Falconara Marittima: “È vergognoso che per due gocce d’acqua non si possa andare al mare. Ma su cosa vuole costruire il suo futuro questa città?” Ancora liquami in mare dagli scolmatori di Multiservizi!

senza-ric-sindaco.jpgÈ vergognoso che per due gocce d’acqua non si possa andare al mare. Ma su cosa vuole costruire il suo futuro questa città?25 luglio 2015 liquami in mare in zona DISCOLo scoramento dei falconaresi è tutto in questa frase sentita in spiaggia, rilanciata da facebook.
Certo, come forza politica cittadina presente in Consiglio comunale sappiamo che il problema non è di facile soluzione, ma non si può andare avanti così: appena piove, versamenti in mare di liquami! E stavolta non c’è stata alcuna “bomba d’acqua”!

Questo accade da anni e quindi stiamo facendo pressione per sapere quale programmazione, quali obiettivi pluriennali, quali tempi, quali responsabilità, quali risorse ci sono. A tale proposito il nostro consigliere Riccardo Borini ha fatto una interrogazione al Sindaco il 20.05.2015, ma dopo 2 mesi non è stata ancora inserita all’odg del Consiglio comunale, neanche nel prossimo Consiglio programmato per il 29.07.2015.

Nell’ultimo anno oltre ai divieti di balneazione non ci risulta si sia fatto altro. A parte sperare che in estate non piova! Continua a leggere…

Rete fognaria, scolmatori e balneabilità: interrogazione urgente del Consigliere di FBC/CiC Riccardo Borini al Sindaco di Falconara M.

senza-ric-sindaco.jpgIl Consigliere comunale Riccardo Borini - liste civiche Falconara Bene Comune e Cittadini in Comune - ha presentato una interrogazione urgente al Sindaco di Falconara Marittima riguardante gli scolmatori di “troppo pieno” della rete 167201412137c.jpgfognaria i quali, scaricando a mare, causano fenomeni di inquinamento di breve durata che impongono l’emissione di divieti di balneazione pregiudizievoli del buon andamento della stagione balneare.

E’ noto che l’annosa problematica può trovare soluzione soltanto con interventi strutturali che, finanziariamente, coinvolgano più soggetti istituzionali.

In quest’ottica i cittadini e gli operatori balneari avevano formulato delle proposte concrete nel corso dell’assemblea pubblica del 31 luglio 2014, proposte che hanno successivamente consegnato a Sindaco e Consiglio comunale il 26 gennaio 2015: Continua a leggere…

Falconara Bene Comune e Cittadini in Comune scrivono al Ministro dell’Interno, a Deputati e Senatori delle Commissioni e agli eletti nelle Marche: “in questo territorio si sono progettate opere i cui rischi tecnologici e ambientali sono sinergici, ma sono stati valutati solo separatamente! Ecco gli scenari incidentali temuti dai cittadini!

senza-ric-sindaco.jpgA Falconara Marittima, in un’area di circa 3 km², si sovrapporranno progetti i cui rischi tecnologici ed ambientali NON SONO MAI STATI VALUTATI NEL LORO POSSIBILE SINERGISMO!

il-rischio.jpg pai-e-bypass-falc-schematizzato.jpg  La Regione Marche e il Comune di Falconara Marittima non sembrano essersi mai poste il problema nonostante le sollecitazioni delle associazioni dei cittadini. Pertanto, le liste civiche FBC/CiC hanno deciso di scavalcare istituzionalmente Regione, Provincia e Comune  e con una lettera hanno chiesto di valutare la seguente situazione al Ministro degli Interni, alla Prefettura di Ancona, alle Commissioni Ambiente, Trasporti e LL.PP. di Camera e Senato, ai Deputati e Senatori eletti nelle Marche.

Il contesto territoriale: Falconara Marittima è una zona SISMICA delle Marche caratterizzata da sorgenti sismogenetiche con magnitudo massima stimata a 5.9 e con faglie attive inverse potenzialmente in grado di produrre effetti rilevanti di deformazione superficiale. L’area del territorio di Falconara Marittima in cui insisteranno le opere a cui ci riferiamo è di massimo rischio idrogeologico (R4) dove si sono verificate alluvioni nel 1997, 2006 e 2011. Continua a leggere…

Falconara M.: di fronte al muro di gomma dell’Amministrazione comunale, le liste civiche FBC/CiC intensificheranno lo “scavalcamento istituzionale”!

Perchè il Sindaco e Assessore all’Urbanistica di Falconara M. da 11 mesi tiene nel cassetto la proposta di modifica del Piano Regolatore di API raffineria SpA? CiC/FBC la trovano e la pubblicano! Presentata una mozione.

Il 12 marzo 2014 API raffineria di Ancona SpA ha chiesto al Sindaco e alla Giunta di Falconara Marittima il parere 2015-01-13_2352471.jpgpreliminare sulla propria proposta di Variante al Piano Regolatore che riguarda lo sviluppo del sito industriale e la ex Caserma Saracini.

Siamo letteralmente incappati nella importante richiesta della raffineria API pubblicata nel Portale della Trasparenza del Comune di Falconara M. dato che, rispetto al resto dei documenti presenti, è stata classificata con un anonimo ed sfuggente APU 2 - SAT B2 Villanova -Fiumesino -Svincolo variante SS76

Innanzitutto tra le richieste di modifica di API raffineria ne spiccano due nella sezione DESCRITTIVA: Continua a leggere…

Emissioni industriali a Falconara M.: il risveglio tardivo dell’Assessore Astolfi e la necessità dell’impegno dei Parlamentari e Consiglieri regionali marchigiani!

senza-ric-sindaco.jpgFALCONARA M.: EMISSIONI MALEODORANTI DI TIPO INDUSTRIALE E RISCHI PER LA SALUTE.

Il risveglio tardivo dell’Assessore Astolfi pone alcune domande inquietanti!

URGE L’IMPEGNO DI TUTTI I PARLAMENTARI MARCHIGIANI PER LA BONIFICA ED IL RISANAMENTO DELL’AREA FALCONARESE E DELLA BASSA VALLESINA! Continua a leggere…

<< Pagina PrecedentePagina Successiva >>