L’Assessore Astolfi non dice che il Servizio di Sorveglianza Sanitaria sulla popolazione voluto da lui e dalla sua Giunta per tutti i Comuni dell’Area ad Alto Rischio di Crisi Ambientale è distorto, farraginoso e burocratizzato! Bastava tararlo solo su Falconara Marittima come proposto dai cittadini e da FBC/CiC e chiedere l’aggiornamento della Nota Epidemiologica che riguarda i falconaresi! I cittadini, da soli, hanno ottenuto quell’importante aggiornamento a maggio 2017! FBC/CiC rinfrescano la memoria dell’Assessore sulle sue inerzie amministrative che riguardano la salute dei falconaresi!

Scritto il 3 Febbraio 2018 
Pubblicato su Comunicati Lista Cittadini, Salute e sicurezza

senza-ric-sindaco.jpgL’Assessore all’Ambiente Astolfi ora si lamenta dell’inerzia della Regione Marche ad attivare il cosiddetto “ufficio di astolfi.jpganonimizzazione“.

Dato che l’Assessore ha la memoria corta, elenchiamo che cosa hanno fatto (e non hanno fatto) lui e la sua Giunta comunale in 10 anni di amministrazione:- nel 2010 la Giunta di cui era Assessore all’Ambiente HA RITARDATO per almeno 8 mesi la consegna delle “informazioni residenziali” utili per la conclusione della terza fase dell’Indagine Epidemiologica volta a stabilire la significatività statistica dell’aumento delle leucemie nella popolazione in funzione della distanza residenziale dalla raffineria API, un atto doveroso ed indifferibile che riguardava la salute dei cittadini falconaresi! (vedi http://www.cittadiniincomune.net/2011/03/30/indagine-epidemiologica-sulle-leucemie-il-sindaco-di-falconara-ritarda-un-atto-di-rilevante-importanza/)

- dal 2011 (conclusione dell’Indagine Epidemiologica sui cittadini falconaresi) non ha mai organizzato - come la Regione - un evento pubblico con gli Epidemiologi dell’Istituto Nazionale Tumori di Milano e dell’ARPAM affinché illustrassero i risultati dell’Indagine. Di fatto, ha negato l’autorevolezza dell’Indagine!

- non ha trasmesso - come la Regione - i risultati di quell’Indagine al Ministero della Salute;

- fino al 2014 ha ignorato (benché noti dal 2011!) sia l’esistenza dello Studio SENTIERI dell’Istituto Superiore di Sanità sia della Nota Epidemiologica dell’ARS e ARPA Marche! Ne prese atto solo dopo la forte pressione dei cittadini e del Consigliere comunale FBC/CiC Riccardo Borini che gli hanno letteralmente illustrato e consegnato quegli Studi durante alcune burrascose Commissioni consilia (Verbali del 17.01.2014 e 03.02.2014)

- alla fine - nel 2015 - Astolfi e la sua Giunta hanno partorito il Servizio di Sorveglianza Sanitaria della popolazione di cui oggi parla ma che, di fatto, è un progetto distorto e burocratizzato! Infatti, al contrario della richiesta dei cittadini e di FBC/CiC che limitava la sorveglianza a Falconara M., Astolfi e Sindaco ne hanno preteso l’estensione anche agli altri 8 Comuni dell’AERCA. Risultato: decisioni lentissime, farraginosità e, a tutt’oggi, dopo 3 anni, nulla è stato avviato!

il 30 maggio 2017 i cittadini falconaresi hanno “dato scacco” all’Astolfi e alla sua Giunta, ottenendo in pochi mesi dalla Regione ciò che conta realmente e che era l’obiettivo della mobilitazione del 2014: la pubblicazione dell’aggiornamento della Nota Epidemiologica che riguarda anche il loro stato di salute, mentre Astolfi e la sua Giunta erano e sono ancora impasticciati nella burocrazia di un Servizio di Sorveglianza Sanitaria che ancora non esiste! 

Staff comunicazione liste civiche Falconara Bene Comune e Cittadini in Comune

Commenti

Rispondi




Please leave these two fields as-is: