Sindaco e Giunta Signorini (dopo l’ex Brandoni) CONTINUANO AD IGNORARE l’impegno deliberato all’unanimità dal Consiglio comunale del 29 maggio 2017 a predisporre uno specifico provvedimento per vietare a Falconara i Circhi che fanno esibire gli animali. Tra qualche giorno, a Falconara, un Circo autorizzato all’attendamento dall’Amministrazione comunale, inizierà gli spettacoli anche con numeri eseguiti dagli animali. Il Consigliere Calcina: “Come mai il Sindaco fa un’ordinanza per vietare i botti di capodanno a tutela anche degli animali domestici e, a distanza di oltre un anno e mezzo, non ottempera ad una Deliberazione del Consiglio comunale a tutela degli animali in cattività nei Circhi? Ancora una volta il Consiglio comunale e lo Statuto comunale sono stati avviliti”.

doppio-simbolo.JPG

Come mai il Sindaco fa un’ordinanza per vietare i botti di capodanno a tutela anche degli animali domestici e, a distanza di oltre un anno e mezzo, non ottempera ad una Deliberazione del Consiglio comunale a tutela degli animali in cattività nei Circhi, vietando l’attendamento circense sul suolo comunale?si chiede il Consigliere Loris Calcina.

2019-circhi-def.JPGIl 29 maggio 2017 - pur all’opposizione dell’Amministrazione Brandoni - la nostra Consigliera Lara Polita votò favorevolmente la mozione proposta da un Consigliere comunale sostenitore dell’allora Sindaco che lo impegnava - insieme alla Giunta - a predisporre uno specifico provvedimento per fare in modo che in caso di richieste di attendamento da parte di circhi possano essere vietate quelle con gli animali”.( leggi la Delibera del CC ) Continua a leggere…

ISPEZIONE STRAODINARIA ALLA RAFFINERIA API: il TEMPOREGGIAMENTO e il conseguente RIFIUTO del Dirigente del Ministero dell’Ambiente (Dr. Antonio Ziantoni) è offensivo nei confronti dei cittadini falconaresi, della Regione Marche e del Comune di Falconara! Sanno Regione e Comune che per altre raffinerie il Ministero dell’Ambiente ha deciso l’ispezione straordinaria sulla base di notizie di stampa su presunte violazioni delle prescrizioni dell’AIA? Sanno che per altre raffinerie il management è stato avvertito solo ad ispezione già decisa? Sanno che dalla decisione ministeriale l’ispezione straordinaria è stata eseguita nel giro di dieci giorni? Il Sindaco di Falconara e la Regione Marche intendono reagire nei confronti del Ministero dell’Ambiente? Il Consigliere Calcina ha chiesto che la questione sia valutata in sede di Commissione consiliare Ambiente. “Ritengo che il Consiglio comunale e il Sindaco debbano attivarsi direttamente con il Ministro dell’Ambiente, Gen. Sergio Costa!”

doppio-simbolo.JPG

3 mesi fa (2 ottobre 2018) il Comune di Falconara e la Regione Marche hanno inviato una richiesta di VISITA ISPETTIVA STRAORDINARIA PER GLI IMPIANTI DELLA RAFFINERIA API al Dirigente della Divisione III (Rischio rilevante e autorizzazione integrata ambientale) del Ministero dell’Ambiente - Dott. Antonio Ziantoni - e per conoscenza all’ISPRA. La richiesta era motivata e documentata con una Relazione tecnica (redatta dalla Regione e condivisa con il Comune) sulle “segnalazioni di fenomeni odorigeni relativi all’area limitrofa la raffineria API nel periodo dal 27 giugno al 4 settembre 2018 “. ( leggi quì )

La risposta del Dirigente Ziantoni ( leggila quì ) - 24 ottobre 2018 - è stata un TEMPOREGGIAMENTO (preludio al RIFIUTO) sintetizzabile in 3 punti: Continua a leggere…