Esalazioni di idrocarburi a Falconara M.: tra le sceneggiate dello sconcertato Assessore Astolfi, i “vado e non vado” della Polizia Municipale, la “dislessia olfattiva” del Sindaco Brandoni soccorso dal buon olfatto dell’Assessore Signorini che però sembra dimenticare che Lei stessa è un Amministratore pubblico e che il suo collega Astolfi si occupa di problemi ambientali, DOPO 7 GIORNI NESSUNA VERITA’!

Scritto il 3 Settembre 2016 
Pubblicato su Comunicati Lista Cittadini, Salute e sicurezza

simboliApprendere dai quotidiani che mercoledì 31 agosto - a seguito di altre segnalazioni - la Polizia Municipale di Falconara M. ha effettuato un sopralluogo all’interno della raffineria API, sottolinea la gravità della scelta di non averlo effettuato domenica 28 agosto quando quasi l’intera città era ammorbata dalle esalazioni!

rdc-evidenziato-copia.jpgQuella mattina gli Agenti della pattuglia della Polizia Municipale si erano “relazionati di persona con i Vigili del Fuoco” ma, a differenza di questi ultimi e del Tecnico reperibile dell’ARPA Marche, non si erano recati in raffineria API per assumere informazioni in qualità di Polizia Giudiziaria come previsto da Codice di Procedura Penale.

Pretenderemo di sapere se quella sia stata una OMISSIONE e se si sia consumata per iniziativa personale del Capo pattuglia oppure per una direttiva impartita direttamente dal Sindaco (titolare della delega alla Sicurezza) il quale ha l’obbligo anche di vigilare sull’espletamento del servizio.

Ieri, invece, abbiamo assistito allo spot di pura propaganda dell’Assessore all’Ambiente, Ing. Matteo Astolfi.

Risulterebbe che giovedì 1 settembre abbia scritto al Ministero dell’Ambiente e all’ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale) segnalando quanto avvenuto domenica 28 agosto e chiedendo un approfondimento rispetto alle eventuali responsabilità della raffineria.

Quello dell’Astolfi è uno spot inutile perché il Ministero o l’ISPRA - per eventi simili - non invia nessuno da Roma ad assumere direttamente informazioni, ma attende le relazioni degli Enti e delle Autorità locali che sono intervenute.

Domande: come mai l’Assessore non ha immediatamente attivato - a fianco dell’ARPA Marche - i competenti Ingegneri all’Ufficio Ambiente alle sue dipendenze?

Che cosa ha fatto il 28, 29, 30 e 31 agosto quando era “sconcertato da come si stavano svolgendo le fasi di verifica e indagine post evento“?  

Ha preferito preparare la sceneggiata (di sicuro effetto) della lettera al Ministero dell’Ambiente piuttosto che incalzare il suo “collega” alla Sicurezza - Sindaco Brandoni - affinché inviasse immediatamente la Polizia Municipale a reperire copia dei registri di carico e scarico delle navi dal pontile, dall’isola e dalla piattaforma SPM, dei registri dei travasi di prodotti da un serbatoio all’altro e di quelli della marcia degli impianti di desolforazione dell’API?

Sono quelli i documenti che servono al Ministero dell’Ambiente e all’ISPRA e se qualcuno che ne ha competenza - come un Assessore all’Ambiente! - non glieli manda, quali valutazioni si pretendono da Roma?

post-ritagliato.jpgInfine l’Assessore Stefania Signorini che ha “percepito molto intensamente” le esalazioni e quindi, se lo dice Lei, i falconaresi possono stare tranquilli: le testimonianze non verranno derubricate ad allucinazione collettiva!

Però l’Assessore Signorini - forse perché in competizione con l’Astolfi per la corsa a prossimo Sindaco di Falconara - quando scrive che “è stata contattata immediatamente l’ARPAM che si occupa di problemi ambientali” e evidenzia che “i tecnici che hanno effettuato i controlli non sono comunali” sembra dimenticarsi che il suo collega Assessore si deve occupare di problemi ambientali.

Non fa un bell’effetto il vedere scritto di suo pugno che “Non sempre gli Amministratori possono avere le risposte che vorrebbero” dato che il compito della Giunta di cui è Assessore è CERCARE LE RISPOSTE, attività che sembra proprio non svolgere!

Infine nel saluto ai suoi lettori/interlocutori quando l’Assessore Signorini scrive “Anch’io quindi, come tutti voi, aspetto le risposte” non riesce nel tentativo di apparire una comune cittadina; Lei si mostra SEMPLICEMENTE SCALTRA NELL’AGGIRARE IL COMPITO DI AMMINISTRATICE PUBBLICA CHE DEVE PRETENDERE CHE LA GIUNTA DI CUI FA PARTE ATTIVI TUTTE LE COMPETENZE PER AIUTARE A CAPIRE CHE COSA E’ ACCADUTO E CHI NE E’ STATO RESPONSABILE!

Staff comunicazione liste civiche Falconara Bene Comune e Cittadini in Comune



Commenti

Rispondi




Please leave these two fields as-is: