Incidente mortale nel cantiere del bypass ferroviario. Le liste civiche CIC/FBC e SAF esprimono il loro cordoglio e vicinanza alla famiglia della vittima e solidarietà alle maestranze impegnate nel cantiere. Chiediamo rigorose verifiche non solo sulle responsabilità di questo incidente, ma anche sull’organizzazione del cantiere, sull’attuazione delle misure di sicurezza, sulla formazione del personale, sul rispetto dell’orario di lavoro e dei turni di riposo.

Pubblicato il 6 Agosto 2020 
Articolo su Comunicati Lista Cittadini, Infrastrutture e Territorio, Salute e sicurezza | Lascia un commento

doppio-simbolo.JPG morti-lavoro.JPG Incidente mortale nel cantiere del bypass ferroviario. Le liste civiche CIC/FBC e SAF esprimono il loro cordoglio e vicinanza alla famiglia della vittima. CiC/FBC e SAF esprimono altresì solidarietà alle maestranze impegnate nel cantiere. Per l’ennesima tragedia constatiamo la - purtroppo - “normalità” delle morti sul lavoro. Per questo chiediamo rigorose verifiche non solo sulle responsabilità di questo incidente, ma anche sull’organizzazione del cantiere, sull’attuazione delle misure di sicurezza, sulla formazione del personale, sul rispetto dell’orario di lavoro e dei turni di riposo. Chiediamo che il Sindaco di Falconara in qualità di garante della salute e della sicurezza di tutti coloro che soggiornano e operano nel territorio comunale si faccia attore di queste richieste. Auspichiamo una presa di posizione e una attenta vigilanza da parte delle Organizzazioni sindacali di categoria.

Staff comunicazione Cittadini in Comune/Falconara Bene Comune e SiAmo Falconara Sinistra in Comune.



DOPO 23 ANNI CI SAREBBERO I SOLDI PER REALIZZARE IL COLLEGAMENTO DI VIA DEL CONSORZIO CON LA SS. 16 AL FINE DI ALLEGGERIRE IL TRAFFICO IN VIA MARCONI E SERVIRE ANCHE L’AEROPORTO! L’abbiamo proposto nella Commissione consiliare I^ del Comune di Falconara Marittima, ma gli Assessori e il Presidente di Commissione hanno ignorato il nostro appello a non perdere un’occasione irripetibile! Le risorse per l’opera vanno reperite nei 2.843.380 Euro di anticipo (2006 - Valorizzazione aree progetto Quadrilatero) di cui la Regione Marche non chiede la restituzione a patto che il Comune stesso (che nel frattempo li ha accantonati) li utilizzi per “investimenti infrastrutturali a supporto dello sviluppo dell’aeroporto”. Abbiamo spiegato che il collegamento di via del Consorzio con la SS. 16 è un’opera utile alla viabilità aeroportuale e a Falconara stessa ma, domani 6 agosto, l’Amministrazione Signorini proporrà al Consiglio Comunale un progetto di fattibilità tecnica ed economica che NON PREVEDE QUEL COLLEGAMENTO, mentre prevede un INUTILE nuovo parcheggio tra via del Consorzio e la linea ferroviaria romana dal costo di 830.000 Euro! Pubblichiamo il miope progetto del Comune che ABBIAMO DOVUTO LETTERALMENTE SCOVARE dato che, come sempre, ci è stato tenuto nascosto dal Sindaco Signorini, dall’Assessore Barchiesi, dal Presidente del Consiglio comunale Brandoni e dal Presidente della Commissione Cappanera.

Pubblicato il 5 Agosto 2020 
Articolo su Comunicati Lista Cittadini, Consigli Comunali, Infrastrutture e Territorio | Lascia un commento

doppio-simbolo.JPG consorzio.jpg Se la Giunta Signorini non ascolterà il consiglio di CiC/FBC/SAF formulato per il bene della città Falconara perderà un’occasione clamorosa per realizzare in tempi rapidi il collegamento di via del Consorzio con la SS16, quel collegamento che attende da 23 anni e che doveva fare l’API in forza alla Convenzione stipulata con il Comune (Sindaco Carletti) nel 1997 quale opera di compensazione per i “disagi” della centrale termoelettrica IGCC e che il Sindaco Brandoni abbonò ai Brachetti Peretti con la sciagurata Convenzione 2008 per la realizzazione di altre 2 centrali termoelettriche (fortunatamente naufragate). Quel collegamento che dovrebbe fare RFI con le opere di compensazione per “i disagi” determinati dalla realizzazione del bypass ferroviario. Ieri, in Commissione consiliare I^, abbiamo detto che sulle opere di compensazione che dovrebbe realizzare RFI dobbiamo essere franchi e realistici: se RFI le farà dovremo aspettare almeno 6 anni ma siccome RFI, il 12 dicembre 2015 con la nota prot. nr. 48244, ha già scritto che la priorità del finanziamento CIPE sono i binari e, se avanzeranno i soldi, si faranno le opere di compensazione noi crediamo che quell’opera non la vedremo mai realizzata neanche da RFI.

Questo presagio è tanto più vicino alla realtà se si considerano gli ulteriori sviluppi dell’opera del bypass ferroviario che, nel febbraio scorso, ha costretto RFI a compartecipare con 640.000 Euro non preventivati alla risoluzione dell’interferenza di due piloni del viadotto Esino con la nuova configurazione del canale della Liscia in capo al Consorzio di Bonifica.

SONO ULTERIORI 640.000 EURO TOLTI ALLE OPERE DI COMPENSAZIONE! Continua a leggere…

I 5 punti di dissenso sull’operato dell’ARPA Marche espressi da Cittadini in Comune/Falconara Bene Comune e SiAMO Falconara al Direttore Generale Giancarlo Marchetti nell’incontro del 24 Luglio u.s. Pubblichiamo le risposte del D.G. ARPAM alle domande formulate con una lettera aperta dal Consigliere Calcina dopo le esalazioni del 4 e dell’8 Luglio u.s.

Pubblicato il 28 Luglio 2020 
Articolo su Comunicati Lista Cittadini | Lascia un commento

doppio-simbolo.JPG stop-cause-esalazioni.jpg Pubblichiamo la lettera di risposta del Direttore Generale dell’ARPA Marche - Dott. Giancarlo Marchetti - alle nostre domande a seguito delle esalazioni diffusesi a Falconara Marittima il 4 e l’8 Luglio u.s. Abbiamo anche accettato l’invito al confronto e il 24 Luglio - alle ore 9 - ci siamo incontrati con il D.G. Marchetti e due Ingegneri dell’Agenzia.

Abbiamo espresso le seguenti, forti perplessità sull’operato dell’Agenzia:

1)      Invece di adeguare le 3 centraline di monitoraggio fisse di rilevamento degli inquinanti a Falconara (adeguare le centraline al monitoraggio degli stessi inquinanti - monitoraggio in continuo per il Monossido di Carbonio e per il Benzo-a-Pirene che sono oggetto delle Autorizzazioni Integrate Ambientali) si è realizzato un sistema di affiancamento come l’APP Odor.net. Continua a leggere…

PINI DI VIA GOBETTI: IL CONSIGLIERE CALCINA DIFFIDA IL SINDACO SIGNORINI DA ABBATTERE ALTRI PINI SENZA FIRMARE UNA APPOSITA ORDINANZA CHE INDICHI I MOTIVI DI PREVENZIONE ED ELIMINAZIONE DI GRAVI PERICOLI CHE MINACCIANO L’INCOLUMITÀ PUBBLICA E L’INTEGRITÀ FISICA DELLA POPOLAZIONE. MA INTANTO CHI HA AUTORIZZATO L’ABBATTIMENTO DEL PINO N°30 IN VIA GOBETTI IL 13 LUGLIO SCORSO? CHIESTO L’INTERVENTO DEL COMANDO CARABINIERI PER LA TUTELA FORESTALE!

Pubblicato il 17 Luglio 2020 
Articolo su Comunicati Lista Cittadini, Energia e Ambiente | Lascia un commento

doppio-simbolo.JPG albero-disegno.JPG In base alla Legge Forestale Regionale, i Pinus pinea di Falconara sono una specie protetta e, per questo, possono essere abbattuti per motivi specifici e SOLO su autorizzazione del Comune.

Come detto nelle Commissioni Consiliari e scritto nelle Relazioni e negli Atti dell’Amministrazione comunale, se è vero che c’è un problema di pericolo per l’incolumità pubblica è SOLO il Sindaco che può e deve emanare apposita Ordinanza contingibile ed urgente per l’abbattimento dei pini di via Gobetti, poiché né la Giunta Comunale né, tantomeno, il Consiglio Comunale possono deliberare atti che per loro natura rientrano nella competenza esclusiva del Sindaco.

E infatti, né la Giunta Comunale né il Consiglio Comunale hanno mai deliberato Atti che autorizzino l’abbattimento dei pini. Continua a leggere…

Esalazioni del 4 e 8 Luglio 2020: LETTERA APERTA del Consigliere comunale di CiC/FBC/SAF al Direttore Generale dell’ARPA Marche con 12 domande per chiarire quanto comunicato ai cittadini nei giorni scorsi.

Pubblicato il 13 Luglio 2020 
Articolo su Comunicati Lista Cittadini, Salute e sicurezza | Lascia un commento

LETTERA APERTA AL DIRETTORE GENERALE DELL’ARPA MARCHE

12 DOMANDE PER CHIARIRE QUANTO COMUNICATO AI CITTADINI DI FALCONARA MARITTIMA RIGUARDO ALLE ESALAZIONI DEL 4 e 8 LUGLIO

 Egr. Direttore Generale, Dott. GIANCARLO MARCHETTI, Continua a leggere…

Esalazioni solforose del 4 luglio 2020: il Consigliere Calcina pubblica la querela e spiega perché l’ha depositata!

Pubblicato il 9 Luglio 2020 
Articolo su Comunicati Lista Cittadini, Salute e sicurezza | Lascia un commento

doppio-simbolo.JPG querela-per-sito.jpgSe coloro che esercitano la funzione politica fossero capaci di risolvere le questioni all’interno della propria funzione, la magistratura non dovrebbe intervenire“! ha detto in un’intervista l’ex Pubblico Ministero Dott. Gherardo Colombo che il 19 dicembre 2007 ospitammo a Falconara Marittima noi dei Comitati. L’anno dopo, proprio dai comitati, nacque l’esperienza consiliare di Cittadini in Comune (oggi diventata anche Falconara Bene Comune e SiAmo Falconara Sinistra in Comune).

Purtroppo siamo stati sempre relegati all’opposizione delle Amministrazioni Brandoni (al 2008 al 2018) e della fotocopia Signorini.

Da questo osservatorio “privilegiato” (perché abbiamo potuto osservare da vicino) abbiamo visto come i problemi delle industrie insalubri, delle esalazioni nocive, delle malattie, del caos infrastrutturale che hanno strangolato la naturale vocazione balneare e turistica di Falconara siano stati sistematicamente nascosti sotto il tappeto e, dunque, come la funzione politico amministrativa sia stata incapace di risolvere le questioni all’interno della propria funzione. Continua a leggere…


Pagina Successiva >>