L’Assessore Astolfi ha nascosto alla Commissione consiliare IV^ l’intenzione di cambiare il Piano di classificazione acustica!

Scritto il 17 Ottobre 2009 
Pubblicato su Comunicati Lista Cittadini

 la barriera fisica sarebbe l’unico strumento dell’API per adeguarsi al Piano di classificazione, che in quella zona fissa limiti severi. Prevediamo piuttosto di modificare il Piano di classificazione e, per Fiumesino, concertare interventi di raffineria ed ANAS, dato che il traffico contribuisce al rumore” Assessore all’Ambiente del Comune di Falconara Marittima Matteo Astolfi al Resto del Carlino del 15 Ottobre 2009

Le affermazioni dell’Assessore Astolfi all’indomani dell’adozione del Piano di Risanamento Acustico Comunale (PRAC) sono inaccettabili nel merito ed offensive nei confronti dei Componenti la Commissione consiliare IV^ e del Consiglio Comunale tutto.

Sono affermazioni frutto di un comportamento furbesco, non da Amministratore.

Di quanto dichiarato al Resto del Carlino, l’Assessore non ha fatto assoluta menzione nelle riunioni della Commissione consiliare IV^ sul PRAC, soprattutto nell’ultima del 12/10/2009 durante la quale la Lista Civile Cittadini in Comune ha espressamente chiesto informazioni sui dubbi riguardanti il Piano di Risanamento Acustico Volontario presentato da API raffineria.

L’Ingegnere dell’Assessorato all’Ambiente falconarese, con al fianco l’Assessore Astolfi ed il Presidente della Commissione Pastecchia, precisò che il Piano presentato autonomamente dall’API è stato redatto tenuto conto della zonizzazione acustica esistente, approvata dal Comune“. Verbale Commissione 12.10.09  pag 1  |  pag 2

Cioè la classificazione approvata dal Consiglio Comunale nel 2005 che tenta di proteggere l’abitato di Fiumesino dal rumore prodotto dagli impianti API!

Pertanto le intenzioni dichiarate dell’Assessore Astolfi sono gravi perché:

Ma dalla affermazione dell’Assessore scaturisce una domanda ed un sospetto.

LA DOMANDA: se “il Piano presentato autonomamente dall’API è stato redatto tenuto conto della zonizzazione acustica esistente, approvata dal Comune” che necessità c’è di cambiare il Piano di classificazione?

IL SOSPETTO: forse non è vero che “il Piano presentato autonomamente dall’API è stato redatto tenuto conto della zonizzazione acustica esistente, approvata dal Comune“, tanto da indurre l’Assessore Astolfi ad annunciare il solerte cambiamento del Piano di Classificazione acustica?

Sottolineiamo, infine, il reiterato, offensivo ed inaccettabile comportamento furbesco dell’Assessore Astolfi che, precedentemente a questa occasione, sempre in Commissione consiliare IV^ e sempre con una problematica riguardante la Società API - in occasione della stipula della Convenzione - non aveva consegnato tutta la documentazione necessaria e disponibile ai Consiglieri componenti!

Loris Calcina (capogruppo consiliare Lista Civile Cittadini in Comune - Falconara Marittima)

Commenti

Rispondi




Please leave these two fields as-is: