa trappola e chiede la bocciatura della richiesta di modifica del PRG chiesta da API raffineria!

2018-nuovo.jpgNel corso del Consiglio comunale che si terrà lunedì 23 aprile, sarà discussa la mozione di CiC/FBC che chiede al Consiglio di impegnare il Sindaco e la Giunta a respingere le proposte di modifica al Piano Regolatore di Falconara (PRG) avanzate da API raffineria.

Le proposte – casualmente rintracciate dall’ex Consigliere FBC/CiC Riccardo Borini e mai portate all’attenzione della Commissione Urbanistica - furono avanzate dall’azienda petrolifera il 13 marzo 2014 e, oggi, a fine mandato amministrativo, potrebbero ottenere l’OK della Giunta comunale. Continua a leggere…

Esalazioni dal serbatoio 61 dell’API: NON FACCIAMOCI CONFONDERE! Dichiarazione del candidato a Sindaco, LORIS CALCINA

2018-nuovo.jpgsiamo-falconara.jpg

Su Sindaco e Giunta

Come mai con l’incendio alla ditta Casali del 17 luglio 2015 e l’emergenza BENZENE di un solo giorno il Sindaco ha informato e dato consigli alla popolazione attraverso la rete degli altoparlanti fissi e mobili mentre per questa emergenza di 6 giorni non ha ritenuto di informare e consigliare? Eppure i dati sono impietosi: nel solo e unico 17 luglio 2015 ci fu una media/giorno di BENZENE di 8,3 µg/mc mentre ora abbiamo avuto medie/giorno di BENZENE di 19,4 µg/mc (14 aprile) di 11 µg/mc (15 aprile) di 37,5 µg/mc (16 aprile) e di 14 µg/mc (17 aprile)? Rimango convinto e ribadisco che con queste concentrazioni di BENZENE precauzionalmente le scuole dovevano essere chiuse e sospese le attività sportive all’aperto. Non sarebbe stato allarmismo, MA PREVENZIONE PER LA SALUTE DEI CITTADINI! Continua a leggere…

TENTATO OCCULTAMENTO! Il Sindaco Brandoni, l’Assessore all’Ambiente Astolfi e la Presidente della Commissione Ambiente Barchiesi non informano il Consiglio e la città che il 20 aprile ci sarà la Conferenza dei Servizi per il rinnovo dell’Autorizzazione Integrata Ambientale alla raffineria API. La notizia è stata appresa casualmente soltanto perché l’ARPAM ne ha parlato in Prefettura venerdì 13 aprile durante l’incontro con i cittadini di Mal’Aria e Ondaverde!

senza-ric-sindaco.jpgA seguito dell’incontro avvenuto in Prefettura venerdì 13/4 la delegazione dei volontari Ondaverde e comitato Malaria ha reso pubblico di aver appreso in corso di riunione, fonte Arpam, che venerdì 20/4 è in programma una importante conferenza dei servizi, relativa al procedimento di rinnovo dell’Autorizzazione Integrata Ambientale di API raffineria.

A questo appuntamento dovrà essere presente anche il Comune di Falconara. Rendo noto che, appresa la notizia, come Consigliera comunale ho formalizzato immediatamente richiesta di convocazione della commissione ambiente, perché fino a quel momento né la Presidente Valentina Barchiesi, né l’Assessore Matteo Astolfi e né tanto meno il Sindaco Brandoni, avevano provveduto ad alcuna comunicazione in merito, lasciandone all’oscuro l’intero consiglio comunale.

Stigmatizzo in maniera grave questo comportamento. Se l’intenzione iniziale del Sindaco era quella di presiedere a questa importante riunione senza un documento condiviso faccio presente che in commissione ambiente mi spenderò affinché si materializzi un documento che vincoli invece il Sindaco. Occorre portare all’attenzione dei Ministeri del’Ambiente e della Salute una serie di richieste e proposte. Contenuti che esporrò mercoledì 18/04 alle ore 17,45 (sala del Consiglio Comunale), momento in cui è ora convocata la commissione ambiente. Continua a leggere…

Emergenza ambientale e sanitaria da incidente industriale a Falconara: UN VERO SINDACO COSA AVREBBE DOVUTO FARE!

2018-nuovo.jpgsiamo-falconara.jpg Un Sindaco che sia cosciente dei rischi industriali che gravano su Falconara vvf-dimfronte-a-api.jpgMarittima e che sia coscienzioso nei confronti dei cittadini e della loro salute, in una situazione come quella che si è verificata in questi ultimi giorni DEVE e HA IL POTERE di intervenire con tutt’altra organizzazione e atti rispetto a quelli mostrati fino ad oggi. Ferma restando la necessità di prevenire gli incidenti con una saggia politica di sicurezza industriale e con controlli stringenti che anche un’Amministrazione comunale DEVE pretendere, queste che seguono sono alcuni efficaci progetti operativi generali da DOVER ADOTTARE, fattibili e tutt’altro che elettoralistici.


A) Tutela immediata dei cittadini:

1] preso atto degli elevati livelli di inquinanti (nel caso odierno di Benzene ed Idrocarburi Non Metanici) riscontrati sul territorio comunale, il Sindaco DEVE emanare un’ordinanza di sospensione temporanea di ogni attività sportiva che si svolga all’aperto. Continua a leggere…

<< Pagina PrecedentePagina Successiva >>