Quelli del malgoverno falconarese! Orto botanico: per l’Assessore Astolfi la buca e il pilone issato tra gli alberi non ci sono mai stati! Ma le prove fotografiche del 25 Agosto e dell’11 Settembre lo inchiodano alle proprie responsabilità, tra le quali l’aver effettuato il sopralluogo ben 15 giorni dopo aver appreso la notizia della manomissione! CiC pubblica il dossier definitivo!

pilone issato 11/9/12 foto Paolinelli La risposta all’interrogazione di Cittadini in Comune sulla manomissione dell’orto botanico che l’Assessore Astolfi ha letto e consegnato nel corso del Consiglio Comunale del 30 Ottobre scorso non ha replicato a nessuno dei dubbi espressi e, anzi, ha contribuito ad alimentarne di nuovi riguardo al comportamento ed alla credibilità dell’Assessore stesso e della Dirigente del Servizio Tutela Ambientale. risposta ad interrogazione CiC

Una delle conclusioni dell’Assessorato recita che: <<non è presente scavo sul terreno per la probabile installazione del palo metallico segnalato (ora posizionato a terra al di fuori della sbarra all’ingresso dell’orto botanico)>>. Continua a leggere…

Anche a Falconara, come a Jesi Fabriano e Ancona, il Consiglio Comunale emenda la Convenzione per la gestione dei rifiuti nella provincia di Ancona.

Grazie all’azione di Cittadini in Comune e del Movimento 5 Stelle, i Consigli Comunali di Falconara M.ma, Ancona, Jesi e Fabriano hanno deciso con maggioranze trasversali di non rinunciare alle proprie prerogative di discussione pubblica e informazione dei cittadini sul tema della gestione dei rifiuti.

La Regione Marche aveva inviato una diffida perché venisse approvata la Convenzione obbligatoria, minacciando che avrebbe commissariato il Comune se non si fosse adeguato entro lunedì. Questa azione è però stata illegittima in quanto la legge prevede (art. 30 comma 3 del Testo Unico degli Enti Locali, d.lgs 267/2000) che si possa imporre tale obbligatorietà solo “per la gestione a tempo determinato di uno specifico servizio.

La Convenzione obbligatoria prevedeva che fosse istituita una ATA (Assemblea Territoriale d’Ambito) formata dal Presidente della Provincia e dai Sindaci dei Comuni che avrebbe deciso il Piano d’Ambito per la gestione dei rifiuti. Quindi i soggetti titolari delle funzioni esecutive degli enti locali non avrebbero discusso in nessuna seduta pubblica queste scelte fondamentali per il territorio: la localizzazione di una discarica, la realizzazione o meno di un inceneritore, la modalità di una raccolta dei rifiuti da inserire in una gara pubblica per la gestione. Continua a leggere…

Gestione dei rifiuti urbani: Cittadini in Comune contro la linea tecnocratica e autoritaria della Regione Marche!

Organizzare il servizio di gestione integrata dei rifiuti urbani e assimilati secondo criteri di efficienza, efficacia, economicità e trasparenza è un obiettivo condivisibile.

E’ inaccettabile che la Regione Marche pretenda di usare questo obiettivo per accentrare e ridurre la trasparenza e la democraticità delle decisioni!

E’ inaccettabile che la Regione Marche pretenda di costruire su norme autoritarie l’Assemblea Territoriale d’Ambito (ATA) che sostituirà gli attuali Consorzi! Continua a leggere…

RIFIUTI: l’azione di Cittadini in Comune in Consiglio comunale scongiura, per il momento, l’adozione della Convenzione capestro della Regione Marche.

democraziaNel corso del Consiglio comunale del 26/9/2012, Cittadini in Comune ha chiesto ed ottenuto il rinvio dell’approvazione “obbligatoria” della Convenzione con cui i Comuni dovrebbero aderire alle costituende Associazioni Territoriali d’Ambito (ATA) provinciali per la gestione dei rifiuti.

Avete capito bene: approvazione obbligatoria da parte di ogni Consiglio comunale richiesta dalla Regione Marche pena il commissariamento del Comune per la questione rifiuti.

Una Convenzione che se approvata così com’è sarebbe un’auto-rinuncia da parte del Consiglio Comunale ad esercitare i compiti che per legge gli vengono assegnati! Continua a leggere…

Manomessi 5000 mq dell’arboreto didattico di Falconara Marittima! Anche un pilone di 5 metri tra gli alberi! Il Sindaco e l’Assessore Astolfi hanno autorizzato Protezione Civile e Gruppo Gola della Rossa?

il pilone metallicoChe cosa sta accadendo all’ORTO BOTANICO di Falconara Marittima (conosciuto anche come ARBORETO DIDATTICO) di fianco al fiume Esino?

Chiunque faccia una passeggiata in quello che è uno dei pochi fiori all’occhiello di Falconara Marittima, si accorgerà immediatamente che l’area è stata letteralmente manomessa e alterata: