Anche a Falconara, come a Jesi Fabriano e Ancona, il Consiglio Comunale emenda la Convenzione per la gestione dei rifiuti nella provincia di Ancona.

Scritto il 17 Ottobre 2012 
Pubblicato su Comunicati Lista Cittadini, Consigli Comunali, Energia e Ambiente

Grazie all’azione di Cittadini in Comune e del Movimento 5 Stelle, i Consigli Comunali di Falconara M.ma, Ancona, Jesi e Fabriano hanno deciso con maggioranze trasversali di non rinunciare alle proprie prerogative di discussione pubblica e informazione dei cittadini sul tema della gestione dei rifiuti.

La Regione Marche aveva inviato una diffida perché venisse approvata la Convenzione obbligatoria, minacciando che avrebbe commissariato il Comune se non si fosse adeguato entro lunedì. Questa azione è però stata illegittima in quanto la legge prevede (art. 30 comma 3 del Testo Unico degli Enti Locali, d.lgs 267/2000) che si possa imporre tale obbligatorietà solo “per la gestione a tempo determinato di uno specifico servizio.

La Convenzione obbligatoria prevedeva che fosse istituita una ATA (Assemblea Territoriale d’Ambito) formata dal Presidente della Provincia e dai Sindaci dei Comuni che avrebbe deciso il Piano d’Ambito per la gestione dei rifiuti. Quindi i soggetti titolari delle funzioni esecutive degli enti locali non avrebbero discusso in nessuna seduta pubblica queste scelte fondamentali per il territorio: la localizzazione di una discarica, la realizzazione o meno di un inceneritore, la modalità di una raccolta dei rifiuti da inserire in una gara pubblica per la gestione.

Invece gli emendamenti approvati dal Consiglio Comunale di Falconara prevedono:

Ø      che il Piano, una volta redatto, venga trasmesso ai Consigli Comunali e si attenda un termine di 15 giorni per ricevere le osservazioni prima dell’approvazione;

Ø      che se la Convenzione dovesse essere modificata essa debba nuovamente essere approvata dai Consigli Comunali;

Ø      che l’ATA non possa spendere denaro pubblico per consulenze.

Il Consigliere di CIC ringrazia tutti i Gruppi consiliari per l’impegno dimostrato nell’emendare e migliorare la Convenzione .

Per rispetto nei confronti di questo impegno, al momento della votazione sulla Convenzione il Consigliere di CiC si è astenuto per sottolineare la posizione critica della Lista verso l’ATA e il comportamento autoritario della Regione Marche.

Staff Lista Civile Cittadini in Comune - Falconara Marittima

leggi anche precedenti post sull’argomento

http://www.cittadiniincomune.net/2012/10/10/gestione-dei-rifiuti-urbani-cittadini-in-comune-contro-la-linea-tecnocratica-e-autoritaria-della-regione-marche/

http://www.cittadiniincomune.net/2012/09/28/rifiuti-l%E2%80%99azione-di-cittadini-in-comune-in-consiglio-comunale-scongiura-per-il-momento-l%E2%80%99adozione-della-convenzione-capestro-della-regione-marche/



Commenti

Rispondi




Please leave these two fields as-is: