Rigassificatore API: la Regione Marche è irresponsabile a stipulare un nuovo Accordo per un altro impianto a rischio di incidente rilevante quando dopo 8 anni non ha ancora stipulato quello con lo Stato che interessa la sicurezza di lavoratori e cittadini per gli impianti esistenti

La Regione Marche si sta apprestando a ratificare la costruzione di un altro impianto a rischio di incidente rilevante (terminal offshore di rigassificazione di GNL) chiesto dal gruppo petrolifero API (API Nòva Energia) a 13 km da Ancona e 16 km da Falconara M.ma.

Fino ad oggi qual è stata la capacità della Regione Marche di controllare ed eventualmente sanzionare la raffineria di petrolio API, industria a rischio di incidente rilevante?

Per dare una risposta a questa domanda non ci si può affidare ai “sentito dire”, si deve essere certi delle circostanze. Pertanto, per rispondere alla domanda ci baseremo su pura documentazione che alleghiamo a margine di questa nota. Continua a leggere…

Il PEAR è lo strumento che può soddisfare le esigenze imprenditoriali, occupazionali e di risanamento ambientale e sanitario. La proposta di SUNESIS Ambiente lunedì 16 maggio, ore 21,15, al cinema Excelsior di Falconara M.ma

l’uscita del PEAR Cittadini, associazioni e Sindaci (meno Goffredo Brandoni) sanno che il Piano Energetico Ambientale Regionale è lo strumento che per la prima volta – storicamente – permetterebbe di superare il conflitto tra lavoro, ambiente/salute e interesse imprenditoriale.

Il PEAR è lo strumento che può soddisfare – contemporaneamente – esigenze imprenditoriali, occupazionali e di risanamento ambientale/sanitario.

L’attuazione del PEAR rappresenta l’occasione per una riconversione energetica finalmente e veramente condivisa territorialmente, a livello regionale … non più locale (Falconara e AERCA). Continua a leggere…

CAM SpA: la Giunta Brandoni ed il Consiglio di Amministrazione sferrano un altro colpo basso ai lavoratori dei servizi strumentali

CAM SpAIl 29 Marzo scorso la Giunta Comunale di Falconara M.ma - su richiesta del CdA CAM SpA - ha deliberato un altro “colpo basso” e rischioso per i lavoratori dei servizi strumentali (spazzatura strade, verde, ecc.).

E’ stato deciso di anticipare la tempistica dell’Accordo Quadro sottoscritto il 22/12/2010 tra Comune di Falconara M.ma, Marche Multiservizi SpA e CAM SpA in modo da conferire alla nuova Società creata  - Marche Multiservizi Falconara Srl – anche l’immobile della sede del CAM e dei relativi mutui.

Ovviamente l’Assemblea dei soci del CAM ha approvato. Continua a leggere…

Il muro umano e istituzionale a difesa dei territori indica alla Regione Marche: NO AI RIGASSIFICATORI

no ai rigassificatori La società civile e i Sindaci di 17 Comuni (meno quello di Falconara Marittima) stanno dando una prova maiuscola, unitaria, trasversale e senza precedenti a difesa dei territori in cui vivono e che amministrano.

Questa straordinaria mobilitazione democratica sta chiedendo alla Regione Marche di non assestare un colpo mortale alla qualità del modello marchigiano e, per la prima volta, dicono che Falconara Marittima non può più rimanere l’eccezione, il territorio destinato a sopportare tutto il peso energetico, tra l’altro squilibrato da appetiti e pressioni private. Continua a leggere…

Lettera di Roberto Cenci: SULLA QUESTIONE ENERGETICA CIO’ CHE LA REGIONE MARCHE FARA’ A FALCONARA, TROVERA’ L’OSTILITA’ DI UNA COMUNITA’ ESTESA

ci scrivono Riceviamo e pubblichiamo una lettera aperta di Roberto Cenci.
Staff CiC

___________________________________________________

Il NO a tutto porta poi a determinati SI, alle Turbogas ai Rigassificatori per esempio o peggio ancora al nucleare.

Pochi sanno che nella nostra Regione si potrebbero sbloccare da subito almeno 100 Mw di eolico, parlo di eolico mirato, fatto bene e non di qualunque amenità sia finita sui tavoli degli uffici tecnici della Regione Marche, eolico non bloccato da comitati di cittadini o associazioni ambientaliste. Continua a leggere…

Commissione Consiliare della Provincia di Ancona sul RIGASSIFICATORE API: IL SINDACO DI FALCONARA HA MISTIFICATO RIGUARDO AI SUOI DOVERI! Cittadini in Comune SMASCHERA LE OMISSIONI DEL SINDACO!

le marionetteAlla Commissione Consiliare della Provincia di Ancona sul Rigassificatore di API Nòva Energia tenutasi a Falconara M.ma il 5/11/2010 il Sindaco di Falconara si è distinto per un inaudito livello di mistificazione riguardo a suoi doveri nei confronti dei cittadini falconaresi!

Ce lo aspettavamo e questa è stata la ragione per cui avevamo chiesto di poter parlare in Commissione come gruppo di minoranza in Consiglio comunale di Falconara. Ma non ci è stato concesso.

La “madre di tutte le falsificazioni” che il Sindaco ha ripetuto in Commissione e scritto nelle Delibere favorevoli tanto alle centrali termoelettriche quanto al rigassificatore di API Nòva Energia è la seguente: data la complessità, le competenze degli uffici comunali non possono essere completamente sufficienti per espletare una istruttoria tecnica sul progetto e siccome il Comune non fa parte della Commissione VIA che vede impegnata una Commissione di esperti nazionali nominati dal Ministero dell’Ambiente (…) integrata dalla Regione Marche, la quale effettua una propria separata istruttoria condotta con il supporto tecnico di tutti i servizi ARPAM competenti, il Comune si attiene ad un parere di carattere generale che, tradotto in parole povere, significa astenersi dal segnalare le criticità! Continua a leggere…

<< Pagina PrecedentePagina Successiva >>